Popolare
qr_code

Ci ha lasciato Bob Brozman, etnomusicologo e virtuoso della chitarra

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Brozman resonator guitarBob Brozman, uno dei più grandi chitarristi del nostro tempo, ci ha lasciato pochi giorno fa. Il suo corpo è stato trovato senza vita nella sua casa in California, il 24 aprile. Daniel Thomas, suo stretto collaboratore di vecchia data e produttore, ha dichiarato sul Guardian che Brozman soffriva molto negli ultimi anni di problemi legati a un incidente in cui era stato coinvolto negli anni Ottanta, problemi che gli procuravano molto dolore e soprattutto gli impedivano di suonare come sapeva e voleva. In particolare con la mano sinistra non riusciva a suonare la steel guitar e durante le session del suo ultimo disco, “Fire in the mind”, uscito nel 2012, ci furono dei periodi in cui fu costretto a sospendere e questo fu estremamente difficile per lui.

Brozman era uno studioso attento e innovativo, oltre che un virtuoso della chitarra resofonica, volgarmente chiamata Dobro, nell’ambito della quale ha apportato importanti innovazioni, sia in campo stilistico che tecnico. Tra i suoi strumenti vi è infatti – come si può leggere nella pagina che gli dedica Wikipedia – “una versione baritonale della chitarra resofonica a tricono, al cui sviluppo ha attivamente contribuito nella seconda metà degli anni Novanta.

Nell’arco della sua lunga carriera ha collaborato con virtuosi di tutto il mondo, incidendo con loro dischi indimenticabili e unici. Tra questi ricordiamo “Mahima” (2003) con Debashish Bhattacharya (India), “Digdig” (2002) con Rene Lacaille (Isole Mascarene), “Songs of the volcano” (2005) con Papua New Guinea Stringbands, “Nankuru Naisa” e “Jin Jin” (2001 e 2000) con Takashi Hirayasu (Okinawa), “Ocean blues” (2000) Djeli Moussa Diawara (Guinea), “Four hands sweet and hot” (1999) con Cyril Pahinui (Hawaii).

 

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna è uno fra i fisarmonicisti italiani più creativi ed eclettici sulla scena odierna. Vu[...]

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Si è svolta Giovedì 29 Novembre presso la Sala della Lupa in Palazzo Montecitorio la consegna del Pr[...]

Felice Fugazza (1922 - 2007) - prima parte

Felice Fugazza (1922 - 2007) - prima parte

Nei precedenti articoli abbiamo messo in evidenza come negli anni Trenta e soprattutto Quaranta del [...]


Concorsi/Festival

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

AccorDuo e Beier al Jazz Accordion Festival   CASTELFIDARDO - Un matiné elegante e ritmat[...]

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Sabato al circolo Boccascena, il francese suona con Luca Pecchia e Andrea Alessi   CASTEL[...]

Domenico Saccente apre il Jazz Accordion Festival 2018 di Castelfidardo

Domenico Saccente apre il Jazz Accordion Festival 2018 di Castelfidardo

Venerdì all’On Stage club, ingresso libero, serata di improvvisazioni e jam session Domenico Saccen[...]