Fisarmonica
qr_code

Il mondo della fisarmonica piange la scomparsa del M° Giuseppe Spera

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Giuseppe SperaIl mondo della fisarmonica piange la scomparsa di un altro veterano, di un insegnante che ha dedicato tutta la sua esistenza alla musica e ai giovani. Giuseppe Spera, nato nel 1920, ha frequentato le scuole fino alla licenza media che per l’epoca era una rarità e, in età adulta, ciò gli permise di lavorare per tanti anni come dipendente del Comune di Terni (in particolare nelle delegazioni di Cesi e Giuncano dove veniva considerato “il Sindaco” per la capacità di risolvere i piccoli problemi amministrativi dei cittadini nella veste di ufficiale di stato civile, anagrafe e protocollo). Resta memorabile la sua splendida grafia utilizzata sia per i semplici appunti sia nella trascrizione dei registri ufficiali.

Da ragazzo si dedicò allo studio della musica e della fisarmonica sua fedele compagna di innumerevoli serate presso le quali si recava, in principio, con la bicicletta e lo strumento sulla schiena. Proprio nel corso di una di queste conobbe la signora Rosa, dalla quale ha avuto 2 figlie. Pur non avendo titoli da esibire, la sua solida cultura musicale gli permise di insegnare solfeggio e saxofono (che strimpellava lui stesso) ai ragazzi della banda di Acquasparta e, successivamente, a molti giovani fisarmonicisti. Una delle sue passione era quella della trascrizione per fisarmonica di musiche con diverse tonalità e delle partiture per fisorchestre di musica sinfonica e leggera. Il tutto con una notazione degna di una casa editrice, a prova di prima vista per tutti! È stato membro del CDMI ai tempi del M° Bio Boccosi con il quale era amico al pari del compianto M° Gervasio Marcosignori. Per circa 20 anni ha organizzato la rassegna per fisarmonicisti e gruppi di fisarmoniche di Acquasparta, chiamando come ospiti d’onore artisti come lo stesso Marcosignori, Beltrami, Zubitsky, Patarini e tanti altri.

Persona altruista e disinteressata, negli ultimi anni ha collaborato con la CGIL-SPI, ha costituito la sezione di Acquasparta dell’Università della terza età ed ha presieduto la sezione di Terni dell’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra.

È stato nominato Cavaliere al merito della Repubblica Italiana (G.U. 147 del 25/06/1996). Si è spento nelle prime ore del 2 luglio 2013.

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1109 articoli.



Gli appuntamenti

  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Il nemico che non può uccidere - Sigmund Freud e la musica (1° parte)

Il nemico che non può uccidere - Sigmund Freud e la musica (1° parte)

Premetto che in fatto d’arte non sono un intenditore, ma un profano. Ho notato spesso che il contenu[...]

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

Contenuti e quantità, tradizione e innovazione, eventi di nicchia e bagni di folla per la notte dell[...]

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

Tre vittorie per l'Italia, una a testa per Lituania e Portogallo. Le prime due giornate del Premio I[...]


Concorsi/Festival

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

Il russo Vladimir Stupnikov vince la categoria per concertisti più prestigiosa Contenuti e qualità:[...]

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

La scuola italiana in evidenza nella categoria "virtuoso" con due giovani talenti   CASTE[...]

PIF 2018 - closing party dalle 20:00 con Riccardo Tesi & Banditaliana

PIF 2018 - closing party dalle 20:00 con Riccardo Tesi & Banditaliana

Il programma di domenica: closing party dalle 20:00 con Riccardo Tesi & Banditaliana Un Premio [...]

CHIUDI
CLOSE