Notizie dal mondo
qr_code

Nel 2015 si celebra il centenario della nascita di Alan Lomax

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Lomax CentenarioIl 2015 è il centenario della nascita di Alan Lomax e in tutto il mondo si stanno organizzando iniziative per celebrare la sua opera e il suo lavoro di ricerca sulle musiche popolari di tutto il mondo. Lomax – come abbiamo già scritto in questa rubrica – è nato in Texas e fin da giovanissimo, a seguito di suo padre, ha intrapreso il lavoro di raccolta dei repertori musicali popolari. Nelle prime fasi della sua ricerca si è dedicato alle musiche americane – sopratutto del sud degli Stati Uniti, ma non solo – per poi intraprendere un lungo viaggio che lo ha portato a lavorare in tutto il mondo, compresa l’Italia. Tra le iniziative che ricorderanno questo straordinario studioso – che ha ricoperto un ruolo fondamentale anche per le carriere di artisti come Leadbelly e addirittura Bob Dylan – quelle che assumono maggiore rilevanza sono state organizzate da Cultural Equity, l’associazione fondata da Lomax nel 1983. Iniziamo dalla prima, perché ci interessa più da vicino. Il 31 gennaio scorso – il giorno del compleanno dello studioso di Austin – è stata organizzata a Catania l’iniziativa “Omaggio ad Alan Lomax (Homage to Alan Lomax)”, durante la quale è stata esposta una mostra fotografica e si sono esibiti vari artisti, tra cui la Civita Folk Orchestra, Mimì Sorrentino e gli Accusati, M. Cuzzocrea & F. Barbanera. L’evento è stato organizzato dal club La Lomax. La radio KBOO ha organizzato “Alan Lomax Centennial Celebration”, uno special di tredici ore di programmazione sui materiali registrati da Lomax. È stato realizzato a Louisville, in Kentucky, l’evento “Alan Lomax: Folklorist Filmmaker”, una maratona di sei ore di proiezioni di film e footage dei viaggi di Lomax ad Haiti, in Kentucky e in Michigan. Infine l’associazione ha organizzato “Am I born to die?”, un pomeriggio di performance a Londra, al Caroline Gardens Chapel, durante il quale si sono esibiti The Own Service, GentleFolk, Long Pike Follow, Nancy Wallace, Justin Hopper, Lost Harbours, You Are Wolf, Sharron Krauss & Plinth.

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Giosi Cincotti: passione e curiosità al centro di tutto

Giosi Cincotti: passione e curiosità al centro di tutto

Musicista morbosamente curioso, dalle mente elastica, sempre orientato verso nuovi territori sonori [...]

Videoclip n. 9 sulla tecnica della Fisarmonica Diatonica

Videoclip n. 9 sulla tecnica della Fisarmonica Diatonica

Questo videoclip sulla fisarmonica diatonica è dedicato ad una esercitazione sugli accordi per la ma[...]

Le recensioni di S&M: LA VITA SEMPLICE – Marco Tuma

Le recensioni di S&M: LA VITA SEMPLICE – Marco Tuma

Raffinate melodie che rimangono impresse nella mente di primo acchito e placidità comunicativa rappr[...]


Concorsi/Festival

Il Santa Cecilia è la sede del Premio delle Arti sottosezione Fisarmonica

Il Santa Cecilia è la sede del Premio delle Arti sottosezione Fisarmonica

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca direzione Generale per lo studente, lo[...]

Al

Al "Santa Cecilia" la 5° edizione del Festival Contemporaneamente Fisarmonica

Il Conservatorio di Musica "Santa Cecilia" presenta la 5° edizione del Festival della Fisarmonica Co[...]

Bianco e Sponta i

Bianco e Sponta i "portabandiera" dell'Italia alla Coupe Mondiale 2018

Chiuso il sipario sulla brillante edizione della 70°Coupe Mondiale CIA, la città di Osimo ha ospitat[...]

CHIUDI
CLOSE