Jazz
qr_code

Tony Allen, il padre dell’Afrobeat, torna con il nuovo disco “Film of life”

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Tony Allen drummerIl nuovo disco del padre dell’Afrobeat Tony Allen si intitola “Film of life”. È uscito recentemente prodotto da Jazz Village e nessun altro titolo poteva essere più rappresentativo del suo contenuto. Innanzitutto perché Allen ha settantacinque anni e tutto ciò che fa non può che emanare (anche solo) un sapore del suo intuito, del suo carisma, delle sue frenetiche intuizioni ritmiche e dello stile che lo ha reso famoso in tutto il mondo. E poi perché il disco è proprio come un film. Come un film in cui si susseguono – a velocità variabili ma sempre sostenute – immagini in fila, una dopo l’altra. Apparentemente in modo casuale. Ma man mano che si interagisce con il flusso e si entra in confidenza con il linguaggio (ancora una volta innovativo e differenziato), se ne comprende l’ordine, la linea concettuale. E si realizza che ogni immagine ha un ruolo nell’insieme e in relazione con tutti gli altri elementi che vuole descrivere. Prendiamo ad esempio “Go back”, il brano cantato dall’amico Damon Albarn: la sua presenza, il suo canto, il suo stile sono chiarissimi e ci restituiscono un’interpretazione ispirata del cantautore inglese. Ma ogni accordo, ogni passo del brano, è stretto dentro la struttura di Allen, battuta con un ritmo inarrestabile, che non lascia nessuno spazio a ciò che non può essere ricondotto dentro il suo suono, i suoi battiti, la sua marcia (c’è un’immagine pubblicata da The Guardian in cui Allen è seduto alla batteria, serio e concentrato, ed è da lì, sembra volerci dire, che può arrivare ovunque). I temi che “Film of life” tratta sono molti, come molti sono gli artisti che Allen ha voluto chiamare a interpretarli. Vale la pena ascoltare il disco anche solo per riflettere sulle sfumature delle voci e dei suoni di questi grandi artisti: da Manu Dibango ad Adunni & Nefretiti, fino a Kuku e i Jazzbastards, i quali hanno curato la produzione come sideband.

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Nel precedente articolo abbiamo visto che il primo pezzo per fisarmonica pubblicato da Adamo Volpi f[...]


Concorsi/Festival

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per inviare il materiale audio/video ed accedere alle selezioni del folkcontest Etnie [...]

CHIUDI
CLOSE