Concerti
qr_code

Corrado Rojac presenta la fisarmonica da concerto ad Istanbul

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Corrado RojacLa fisarmonica da concerto è strumento ormai diffuso quasi ovunque, ma effettivamente vi sono ancora dei paesi in cui appare raramente, ed altri in cui rimane ancora in ombra, spesso sostituita dalla fisarmonica quale strumento popolare. È il caso della Turchia. O, meglio, lo è stato fino al 25 febbraio scorso, quando il fisarmonicista triestino Corrado Rojac ha presentato la fisarmonica da concerto al Conservatorio “Mimar Sinan” di Istanbul. Infatti, mai prima d’ora lo strumento ha varcato la soglia del prestigioso istituto musicale. L’iniziativa ha visto Corrado Rojac a fianco dell’oboista milanese Luca Avanzi, gran virtuoso dello strumento, specie nell’ambito della musica contemporanea. I due musicisti, entrambi solisti del prestigioso “Divertimento ensemble” di Milano, hanno affrontato una impegnativa serie di appuntamenti musicali nella suggestiva metropoli turca.

Davanti ad un’aula gremita di studenti di composizione, il pomeriggio del 25 febbraio ha visto Corrado Rojac descrivere con dovizia di particolari l’organologia della fisarmonica da concerto e presentare alcuni significativi frammenti del repertorio dello strumento. È stata poi la volta di Luca Avanzi, che ha affascinato gli studenti esplicando con precisione estrema pressoché tutti gli effetti usati nella letteratura oboistica contemporanea. L’esibizione dei due si è conclusa con l’esecuzione di alcuni frammenti di “Porte”, brano per oboe e fisarmonica del compositore turco Yigit Ozatalay, che il giorno seguente avrebbe avuto la sua prima esecuzione in Turchia.

Il giorno seguente, infatti, Corrado Rojac e Luca Avanzi si sono esibiti nella splendida sala da concerto dell’Istituto italiano di cultura della stessa città. In programma il De profundis di Sofia Gubajdulina, eseguito dal fisarmonicista triestino e la Sequenza per oboe di Luciano Berio, interprete l’oboista milanese. L’emozione tra i fisarmonicisti in platea era grande: è stata la prima volta, infatti, che la fisarmonica da concerto si esibiva in una serata di musica seria in Turchia, e il De profundis veniva quindi eseguito in Turchia per la prima volta. Dopo l’esecuzione del citato “Porte”, Luca Avanzi ha concluso il concerto affiancato dalle percussioniste turche Emy Salsgiver e Cecil Kuran nel celebre “Dmatheen” di Iannis Xenakis

La tournée dei due musicisti si è conclusa con un’altra masterclass, stavolta all’Università “Bilgi” della stessa città. La presentazione degli strumenti, accanto alle necessarie nozioni organologiche, ha toccato anche il repertorio dei due strumenti nella musica elettronica. L’appuntamento si è svolto infatti nello studio di registrazione dell’università e l’interesse dei nuovi sviluppi della musica contemporanea specie nell’ambito del “live electronics” in Turchia è molto grande, come è grande l’interesse per tutta la musica contemporanea seria in generale, da cui anche le tre giornate di studio in compagnia dei due musicisti italiani. I tre appuntamenti hanno avuto un successo strepitoso.

Istanbul è sempre stata un ponte tra l’Oriente e l’Occidente: gli sviluppi di simili contatti culturali probabilmente porteranno a nuove, inimmaginabili suggestioni artistiche.

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1090 articoli.



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Le recensioni di S&M: VIRTUOSISMI ROMANTICI vol. 1 – Gennaro Ruffolo

Le recensioni di S&M: VIRTUOSISMI ROMANTICI vol. 1 – Gennaro Ruffolo

Virtuosismi romantici è l'ultimo lavoro discografico di Gennaro Ruffolo, fisarmonicista, didatta e c[...]

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Concorsi/Festival

Il M° Arlia è il nuovo direttore artistico del Festival Ruggero Leoncavallo

Il M° Arlia è il nuovo direttore artistico del Festival Ruggero Leoncavallo

Festival Internazionale “Ruggero Leoncavallo” - Arlia nuovo direttore artistico La rassegna di mu[...]

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

CHIUDI
CLOSE