Concorsi/Festival
qr_code

Festival Le forme del suono 2015: Il programma del 23 Maggio

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Le forme del suono 2015FESTIVAL LE FORME DEL SUONO 2015

6° edizione 

Sabato 23 Maggio  

Auditorium Roffredo Caetani del Conservatorio di Latina 

 

 

 

 

 

 

  • ore 18

Conservatorio Auditorium “Roffredo Caetani”

concerto

Mauro Bortolotti e la sua Scuola

Cristiana Arcari, soprano – CorEnsemble – Carlotta Raponi, flauto – Daniele Dian, clarinetto – Andrea Puccetti, corno – Rocco Degola, trombone – Francesco Peverini, violino – Gianfranco Borreli, viola – Alessio Toro, viola** – Paolo Andriotti, violoncello – Roberto Leone, contrabbasso – Andrea Feroci pianoforte – Francesco Belli direttore.

In collaborazione con Nuova Consonanza, Roma

 

Mauro Bortolotti

Nell’impoetico mondo 

per soprano, clarinetto, corno, trombone, violino, violoncello, contrabbasso.

 
Lucia Ronchetti

Studi profondi 

per viola sola**

 
Fabrizio De Rossi Re

Appunti dal nero 

per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte.

 
Mauro Bortolotti

Pour le piano

per pianoforte solo.

 
Roberto Ventimiglia

Des poires Sati(e)riques en forme d’Erik* 

per soprano, clarinetto, corno, trombone, pianoforte, violino, viola, violoncello e contrabbasso.

 
Patrizio Esposito

Studio*

per voce, flauto, clarinetto, corno, trombone, pianoforte, violino, viola, violoncello e contrabbasso.

*prima esecuzione assoluta

 

Sabato 23 Maggio, alle ore 18, nuovo, imperdibile appuntamento con il Festival Le Forme del Suono del Conservatorio di Latina.

Il concerto dal titolo Mauro Bortolotti e la sua Scuola è il secondo di tre appuntamenti dedicati a Mauro Bortolotti (1926-2007), nati dalla collaborazione tra Nuova Consonanza, il Comune di Narni e il Conservatorio di Musica Ottorino Respighi di Latina.

Protagonista della cultura musicale del Novecento, Bortolotti è stato tra gli esponenti più attivi ed eminenti della avanguardia musicale romana, con una poliedrica e vastissima attività di ricerca e produzione musicale condotta parallelamente ad una preziosa funzione didattica che lo ha visto docente di molti compositori destinati a rivestire nei decenni successivi ruoli di primo piano nella scena musicale italiana (tra gli altri, Fabrizio De Rossi Re, Patrizio Esposito, Lucio Gregoretti, Lucia Ronchetti, Paolo Rotili, Fausto Sebastiani).

Bortolotti è stato tra i fondatori di Nuova Consonanza, di cui è stato Presidente nel triennio 1983-1985 e nel biennio 1995-1996, ed ha insegnato composizione nei Conservatori Licinio Refice di Frosinone e Santa Cecilia di Roma. Particolare rilievo ha assunto, lungo l’intero arco della sua produzione, il profondo rapporto con la poesia, che lo ha spinto a musicare, tra gli altri, testi di Scotellaro, Eluard, Cummings, Berryman, Pasolini, Giuliani, Pessoa.

Nell’impoetico mondo composto nel 1989, per soprano e strumenti, il testo di Edoardo Sanguineti diventa anche di Bortolotti (“Sono con te, poeta/….sono con te, nel cuore e nelle viscere, che mi ritorni come fratello infelice”) il quale le riveste di suoni che ne accompagnano egregiamente la trattenuta e dolorosa apparizione; il secondo lavoro di Bortolotti nel programma Pour le piano, composto nel 1969, presenta tre movimenti ognuno con una dedica “a Brunetto ed Emilia Boscherini (Mosso), a Th. W. Adorno (in memoriam), a Mario Bortolotto”.

Come enunciato dal titolo del concerto compaiono brani di alcuni esponenti della sua scuola: Fabrizio De Rossi Re, Patrizio Esposito e Lucia Ronchetti.

Appunti dal nero (varianti dall’originale) di De Rossi Re, per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte, nato dall’idea di ampliare, rivisitare e trasfigurare il brano Nero, nero scritto precedentemente per pianoforte solo in occasione del 25° Festival di Nuova Consonanza.

Studi profondi  della Ronchetti, è per viola sola, composto nel 1984 durante il periodo di studi con Bortolotti. Come spiega la compositrice, «gli studi erano un tentativo di trasferire alcuni processi visivi nella sonorità della viola, studiandone le possibilità timbriche e forzando la temporalità della performance, con esasperate contrazioni e dilatazioni del tactus, collegate alla quasi immobilità o impercettibile rapidità degli eventi». Studio per ensemble di Patrizio Esposito nasce come lavoro da camera preparatorio a una composizione per orchestra sulla Grande Guerra, di cui quest’anno ricorre il 100° anniversario. Partendo da un paesaggio sonoro basato su fonti acustiche d’epoca e non, l’autore ha realizzato una partitura vera e propria trasfigurando e piegando quelle immagini acustiche alle sue necessità espressive. Nel concerto si ascolta un lavoro del giovane compositore

Roberto Ventimiglia (allievo di Paolo Rotili e quindi anch’egli legato alla Scuola di Bortolotti) dal titolo Des poires Sati(e)riques en forme d’Erik per soprano ed ensemble, che ripercorre la passione di Bortolotti per la poesia contemporanea, ed usa sei testi tratti dalla raccolta Ventuno poesie in forma di pera 2009-2013 di Francesco Giordani.

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1115 articoli.



Gli appuntamenti

  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Adamo Volpi (1911 - 1980) - sesta parte

Adamo Volpi (1911 - 1980) - sesta parte

Fin qui abbiamo illustrato i brani di Adamo Volpi più conosciuti ed eseguiti per fisarmonica sola; a[...]

I segreti della tecnica di base del Bandoneόn - Tutorial N. 4

I segreti della tecnica di base del Bandoneόn - Tutorial N. 4

Video Tutorial n. 4: In questo video parleremo della posizione in piedi, quando si può usare, quali [...]

Tutti i segreti del Bayan - Russian Bayan school and its outstanding performers

Tutti i segreti del Bayan - Russian Bayan school and its outstanding performers

Il 28 Settembre 2018 ricorre l'80° anniversario della nascita di una delle figure più significative [...]

Concorsi/Festival

Premio delle Arti di Composizione edizione 2018

Premio delle Arti di Composizione edizione 2018

Dopo le edizioni dedicate alla Fisarmonica e agli Strumenti a Percussione, il Conservatorio Statale [...]

Pordenone incontra Matera - Il programma del Fadiesis Accordion Festival

Pordenone incontra Matera - Il programma del Fadiesis Accordion Festival

Sarà il M° Cesare Chiacchiaretta ad aprire l'edizione 2018 del Fadiesis Accordion Festival con la pr[...]

Mario Piluso si aggiudica il Premio delle Arti sezione fisarmonica

Mario Piluso si aggiudica il Premio delle Arti sezione fisarmonica

Si è appena conclusa l’ultima edizione del Premio delle Arti, sezione Fisarmonica, presso il Conserv[...]

CHIUDI
CLOSE