Notizie
qr_code

È stata inaugurata a Perugia la Scuola si Musica Popolare e Antica

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Musiche tradizionali dell'UmbriaDomenica otto marzo è stata inaugurata, a Perugia, la Scuola si Musica Popolare e Antica. Si tratta di uno dei progetti dell’associazione culturale di promozione sociale ArtMusique, nata alcuni anni fa con lo scopo di “riscoprire e diffondere la musica e la danza, particolarmente quella popolare e antica, quali strumenti per costruire dialogo e confronto”. Il progetto si inserisce in un contesto (quello umbro e non solo perugino) che, a differenza di altre regioni italiane, presenta alcune lacune in fatto soprattutto di musiche popolari. Per quanto riguarda i repertori antichi, possiamo dire che il nostro territorio è anzi all’avanguardia, potendo vantare la presenza dell’Ensemble Micrologus (attivo dalla prima metà degli anni Ottanta) e del Centro studi europeo di musica medievale “Adolfo Broegg” (fondato e gestito dagli stessi membri dell’ensemble). Le musiche popolari sono state e sono tuttora raccolte e studiate (la tradizione regionale di studi etnomusicologici nasce con le prime ricerche effettuate con criteri scientifici da Diego Carpitella e Tullio Seppilli negli anni Cinquanta e oggi può contare sulla presenza di una cattedra all’Università, oltre che sul dinamismo di diversi studiosi), ma sul piano della riproposta e, in generale, dell’interesse nei confronti dei repertori popolari e della loro diffusione, l’Umbria rimane in secondo piano sullo scenario nazionale. La costituzione di una scuola di musica popolare può rappresentare un buon volano per la diffusione dell’interesse (oltre che della conoscenza) nei confronti di queste produzioni espressive. Per questo credo sia utile (rimandando ovviamente valutazioni più specifiche sui contenuti e i metodi dei corsi) divulgarne la fondazione. I corsi attivati finora sono quelli di arpa celtica, chitarra battente, cornamuse tradizionali, ciaramelle, organetto, percussioni, tin whistle irlandese, violino popolare, e zampogne. E sono affidati a musicisti bravi ed esperti, tra i quali ricordiamo Goffredo Degli Esposti (tra i maggiori esperti europei di aerofoni), Pierluigi Serrapede, Katerina Ghannudi, Stefano Delvecchio.

Per info: www.artmusique.it

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna è uno fra i fisarmonicisti italiani più creativi ed eclettici sulla scena odierna. Vu[...]

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Si è svolta Giovedì 29 Novembre presso la Sala della Lupa in Palazzo Montecitorio la consegna del Pr[...]

Felice Fugazza (1922 - 2007) - prima parte

Felice Fugazza (1922 - 2007) - prima parte

Nei precedenti articoli abbiamo messo in evidenza come negli anni Trenta e soprattutto Quaranta del [...]


Concorsi/Festival

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

AccorDuo e Beier al Jazz Accordion Festival   CASTELFIDARDO - Un matiné elegante e ritmat[...]

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Sabato al circolo Boccascena, il francese suona con Luca Pecchia e Andrea Alessi   CASTEL[...]

Domenico Saccente apre il Jazz Accordion Festival 2018 di Castelfidardo

Domenico Saccente apre il Jazz Accordion Festival 2018 di Castelfidardo

Venerdì all’On Stage club, ingresso libero, serata di improvvisazioni e jam session Domenico Saccen[...]