Altri orizzonti
qr_code

In arrivo ad ottobre la 67a stagione concertistica dello IUC

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Gidon KremerLa Quinta e la Settima Sinfonia di Beethoven, nella prestigiosa esecuzione dell’Orchestre des Champs Elysées diretta da Philippe Herreweghe inaugurano il 22 ottobre la 67a Stagione concertistica alla Università Sapienza di Roma (guarda il video di presentazione).

Il concerto della prestigiosa formazione in residence al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi e al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles è soltanto il primo di tanti eventi organizzati dall’ateneo capitolino attraverso l’Istituzione Universitaria dei Concerti. Grandi solisti, orchestre internazionali e giovani stelle, daranno vita a una stagione che si annuncia ricca di proposte di altissima qualità. A cominciare dalla prima esecuzione a Roma del nuovo lavoro di Nicola Piovani dal titolo Viaggi di Ulisse, “concerto mitologico per strumenti e voci registrate” che ha debuttato questa estate al Benevento Città Estate.

Tra i massimi violinisti del nostro tempo, Gidon Kremer propone pagine per violino solo come la Ciaccona di Bach e musiche d’insieme con la violincellista Giedre Dirvanauskaite e il pianista Andrius Zlabys. Ancora tra i violinisti, ritroveremo l’ex enfant prodige Stefan Milenkovich, oggi concertista affermato, nel Concerto “La Campanella” di Paganini con l’Orchestra Filarmonica di Belgrado.

Fra gli italiani, Mario Brunello interpreterà i due Concerti per violoncello di Haydn con l’Orchestra Giovanile Italiana, tenuta a battesimo da Riccardo Muti nel 1984 e insignita del “Premio Abbiati” nel 2004.

Non mancheranno appuntamenti con la musica antica e barocca, affidati ad interpreti specializzati e di fama mondiale come The Hilliard Ensemble, Rinaldo Alessandrini e il Concerto Italiano, il soprano Anna Caterina Antonacci impegnata in arie virtuosistiche con l’Accademia degli Astrusi, e il pianista iraniano Ramin Bahrami che affronterà pagine di Bach e Scarlatti.

Tra gli altri pianisti, spicca la presenza di Michele Campanella, Roberto Plano, Andrea Bacchetti con la Camerata Ducale e di due talenti che la IUC negli anni scorsi ha proposto per la prima volta al pubblico romano, divenuti nel frattempo star internazionali: Fazil Say e Khatia Buniatishvili. Un cenno a parte merita il programma beethoveniano ideato da Andrea Lucchesini che eseguirà, fra l’altro, il Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 in una versione cameristica di pugno di Beethoven, insieme al Quartetto di Cremona.

Proseguendo la linea dei quartetti “storici” intrapresa in questi anni, dopo l’Emerson e il Tokyo, sarà la volta del Quartetto Ysaÿe in un recital con musiche di Brahms, Fauré e Schubert.

In diverse serate saranno presentati per la prima volta a Roma i Vincitori del Concorso Internazionale “Tchaikovsky” 2011 di Mosca, appena designati in un’edizione che si è avvalsa della direzione artistica di Valery Gergiev.

La lungimiranza della IUC come talent scout ha un’ulteriore conferma nella carriera internazionale che sta facendo la giovane violinista Francesca Dego, apprezzata nel concerto inaugurale della passata stagione e che ritroveremo in recital cameristico insieme alla pianista Francesca Leonardi.

In ambito contemporaneo, avremo il prestigioso Ensemble Intercontemporain fondato da Pierre Boulez e una serata dedicata alla musica italiana del ‘900 con Andrea Morricone e Roma Sinfonietta.

Tra i progetti “speciali”: la serata Viento de Tango con un sestetto strumentale e la partecipazione del grande Miguel Angel Zotto e due coppie di ballerini, la proiezione del film La Febbre dell’Oro di Charlie Chaplin con le musiche originali di Chaplin dirette da Timothy Brock sul podio dell’Orchestra Italiana del Cinema, il fantasioso programma dal titolo Salti Mortali “una crociera in 1ªclasse sull’Acheronte” fra Händel e Michael Jackson con Antonio Ballista e il soprano Lorna Windsor, e il concerto fra jazz e swing della Duke Ellington Orchestra.

Infine, per la prima volta, gli abbonati potranno partecipare alla scelta di un programma indicando la propria preferenza tra le due alternative proposte dal pianista Emanuele Arciuli.

 

Per info su abbonamenti e costi consultare il sito ufficiale della manifestazione.

Autore: Filippo Consales

Filippo Consales ha scritto 125 articoli.



Gli appuntamenti

  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Germano Scurti: bayan, strumento foriero di ricerca e sperimentazione

Germano Scurti: bayan, strumento foriero di ricerca e sperimentazione

Germano Scurti è uno fra gli interpreti più blasonati a livello internazionale del bayan. Musicista [...]

Adamo Volpi (1911 - 1980) - sesta parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - sesta parte

Fin qui abbiamo illustrato i brani di Adamo Volpi più conosciuti ed eseguiti per fisarmonica sola; a[...]

I segreti della tecnica di base del Bandoneόn - Tutorial N. 4

I segreti della tecnica di base del Bandoneόn - Tutorial N. 4

Video Tutorial n. 4: In questo video parleremo della posizione in piedi, quando si può usare, quali [...]


Concorsi/Festival

1° Concorso Internazionale di Fisarmonica (CIF) a Castione Andevenno

1° Concorso Internazionale di Fisarmonica (CIF) a Castione Andevenno

L'Auditorium "Leone Trabucchi" di Castione Andevenno (Sondrio) ospiterà, nei giorni 10 e 11 Novembre[...]

Premio delle Arti di Composizione edizione 2018

Premio delle Arti di Composizione edizione 2018

Dopo le edizioni dedicate alla Fisarmonica e agli Strumenti a Percussione, il Conservatorio Statale [...]

Pordenone incontra Matera - Il programma del Fadiesis Accordion Festival

Pordenone incontra Matera - Il programma del Fadiesis Accordion Festival

Sarà il M° Cesare Chiacchiaretta ad aprire l'edizione 2018 del Fadiesis Accordion Festival con la pr[...]

CHIUDI
CLOSE