Concerti
qr_code

La nuova edizione di Trasimeno Blues sarà dedicata al Desert Blues

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Tinariwen TuaregCon un’anteprima che si terrà martedì 15 luglio a Castiglion del Lago, Trasimeno Blues – il festival itinerante che abbraccia tutto il territorio lacustre – inaugurerà la nuova edizione, che avrà come protagonista il cosiddetto Desert blues. E per dare conto delle grandi novità che la rassegna (la cui prima edizione risale al 1996) vuole condividere con i suoi numerosissimi fan, i primi ad esibirsi saranno i Tinariwen, il gruppo di tuareg del Mali che hanno, di fatto, aperto la strada alla commistione tra le suggestioni musicali delle tradizioni orali dell’Africa occidentale e le tradizioni blues d’oltreoceano. Come abbiamo già scritto in queste pagine, il loro ultimo disco Emmaar – prodotto dalla Anti Records, casa discografica che annovera tra i suoi artisti Tom Waits, Milk Carton Kids, Dr. Dog, Wilko, Glen Hansard – ha riscosso un grande successo e, soprattuto, ha decretato la propensione del collettivo tuareg alla sperimentazione, sempre prodotta nel quadro del loro esilio politico dal Mali. Difatti Emmaar ha come riferimento non i deserti africani, ma quello californiano ed è stato costruito anche grazie a collaborazioni con artisti quali Josh Klinghoffer dei Red Hot Chili Peppers e, Matt Sweeney dei Chavez, il rapper Saul Williams e il polistrumentista Fats Kaplin. La celebrazione del desert blues – di questa corrente luminescente che da molti anni produce esiti interessanti, sia sul piano musicale che culturale – continua con due altri grandi nomi del panorama africano e internazionale. Il 26 luglio si esibiranno i Tamikrest, anch’essi maliani ma più “esposti” a contaminazioni con blues, rock, psychedelia, dub e funk. Come si può leggere nelle note di presentazione di Trasimeno Blues: i Tamikrest “non hanno conosciuto direttamente la ribellione armata e la loro musica è più gioiosa che guerrigliera, più aperta all’innovazione e alla scena contemporanea. Nell’ultimo album Chatma la denuncia sociale si intreccia alla sperimentazione musicale: atmosfere soffuse e ipnotiche, cori call and answers tipici del blues e sonorità rock e funk a conferma dell’alta qualità della commistione tra anima moderna e tradizionale”. Il gran finale della rassegna è affidato ad un altro grande artista di cui abbiamo parlato qualche mese fa, il cui nome coincide ormai, e a ragione, con la nuova prospettiva della musica contaminata e post-moderna. Si tratta del chitarrista e cantante Bombino – vero nome: Omara Mocta – il quale ha raggiunto le vette delle classifiche internazionali con il suo ultimo disco Nomad, prodotto a Nashville da Dan Auerbach dei Black Keys, che è stato inserito tra i cinquanta migliori album del 2013 da NPR Music. Il chitarrista griot si esibirà a Città della Pieve la sera del tre agosto.

Il cartellone completo della manifestazione è ancora in via di definizione e sarà reso noto entro pochi giorni attraverso la pagina web dedicata.

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Nel precedente articolo abbiamo visto che il primo pezzo per fisarmonica pubblicato da Adamo Volpi f[...]

Concorsi/Festival

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per inviare il materiale audio/video ed accedere alle selezioni del folkcontest Etnie [...]

CHIUDI
CLOSE