Notizie
qr_code

Squilibri pubblica il volume Roberto Leydi e il “Sentite buona gente”

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Sentite buona genteL’editore Squilibri di Roma, tra i più attenti promotori degli studi sulle musiche e, in generale, sulle culture popolari delle varie aree d’Italia, ha recentemente pubblicato “Roberto Leydi e il ‘Sentite buona gente’. Musica e cultura nel secondo dopoguerra”. Il volume, a cura di Domenico Ferraro, docente di Storia della filosofia moderna all’Università di Roma-Tor Vergata e studioso di cultura italiana del Novecento, si presenta come un progetto corposo e articolato. Da un lato perché la figura di Leydi – di cui spesso abbiamo parlato in questa rubrica – qui è definita non solo attraverso le sue attività di studioso e ricercatore di musiche di tradizione orale. Ma soprattutto attraverso le relazioni che lo hanno connesso ai grandi personaggi della cultura italiana del secondo Novecento. Relazioni che restituiscono a Leydi il ruolo di protagonista di un ambiente culturale complesso e “frastagliato”, in un periodo in cui “la ‘realtà effettiva’ del mondo popolare animava una pluralità di posizioni teoriche, da De Martino a Pasolini, da Calvino a Fortini, prima di essere riassorbita nelle intenzioni militanti di un ‘teatro politico’ e di una ‘canzone di lotta e di protesta’”. In secondo luogo, il volume è interessante perché, oltre a ripercorrere l’esperienza dello spettacolo teatrale “Sentite buona gente” – promosso, “in polemica con il ‘Ci ragiono e canto’ di Dario Fo e del Nuovo Canzoniere Italiano”, per la stagione teatrale 1966-’67 del Piccolo Teatro di Milano, con la consulenza di Diego Carpitella e la regia di Alberto Negrin – raccoglie una massa straordinaria di documenti, organizzati, oltre che nel libro, in un cd e un dvd. In quest’ultimo è stata riportata la riduzione televisiva dello spettacolo (sul sito di Squilibri se ne può vedere un breve estratto), mentre il cd è stato composto con una selezione di brani registrati sul campo in Abruzzo e Toscana, alcuni dei quali sono eseguiti dalle cantatrici di Cerqueto di Fano Adriano, dai Cardellini del Fontanino e da alcuni poeti improvvisatori aretini che non parteciparono allo spettacolo.

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Nel precedente articolo abbiamo visto che il primo pezzo per fisarmonica pubblicato da Adamo Volpi f[...]


Concorsi/Festival

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per inviare il materiale audio/video ed accedere alle selezioni del folkcontest Etnie [...]

CHIUDI
CLOSE