Notizie dal mondo
qr_code

“The Breeze”: Eric Clapton rende omaggio al suo maestro J. J. Cale

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Clapton and CaleEric Clapton ha deciso di rendere omaggio a uno dei suoi maestri, J. J. Cale, scomparso poco più di un anno fa all’età di 74 anni. È uscito infatti “The Breeze: An Appreciation of JJ Cale”, una raccolta composta di sedici brani del chitarrista di Tulsa, suonata e cantata dai tanti “devoti” chiamati a raccolta da “slowhand”: tra gli altri, Mark Knofler, Tom Petty, John Mayer, Willie Nelson. Nel disco non sono confluiti i brani più famosi di Cale, come ad esempio “Cocaine” e “After midnight”, portata al successo mondiale dallo stesso Clapton Ma, nonostante questo, si configura come una perla rara. Non solo perché – come abbiamo visto – i brani di Cale sono interpretati dagli esponenti più importanti della musica blues e folk rock internazionale. Ma soprattutto perché la scaletta definisce in pieno lo stile di Cale, quel “Tulka sound” caratterizzato da chitarre in primo piano, ritmiche e melodiche allo stesso tempo, un’atmosfera rilassata e quasi sottovoce a far da cornice a un ritmo costante e vagamente ipnotico. Uno scenario in cui la voce di Cale si calava perfettamente: profonda, rauca, sussurrata, sospesa tra un’impostazione “talking” e l’accenno (che sembrava quasi un recupero da una zona lontana del suo animo) di melodie rarefatte e mai scontate.

Eric Clapton aveva collaborato direttamente solo nel 2006 con il chitarrista di Tulsa, Oklahoma, dopo uno straordinario incontro, avvenuto nel 2004 al Crossroad festival. L’occasione è stata “Road to Escondito”, il disco dedicato a Billy Preston, straordinario tastierista scomparso nel giugno di quell’anno e che aveva suonato con tutti i più grandi (tra cui Beatles e Rolling Stones) della scena rock internazionale. Il disco ricevette apprezzamenti straordinari sia da parte del pubblico che della critica, arrivando a vincere un Grammy Award come miglior album di blues contemporaneo.

Con “The Breeze” Eric Clapton – che, insieme a Simon Climie, è anche il produttore dell’album – ci invita in un mondo colpevolmente inascoltato, ma che ha molto da dire. Come hanno scritto alcuni critici, lo stile di Cale coincide con il suo carattere e la sua anima inquieta. È uno stile libero dai formalismi più diffusi, ricco di riferimenti alle tradizioni sonore americane (blues e folk, ma anche country e rock), che Cale riesce ad assorbire, mescolare e interpretare in modo originalissimo, imperniato su un “provincialismo sano” e indipendente che, sulla scia della sua tecnica chitarristica (il suono soffuso, il tocco deciso e ritmato), lo mantiene inalterato, anche nelle nuove rappresentazioni che ne hanno dato Eric Clapton & Friends.

 

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Nel precedente articolo abbiamo visto che il primo pezzo per fisarmonica pubblicato da Adamo Volpi f[...]


Concorsi/Festival

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per inviare il materiale audio/video ed accedere alle selezioni del folkcontest Etnie [...]

CHIUDI
CLOSE