Concorsi/Festival
qr_code

24° Festival Musicale del Mediterraneo: Genova dal 25 Giugno al 4 Luglio

Scritto da
/ / Scrivi un commento

“Musiche degli Déi” è il titolo dell’edizione 2015, dedicata al rapporto universale che unisce la religione alla musica e alla danza.

10 giorni di concerti con più di 30 artisti provenienti da tutto il mondo pronti a esibirsi nei palazzi storici, nei musei e nelle piazze del centro storico di Genova. Una programmazione originale, con molte prime nazionali, tesa a mandare un messaggio di solidarietà e armonia tra i popoli, attraverso la promozione di diverse identità culturali associate ai credi religiosi.

La rassegna internazionale è curata da Davide Ferrari e organizzata dall’Associazione Echo Art.

 

24° Festival del MediterraneoDal 25 giugno al 4 luglio 2015 ritorna a Genova il Festival Musicale del Mediterraneo, rassegna internazionale dedicata alla scoperta e alla valorizzazione delle musiche rare.

Intitolata “Musiche degli Dèi”, la 24° edizione è interamente dedicata al ruolo della spiritualità nella musica, con una programmazione che prevede esibizioni di artisti nazionali e internazionali nei prestigiosi palazzi e musei del centro storico e nei luoghi più suggestivi della città.

Per 10 giorni consecutivi, più di 30 artisti provenienti da 10 Paesi diversi, con una forte rappresentanza di giovani musicisti, alterneranno musiche e danze legate alle principali dottrine religiose – dal cristianesimo all’ebraismo e all’islamismo, dallo shintoismo al buddhismo, dal confucianesimo sino ad arrivare all’animismo e allo shamanismo – per approfondire il rapporto inscindibile che lega la musica alla spiritualità. La musica è presente nella storia e nei riti di tutte le religioni come il mezzo in grado di mettere in contatto l’uomo con la divinità.

“Con la scelta di un tema complesso e universale come il rapporto tra le religioni, la 24° edizione del Festival Musicale del Mediterraneo intende proporsi come un’occasione di riflessione e possibilità d’incontro e rispetto tra culture e popoli differenti. – racconta Davide Ferrari, direttore artistico e organizzativo – Si tratta di un’edizione che riteniamo particolarmente importante, in un momento storico dove cresce e si espande l’intolleranza per le diversità. Come da nostra tradizione, abbiamo puntato su artisti poco noti al grande pubblico, ma di grande qualità e spessore internazionale, con esibizioni originali e prime assolute per un programma che porti le musiche del mondo in mezzo al mondo della città di Genova”.

Il Festival si aprirà giovedì 25 giugno alle 21 a Palazzo Tursi, con una delle rarissime esibizioni dei Pigmei Ndima, un gruppo di cantanti, musicisti e danzatori la cui tecnica di “Canto polifonico” è stata definita dall’Unesco uno dei Tesori Culturali Intangibili dell’Umanità. Tra gli appuntamenti di maggior rilievo: venerdì 26 giugno alle 21 a Palazzo Rosso il duo di musiciste israeliane Rali Margalit & Sivan Yonna, accompagnate dal percussionista Simone Mongelli; sabato 27 giugno alle 21 a Palazzo Tursi dall’India l’eclettico Music Ensemble of Benares; lunedi 29 giugno alle 20.30 a Palazzo Tursi l’esibizione dei menestrelli sciamanici sudcoreani Noreum Machi; martedì 30 giugno alle 20.30 nel chiostro di S.M. delle Vigne il coro Arkansé, in grado di fondere in un unico linguaggio le diverse tradizioni musicali dell’Europa cristiana; mercoledì 1 luglio alle 19 a Castello d’Albertis il suonatore di ehru – strumento a 2 corde appartenente alla famiglia del violino – Guo Gan, espressione del confucianesimo cinese; venerdì 3 luglio alle 21 a Palazzo Ducale lo spettacolo dei Monaci tibetani di Tashi Lhunpo, con un’esibizione che comprende canti, danze sacre, rituali in maschera e preghiere buddhiste. A concludere la 10 giorni di concerti, sabato 4 luglio alle 21 a Palazzo Ducale, un appuntamento unico: l’affascinante danza circolare praticata da Indira Mellou & Galata Mevlevi, ensemble derviscia tutta al femminile, per la prima volta in Italia.

I biglietti possono essere acquistati direttamente presso la sede dei concerti. Il costo dei singoli spettacoli è di 10 euro ciascuno mentre l’abbonamento per l’intero festival è in vendita al prezzo di 50 euro (i biglietti possono essere prenotati scrivendo a info@echoart.org).

Saranno invece aperte gratuitamente al pubblico le esibizioni del World Percussion Meeting, che per tutta la durata del Festival animerà le strade e le piazze del quartiere della Maddalena con i ritmi percussivi di musicisti asiatici, africani, italiani e sudamericani.

I concerti, come da tradizione, si svolgeranno in palazzi e piazze storiche, luoghi tra i più suggestivi e affascinanti di Genova: Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi, palazzi seicenteschi di Via Garibaldi dichiarati dall’UNESCO Patrimonio dell’ Umanità; i Saloni del Maggior e Minor Consiglio di Palazzo Ducale, il principale edificio storico e cuore culturale della città; il meraviglioso chiostro della chiesa di Santa Maria delle Vigne e la splendida residenza di Castello d’Albertis, dimora del capitano di mare Enrico D’Albertis.

Ideato e prodotto dall’associazione Echo Art e curato da Davide Ferrari, direttore del Festival e della Banda di Piazza Caricamento, il Festival Musicale del Mediterraneo vanta il patrocinio dell’UNESCO e il contributo di Regione Liguria, Comune di Genova, Bando Arti Sceniche Compagnia di San Paolo, Fondazione Palazzo Ducale, Camera di Commercio di Genova; Tasco, Iren e Coop, sponsor istituzionali del Comune di Genova.

Dopo avere festeggiato i suoi 30 anni di attività nel 2014, l’associazione Echo Art, fondata nel 1984 dalla pianista e compositrice Chiara Cipolli e dai polistrumentisti Michele e Davide Ferrari, prosegue nella sua attività di promozione della musicoterapia e delle musiche del mondo a Genova. Echo Art ha sempre operato nel campo delle musiche tradizionali e di ricerca, realizzando molteplici progetti, dai festival a pubblicazioni discografiche a installazioni di arte visiva, a partire dai confini del Mediterraneo per coinvolgere musiche vicine e lontane nel mondo.

 

 

CONSULTA IL CALENDARIO DEI CONCERTI

Per prenotazioni e biglietti scrivere a: info@echoart.org

 

Per informazioni:

Festival Musicale del Mediterraneo

tel: 0102542604 / e-mail:  info@echoart.org

facebook: FestivalMusicaleDelMediterraneo

 
Ufficio Stampa Festival del Mediterraneo

Fede Gardella 335/8308666

Paolo Nouvion  349/4597079; 010/5761700

gardella@studiocomunicazionegardella.it

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1115 articoli.

Scrivi un commento

Devi essere connesso per inserire un commento.



Gli appuntamenti

  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

I segreti della tecnica di base del Bandoneόn - Tutorial N. 4

I segreti della tecnica di base del Bandoneόn - Tutorial N. 4

Video Tutorial n. 4: In questo video parleremo della posizione in piedi, quando si può usare, quali [...]

Tutti i segreti del Bayan - Russian Bayan school and its outstanding performers

Tutti i segreti del Bayan - Russian Bayan school and its outstanding performers

Il 28 Settembre 2018 ricorre l'80° anniversario della nascita di una delle figure più significative [...]

Le recensioni di S&M: PINTURAS – Ugo Moroni

Le recensioni di S&M: PINTURAS – Ugo Moroni

Temi bizzarri, accattivanti, corroborati da un forte impatto sonoro. Pinturas è il nuovo episodio di[...]

Concorsi/Festival

Premio delle Arti di Composizione edizione 2018

Premio delle Arti di Composizione edizione 2018

Dopo le edizioni dedicate alla Fisarmonica e agli Strumenti a Percussione, il Conservatorio Statale [...]

Pordenone incontra Matera - Il programma del Fadiesis Accordion Festival

Pordenone incontra Matera - Il programma del Fadiesis Accordion Festival

Sarà il M° Cesare Chiacchiaretta ad aprire l'edizione 2018 del Fadiesis Accordion Festival con la pr[...]

Mario Piluso si aggiudica il Premio delle Arti sezione fisarmonica

Mario Piluso si aggiudica il Premio delle Arti sezione fisarmonica

Si è appena conclusa l’ultima edizione del Premio delle Arti, sezione Fisarmonica, presso il Conserv[...]

CHIUDI
CLOSE