Popolare
qr_code

Ci ha lasciato Bob Brozman, etnomusicologo e virtuoso della chitarra

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Brozman resonator guitarBob Brozman, uno dei più grandi chitarristi del nostro tempo, ci ha lasciato pochi giorno fa. Il suo corpo è stato trovato senza vita nella sua casa in California, il 24 aprile. Daniel Thomas, suo stretto collaboratore di vecchia data e produttore, ha dichiarato sul Guardian che Brozman soffriva molto negli ultimi anni di problemi legati a un incidente in cui era stato coinvolto negli anni Ottanta, problemi che gli procuravano molto dolore e soprattutto gli impedivano di suonare come sapeva e voleva. In particolare con la mano sinistra non riusciva a suonare la steel guitar e durante le session del suo ultimo disco, “Fire in the mind”, uscito nel 2012, ci furono dei periodi in cui fu costretto a sospendere e questo fu estremamente difficile per lui.

Brozman era uno studioso attento e innovativo, oltre che un virtuoso della chitarra resofonica, volgarmente chiamata Dobro, nell’ambito della quale ha apportato importanti innovazioni, sia in campo stilistico che tecnico. Tra i suoi strumenti vi è infatti – come si può leggere nella pagina che gli dedica Wikipedia – “una versione baritonale della chitarra resofonica a tricono, al cui sviluppo ha attivamente contribuito nella seconda metà degli anni Novanta.

Nell’arco della sua lunga carriera ha collaborato con virtuosi di tutto il mondo, incidendo con loro dischi indimenticabili e unici. Tra questi ricordiamo “Mahima” (2003) con Debashish Bhattacharya (India), “Digdig” (2002) con Rene Lacaille (Isole Mascarene), “Songs of the volcano” (2005) con Papua New Guinea Stringbands, “Nankuru Naisa” e “Jin Jin” (2001 e 2000) con Takashi Hirayasu (Okinawa), “Ocean blues” (2000) Djeli Moussa Diawara (Guinea), “Four hands sweet and hot” (1999) con Cyril Pahinui (Hawaii).

 

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Nel precedente articolo abbiamo visto che il primo pezzo per fisarmonica pubblicato da Adamo Volpi f[...]


Concorsi/Festival

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per inviare il materiale audio/video ed accedere alle selezioni del folkcontest Etnie [...]

CHIUDI
CLOSE