Popolare
qr_code

La Third Man Records pubblica il back catalogue della Paramount

Scritto da
/ / Scrivi un commento

White Fondation“C’è gente che per lavoro cerca di preservare la storia della cultura afro-americana, come la Libreria del Congresso, e imprese private, come la Paramount, a cui non fregava assolutamente nulla. A loro importava vendere dischi, e venderli entro il fine settimana: la prospettiva di archiviazione non faceva parte della loro visione. Ai loro occhi una canzone serviva solo per essere stampata e venire venduta. E così facendo, senza averne la minima idea, sono diventati uno dei più grandi archivi nella storia della cultura americana”.

Con questa riflessione, Dean Blackwood, il cofondatore della Revenant Records, che ha prodotto, tra gli altri, “Screamin’ and hollerin’ the blues: the worlds of Charley Patton” e il quarto capitolo della “Harry Smith’s anthology of american folk music”, ci introduce alla nuova operazione della Third Man Records, l’etichetta discografica di Jack White. Si tratta della riedizione, ovviamente in vinile, del back catalogue della Paramount Records, label che fino agli anni Trenta del Novecento ha prodotto maestri del jazz e del blues come Louis Armstrong, Ma Rainey, Fletcher Henderson, Blind Lemon Jefferson, Jelly Roll Morton, King Oliver e Ethel Walters. La prima uscita del catalogo è prevista per il 29 ottobre e si intitolerà “The rise and fall of Paramount Records, Volume one (1917-27)”. Nel cofanetto saranno compresi sei vinili da 180 grammi, duecento immagini restaurate prese dagli archivi della Paramount e una chiavetta USB con l’indice consultabile dei brani. Il numero successivo è previsto per novembre.

 

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 17 luglio 2018Selezione Nazionale COUPE MONDIALE (CIA)
  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

He comprends riens dans la musique (quarta parte)

Dopo il successo di L’oiseau de feu, quello di Petrouschka (1911). Nel nuovo lavoro di Igor Stravins[...]

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Marc Berthomieux: la melodia come colonna portante

Fisarmonicista di punta della scena francese e non solo, Marc Berthomieux è un musicista estremament[...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - seconda parte

Nel precedente articolo abbiamo visto che il primo pezzo per fisarmonica pubblicato da Adamo Volpi f[...]


Concorsi/Festival

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Il Conservatorio di Cagliari indice il 1°concorso di composizione per bandoneón

Al via il primo concorso al mondo in composizione per bandoneón L’iniziativa nasce per emancipare l[...]

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Sax Arts Festival 2018 - anteprima di prestigio con Pablo Ziegler

Il SaxArts Festival apre l'edizione 2018 con una anteprima prestigiosa di livello internazionale. Sa[...]

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per iscriversi alle selezioni del folkcontest Etnie Musicali

Ultimi giorni per inviare il materiale audio/video ed accedere alle selezioni del folkcontest Etnie [...]

CHIUDI
CLOSE