Altri orizzonti
qr_code

Meet the soloists “Incontra i Solisti” del Maggio Musicale Fiorentino

Scritto da
/ / Scrivi un commento

IL FESTIVAL MUSICALE INNOVATIVO E DINAMICO


COME NASCE LA STAGIONE “MEET THE SOLOISTS”

La stagione MEET THE SOLOISTS unisce l’amore per la musica alla solidarietà, collaborando con la Fondazione Pediatrica Meyer di Firenze. L’obiettivo sarà cercare di riportare un sorriso a tutti quei bambini che lo hanno dimenticato, sia nelle corsie della struttura sanitaria fiorentina, che nelle strade di Sendai, devastata dallo Tsunami. La musica sarà il veicolo di trasmissione e lo strumento per unificare le forze di associazioni e singoli cittadini che, partecipando ai concerti, non assisteranno solo ad un evento per “fare musica”, ma anche a un diverso modo di assaporare il gusto della cultura, che lasci un segno. L’intenzione è quella di produrre un CD delle prime parti dell’orchestra, con la collaborazione degli altri musicisti del Maggio Musicale Fiorentino che permetterà alle persone che non assisteranno a tutti i concerti, di ascoltarli dopo o di regalare un indimenticabile momento a coloro che lo riceveranno. Un CD che verrà donato dagli stessi solisti del Maggio Musicale Fiorentino alla Affinis Foundation of Japan per poterlo utilizzare in favore delle comunità colpite dallo tsunami, insieme ai ricavati delle vendite della stessa compilation, realizzati qua in Italia. Giappone e Italia, per cominciare. E questo perché gli stessi artisti si sono trovati a vivere i tragici momenti del terremoto durante la loro tournèe a Tokyo, con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Sul momento il panico, l’incertezza, non hanno reso possibile nessuna azione di solidarietà, ma adesso che il mondo sembra aver dimenticato quei giorni, c’è ancora più bisogno di visibilità e di affrontare la discussione che rende attuale anche il dibattito italiano: il nucleare. Un progetto di solidarietà morale, alternativo che permetterà anche agli sponsor che vorranno intervenire, di contribuire fattivamente alla rinascita di un sogno, una speranza, poi, anche per molti paesi, un piccolo gesto che ci distinguerà musicalmente e umanamente.

L’IMPORTANZA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO E DI FIRENZE SUL PANORAMA MONDIALE

Collegare i circuiti internazionali ai quali si rivolgono coloro che vogliono visitare le meraviglie che sono sorte sul bacino dell’Arno, è essenziale per ridare vita alle serate cittadine. Arricchire la permanenza del turismo di massa inserendo nel loro viaggio le partecipazioni agli eventi musicali potrebbe divenire un nuovo modo di rilanciare la qualità del nostro patrimonio artistico. L’Italia non ha più una grande realtà industriale per poter vedere un rilancio importante nel panorama mondiale, ma ha una grande vivacità intellettuale, culturale, musicale e questa deve essere una delle armi che dovremmo usare per ricollocarci sul panorama internazionale con un Made in Italy che non vede concorrenza, che non ha rivali. Il melodramma è nato nella nostra città, Firenze, i grandi nomi della musica sono in gran parte italiani. Perché perdere questa ricchezza e lasciare che si dimentichi?

I SOLISTI DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO: UNA SCELTA DI STILE

Sarà possibile far conoscere i solisti del Maggio Musicale Fiorentino al pubblico degli affezionati del Teatro, ma anche a tutti coloro che durante l’anno si troveranno a trascorrere un periodo di soggiorno a Firenze. Una Firenze da rilanciare, da promuovere in un nuovo rinascimento come capitale internazionale della Cultura. L’eccellenza dei Solisti, porta in primo piano questa iniziativa che, oltre a far conoscere un repertorio cameristico spesso dimenticato, darà la possibilità anche ai giovani di vedere tutti gli aspetti di un musicista, che non è solo l’icona del passato, ma anche un “ricercatore” dei nuovi stili del presente. Usare il passato per costruire il futuro diviene anche una formula per coinvolgere la società civile in un mondo troppo spesso relegato a gruppi di elité ed un metodo per avvicinare le persone ad un circuito di solidarietà che non chiede soltanto, ma che in cambio regala forti emozioni da trasmettere a mille altri soggetti. Un arricchimento continuo, che non sia unilaterale e che aiuti coloro che vivono realtà meno fortunate per conoscere, condividere, far nascere nuovi rapporti e nuovi stimoli.

UNA SEDE SIGNIFICATIVA

La sede dei concerti sarà, non a caso, la “Sala del Buon Umore” del Conservatorio Statale di Musica di Firenze, “Luigi Cherubini”, per creare una sinergia fra un patrimonio architettonico inimitabile e una ricchezza culturale unica. Far rivivere una Firenze che non è solo area pedonale, ma anche renderla città di contaminazioni stilistiche eccellenti, ombelico di un mondo tutto da ripensare. Il programma prevede 30 concerti, ogni lunedì, e la speranza è quella di trasmettere ogni sera le emozioni che, nella fretta quotidiana, abbiamo dimenticato.

L’AGENDA – CALENDARIO CON LE BREVI BIOGRAFIE DEI PROTAGONISTI

Sarà messa in vendita un’agenda, “Altra Musica”, creata in collaborazione con LAILAC che riporterà le festività giapponesi e quelle italiane. Sarà venduta online sul sito “La Settima Musa” e avrà al suo interno le date prefissate dei concerti già segnate ed una breve biografia dei musicisti. Oltre allo spazio per gli sponsor che collaboreranno al progetto Prima di ogni concerto verrà fatta una presentazione e si potranno rivolgere domande al musicista. Si spiegheranno le motivazioni e si allestirà un desk dove poter lasciare i recapiti ed iscriversi alla mailing list, in modo da ricevere una news letter con tutte le altre iniziative fatte sia dal Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, sia dai singoli musicisti.

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1087 articoli.



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Nel precedente articolo abbiamo visto che il primo pezzo per fisarmonica pubblicato da Adamo Volpi f[...]

Masterclass di fisarmonica con Alexander Dmitriev a Castelnovo Monti

Masterclass di fisarmonica con Alexander Dmitriev a Castelnovo Monti

Il notissimo fisarmonicista Alexander Dmitriev terrà una masterclass di fisarmonica all’interno dei [...]

Concorsi/Festival

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per inviare il materiale audio/video ed accedere alle selezioni del folkcontest Etnie [...]

22° Campionato Italiano di Organetto e di Fisarmonica Diatonica

22° Campionato Italiano di Organetto e di Fisarmonica Diatonica

Il 28 e 29 luglio 2018 si terrà la “22° Edizione del Campionato Italiano di Organetto e di Fisarmoni[...]

CHIUDI
CLOSE