Popolare
qr_code

Addio a Pete Seeger, cantore della musica tradizionale americana

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Pete SeegerPete Seeger, il grande attivista e cantore della musica tradizionale americana, ci ha lasciati all’età di novantacinque anni. La notizia è rimbalzata sui media di tutto il mondo, amplificando un inaspettato disorientamento che trova la sua ragione proprio nello spessore culturale e politico dell’opera del vecchio cantore, nato a New York nel 1919. La sua biografia – che in parte è stata già trattata in questa rubrica – è nota ai più e, a ulteriore riprova dell’importanza della sua produzione, si intreccia con molte altre vite e vicissitudini che hanno ricoperto un’importanza centrale nel XX secolo. Tra questi mi piace ricordare la forte divergenza con la cupa politica del maccartismo, che colpì duramente gli esponenti della sinistra americana durante gli anni Cinquanta. Ma soprattutto la collaborazione con Woody Guthrie – incontrato alla fine degli anni Trenta – con il quale batterà tutti gli Stati Uniti, alla ricerca della musica popolare “profonda” (come vuole l’ormai nota leggenda), cioè delle musiche orali alle quali le persone (quasi sempre quelle più emarginate e marginali) affidavano il racconto delle proprie storie. Dalle sue ricerche sono nati molti progetti musicali e politici, attraverso i quali Seeger ha riproposto oppure scritto ex-novo brani che oggi rappresentano “musicalmente” i movimenti di contestazione in tutto il mondo. Tra questi vale senz’altro la pena ricordare “We shall overcome” (divenuta un cavallo di battaglia di Joan Baez e tornata in voga grazie al disco che Springsteen dedicò, nel 2006, proprio a Seeger e alla sua musica), “If I had a hammer” e la canzone contro la guerra “Where have all the flowers gone?”.

 

 

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Videoclip n. 8 sulla tecnica della Fisarmonica Diatonica

Videoclip n. 8 sulla tecnica della Fisarmonica Diatonica

In questo videoclip sulla fisarmonica diatonica presentiamo una esercitazione sugli arpeggi a due ot[...]

Le recensioni di S&M: VIRTUOSISMI ROMANTICI vol. 1 – Gennaro Ruffolo

Le recensioni di S&M: VIRTUOSISMI ROMANTICI vol. 1 – Gennaro Ruffolo

Virtuosismi romantici è l'ultimo lavoro discografico di Gennaro Ruffolo, fisarmonicista, didatta e c[...]

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]


Concorsi/Festival

Il M° Arlia è il nuovo direttore artistico del Festival Ruggero Leoncavallo

Il M° Arlia è il nuovo direttore artistico del Festival Ruggero Leoncavallo

Festival Internazionale “Ruggero Leoncavallo” - Arlia nuovo direttore artistico La rassegna di mu[...]

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

CHIUDI
CLOSE