Concorsi/Festival
qr_code

La Sabina è sempre più in Jazz… dal 25 luglio al 14 agosto

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Fara Music Festival – Farfa Voice Festival – Sabina Music Summer

dal 25  luglio al 14 agosto 2016

La Sabina è sempre più JAZZ…

14 concerti gratuiti

 

kadri VoorandUna rassegna speciale dove non mancheranno, spettacoli, gastronomia, artigianato e attività culturali di grande livello. Anche quest’anno l’estate della Sabina si tinge di Jazz con 14 concerti gratuiti che vedranno alternarsi musicisti del panorama internazionale ed artisti della scena nazionale. Dal 25 al 31 luglio, dunque, largo alla decima edizione del Fara Music che come tradizione avrà luogo nello splendido borgo medievale di Fara in Sabina. I concerti proseguiranno ad agosto con la rassegna Farfa Voice Festival che, invece, si terrà presso il chiostro dell’Abbazia di Farfa dal 5 al 7 agosto e con Sabina Music Summer che prenderà piede dal 12 al 14 agosto nell’omonima location.

 

FARA MUSIC FESTIVAL  X EDIZIONE dal 25 al 31 luglio – Fara in Sabina

Un borgo medievale dal fascino innato che anche quest’anno si trasformerà in una cittadina ricca di musica, arte e cultura. Questi gli ingredienti del Fara Music Festival che, giunto alla decima edizione, prenderà piede dal 25 al 31 luglio presso Fara in Sabina. Un palcoscenico che vedrà alternarsi progetti italiani ed europei e che per tutta la durata del Festival diventerà capitale del jazz nel Lazio ospitando musicisti di grande livello e attività collaterali che vanno dall’artigianato, all’enogastronomia alla didattica.

La rassegna comincerà il 25 luglio con il concerto degli Zadeno Trio, vincitori del “Premio Fara Music Jazz Live” nell’edizione 2015. Ad alternarsi sul palcoscenico principale del Festival ci sarà il trio capitanato da Roberto Gatto e completato da Dario Deidda & Sam Yahel, mentre per quanto riguarda i progetti internazionali largo al quartetto di Kadri Voorand, vocalist che nel 2016 ha vinto il premio come miglior jazzista di Estonia e che dopo aver realizzato l’album presso il Tube Recording Studio, ha ottenuto premio come miglior disco estone del 2016.

Tra gli altri musicisti di rilevanza internazionale che si esibiranno al Fara Music ci saranno anche Jonathan Kreisberg & Nelson Veras duo e il quartetto polacco Paweł Kaczmarczyk Audiofeeling trio & Mr Krime DeconstructiON. Sabato 30 a salire sul palcoscenico sarà invece il Duo composto dal chitarrista brasiliano Roberto Taufic, e dal clarinettista Gabriele Mirabassi. La formazione ospiterà una delle più belle voci del panorama nazionale, ovvero la cantante Tosca. Ultimo appuntamento del Fara Music Festival sarà il trio statunitense composto da Kelvin Sholar al pianoforte, Josh Ginsburg al contrabbasso e Marlon Browden alla batteria,

  • 25 luglio Zadeno Trio

Fara Music Festival apre ufficialmente i battenti con il concerto degli Zadeno Trio, vincitori del premio Fara Music Jazz Live del 2015. La formazione che porterà in scena l’ultimo progetto dal titolo Holes in The Ground, prodotto dall’etichetta Emme Record Label, sarà composta da Claudio De Rosa al sax, Jacopo Zanette alla batteria, Alessio Bruno al contrabbasso. Un progetto rigorosamente pianoless che affonda le radici in quella tradizione bebop dove lo swing è un elemento caratterizzante che lascia ampio spazio all’improvvisazione pura. Zadeno Trio è una formazione brillante, ben calibrata dove l’interplay unito all’estro dei singoli diventa senza dubbio un elemento caratterizzante e identificativo

  • 26 luglio Roberto Gatto Trio feat. Dario Deidda & Sam Yahel

Un progetto dal sapore internazionale capitanato da Roberto Gatto che vedrà la partecipazione di Dario Deidda al basso elettrico e di Sam Yahel al pianoforte. La formazione che sarà di scena al Fara Music Festival sarà alle prese con un repertorio legato alla tradizione che, tuttavia, verrà rivisitato in una chiave del tutto moderna ed internazionale. Non a caso Roberto Gatto, nei suoi continui viaggi negli Stati Uniti, ha instaurato un ponte comunicativo con la musica d’oltreoceano e con artisti quali Sam Yahel. Un suono moderno, dunque, a metà tra acustico ed elettrico che strizza l’occhio agli standard coniugando tradizione, sperimentazione e soprattutto improvvisazione.

  • 27 luglio Kadri Voorand Quartet

Terzo appuntamento del Fara Music Festival sarà con la talentuosa vocalist estone Kadri Voorand che andrà in scena con il suo quartetto composto da Virgo Sillamaa alla chitarra, Taavo Remmel al contrabbasso, Atho Abner alla batteria. L’artista originaria di Tallin nel 2016 ha vinto il premio come miglior jazzista di Estonia 2016 e inoltre ha realizzato l’album presso il Tube Recording Studio di Fara in Sabina, vincendo il premio come miglior disco estone del 2016. Quella di Kadri Voorand è una voce potente, elegante e grintosa caratterizzata da una grande inclinazione verso l’improvvisazione pura e da una creatività fuori dal comune. Per queste ragioni la vocalist ha fatto breccia nel pubblico nazionale e tra gli amanti del jazz internazionale.

  • 28 luglio Jonathan Kreisberg & Nelson Veras

Un duo d’eccezione composto da due chitarristi apprezzati a livello internazionale quali Jonathan Kreisberg, presente anche come insegnante, e Nelson Veras. Il Fara Music Festival sarà l’occasione per questo incontro a sei corde con due virtuosi dello strumento. Jonathan Kreisberg, nato a New York in uno dei cuori pulsanti del jazz, è un musicista che parla diversi linguaggi e che affonda le sue radici nel jazz, nel funk e nel rock progressive. Diversa, invece, l’estrazione di Nelson Veras, che attraverso la sua tecnica virtuosa ed elegante non tradisce le sue origine brasiliane. Un incontro tra due mondi e modi diversi di intendere la musica e la cultura.

  • 29 luglio Paweł Kaczmarczyk Audiofeeling trio & Mr Krime DeconstructiON

Fantasia e creatività per una musica che supera i confini. Queste le caratteristiche del Paweł Kaczmarczyk Audiofeeling trio che vedrà il talentuoso pianista polacco nel ruolo del leader e andrà in scena per il quinto appuntamento del Fara Music Festival. La formazione è completata da Maciej Adamczak al contrabbasso e Dawid Fortuna alla batteria con la speciale partecipazione di Wojciech Długosz all’elettronica, nel ruolo di Mr Krime DeconstructiON. Un progetto visionario che fonde il jazz con la musica elettronica discostandosi dalla tradizionale formazione del trio cool aprendo la strada alla contaminazione stilistica fra  generi diversi.

  • 30 luglio Roberto Taufic – Gabriele Mirabassi feat. Tosca

Un omaggio alla tradizione brasiliana con una formazione del tutto nuova che suonerà in anteprima al Fara Music Festival. A salire sul palcoscenico il trio composto dal chitarrista brasiliano Roberto Taufic, dal clarinettista Gabriele Mirabassi e dalla vocalist Tosca. Il concerto sarà diviso in due parti e comincerà con il progetto in duo “um Brasil diferente” dove Mirabassi e Taufic interpreteranno, in una chiave di lettura personale, brani identificativi della tradizione brasiliana. Il repertorio sarà composto da composizioni originali e soprattutto da brani che nel corso di epoche hanno fatto parte dell’immaginario collettivo di intere generazioni. Nella seconda parte, invece, salirà sul palcoscenico del Festival la vocalist Tosca e il trio eseguirà composizioni che portano la firma del maestro Guinga.

  • 31 luglio Kelvin Sholar – Josh Ginsburg – Marlon Browden Trio

Ultimo appuntamento del Fara Music Festival sarà con il trio composto da Kelvin Sholar al pianoforte, Josh Ginsburg al contrabbasso e Marlon Browden alla batteria. Un concerto dal sapore internazionale con tre musicisti nativi del nuovo continente aperti a linguaggi innovativi ed originali. Kelvin Sholar è infatti un pianista di grande talento, capace di fondere il jazz con la classica e con la musica elettronica. Josh Ginsburg, anche lui di origine americana, è un contrabbassista che ha all’attivo moltissime collaborazioni a livello internazionale così come il batterista Marlon Browden, residente a Berlino. Una chiusura in grande stile per un Festival che come nelle precedenti edizioni coniuga il meglio della musica italiana ed internazionale.

 

FARFA VOICE FESTIVAL  IV EDIZIONE dal 5 al 7 agosto – Chiostro dell’Abbazia di Farfa

Una grande attenzione alle nuove proposte, agli artisti emergenti e soprattutto alla musica che si rinnova. Queste le caratteristiche di Farfa Voice, rassegna direttamente prodotta da Emme Produzioni Musicali che anche quest’anno, come vuole la tradizione, animerà le calde serate d’agosto della Sabina. Il festival, giunto ormai alla quarta edizione, si svolgerà all’interno del borgo di Farfa, in una location suggestiva e ricca di fascino, punta di diamante dell’intera area geografica e ormai luogo d’incontro per musica e cultura. Come nelle precedenti edizioni, dunque, la manifestazione sarà un vero e proprio tributo alla “voce” con l’alternarsi di cantanti di grandissimo livello. Ad affiancare le talentuose vocalist che si alterneranno su questo palcoscenico consacrato al jazz, alcuni dei musicisti più interessanti dell’etichetta Emme Record Label.

Primo appuntamento del Farfa Voice sarà con Claudio Leone che andrà in scena con il suo progetto in trio completato da Stefano Battaglia al contrabbasso, Francesco Merenda alla batteria e con la partecipazione speciale della vocalist Lydia Lyon. Secondo concerto all’interno del suggestivo borgo di Farfa sarà con la formazione capitanata dal chitarrista Filippo Cosentino che vedrà salire sul palcoscenico Lucrezio de Seta alla batteria, Giovanni Sanguineti al contrabbasso e Federica Gennai alla voce. A concludere la rassegna in grande stile una formazione rigorosamente hard Bob, ovvero gli Slightly Out 5tet, composti da Francesco Giustini alla tromba e flicorno, Benedetto Burchini al sax tenore, Enrico Orlando al pianoforte, Nicola Ferri al contrabbasso e Andrea Croci alla batteria. Anche loro saranno accompagnati da una vocalist che per l’occasione sarà Ramona Schino.

Farfa Voice Festival è un nuovo progetto culturale che nasce dalla volontà di promuovere concerti, realtà artigianali, spazi enogastronomici, all’interno dell’affascinante borgo medioevale di Farfa, vero gioiello culturale della Sabina. L’Abbazia di Farfa, dichiarata monumento nazionale nel 1928, per la sua bellezza architettonica e artistica è in assoluto uno dei centri storico-religioso più quotati dal punto di vista internazionale. Farfa Voice Festival sarà una rassegna totalmente gratuita, questo grazie al supporto e la collaborazione tra la Comunita’ Benedettina dell’Abbazia di Farfa, nella persona del Padre Priore Dom Eugenio Gargiulo, e la Emme Produzioni Musicali.

  • 5 agosto Claudio Leone Trio feat. Lyvia Lion

Ad aprire la rassegna Farfa Voice sarà il trio capitanato dal chitarrista Claudio Leone completato da Stefano Battaglia al contrabbasso e Francesco Merenda alla batteria. La formazione, nel corso della prima parte della serata, presenterà in anteprima il progetto Change, registrato e prodotto dall’etichetta Emme Record Label, che porta la firma del talentuoso musicista romano. Ad affiancare la band durante il secondo set di questo evento di apertura sarà la vocalist Lydia Lyon, talentuosa ed eclettica cantante statunitense che ha all’attivo, tra i numerosi progetti, una registrazione con Wyclef Jean.

  • 6 agosto Filippo Cosentino Trio feat. Federica Gennai

Secondo appuntamento con Farfa Voice sarà con il trio capitanato dal chitarrista Filippo Cosentino completato per l’occasione da Lucrezio de Seta alla batteria e Giovanni Sanguineti al contrabbasso. La formazione durante il primo set eseguirà brani tratti dal disco L’Astronauta e Human Being pubblicati entrambi dall’etichetta Emme Record Label. Inoltre, come in tutti i concerti della rassegna, salirà sul palcoscenico una vocalist e questa volta sarà il turno di Federica Gennai. Il secondo set, pertanto, sarà l’occasione per eseguire alcuni dei più famosi standard della tradizione americana.

  • 7 agosto Slightly Out 5tet feat. Ramona Schino

Ultimo appuntamento con il Festival Farfa Voice sarà con gli Slightly Out 5tet, ovvero Francesco Giustini alla tromba e flicorno, Benedetto Burchini al sax tenore, Enrico Orlando al pianoforte, Nicola Ferri al contrabbasso e Andrea Croci alla batteria. La formazione che nel febbraio 2016 ha pubblicato il disco Dear Mr. Silver sarà alle prese con un repertorio rigorosamente hard bop con alcuni dei principali successi di Horace Silver, autore al quale è stata dedicata la loro opera prima. Anche in questo caso, durante la seconda parte del concerto, la band sarà affiancata da una cantante, ovvero Ramona Schino che eseguirà alcuni dei più famosi standard internazionali.

 

SABINA MUSIC SUMMER  II EDIZIONE dal 12 al 14 agosto – Chiostro dell’Abbazia di Farfa

Una grande attenzione agli artisti emergenti, ai nuovi linguaggi e al jazz non convenzionale. Si presenta così la rassegna Sabina Music Summer che si terrà anch’essa nel suggestivo borgo di Farfa dal 12 al 14 di agosto, dando spazio ai giovani musicisti del panorama nazionale. L’evento, prodotto e promosso da Emme Produzioni Musicali è ormai uno dei fiori all’occhiello dell’estate in Sabina e offre la possibilità di esibirsi a diversi artisti promossi dall’etichetta. In questa suggestiva location, consacrata per la seconda settimana consecutiva alla musica live, si alterneranno formazioni originali che esulano dai tradizionali schemi del jazz e che amano fondere linguaggi diversi. La prima band che si esibirà al Sabina Music Summer sarà quella dei i Motus Trio, composti da Emanuele Micacchi al pianoforte, Damiano De Santis alla chitarra e Stefano Guercilena al contrabbasso. La formazione, che ha recentemente pubblicato il disco Mental Space per conto dell’etichetta Emme Record Label, porterà in scena uno spettacolo diviso tra le sonorità più tipiche del jazz, uno stile contemporaneo e una tradizione che affonda le radici nella musica classica.

L’appuntamento successivo sarà, invece, con i Knup Trio, ovvero Fabrizio Boffi al pianoforte, Francesco de Palma al contrabbasso e da Emanuele Tomasi alla batteria che porteranno la loro miscela esplosiva caratterizzata da un sound graffiante ed esplosivo che fonde jazz e rock. Anch’essi hanno recentemente pubblicato la loro opera prima per conto dell’etichetta Emme Record Label e porteranno in scena i brani del loro omonimo disco. Per la chiusura, invece, largo ad Enrico Zanella che salirà su questo palcoscenico con la sua formazione completata da Giovanni Po alla chitarra, Matteo Zucconi al contrabbasso ed Adriano Pancaldi al sax. Il chitarrista emiliano presenterà proprio all’interno del borgo di Farfa il nuovo disco Mappamondo, opera che fonde i suoni pragmatici dell’occidente con la tradizione musicale tipica dell’orientale, per un ultimo viaggio tra mondi e culture diverse. Sarà questa la conclusione di queste tre settimana di musica, cultura che si divideranno tra artisti nazionali, internazionali e talenti emergenti. Ognuno di loro avrà modo di esibirsi in questa ricca estate che prenderà piede in Sabina.

  • 12 agosto Motus Trio

Un progetto dalle mille sfaccettature in cui si incontrano stili, linguaggi, contaminazioni. Questa l’essenza dei Motus Trio, ovvero Emanuele Micacchi al pianoforte, Damiano De Santis alla chitarra e Stefano Guercilena al contrabbasso che apriranno la rassegna presentando il disco Mental Space pubblicato dall’etichetta Emme Record Label nell’aprile 2016. Il progetto, caratterizzato da un sound originale, a tratti malinconico a tratti più energico, è diviso tra le sonorità del jazz, lo stile contemporaneo e una tradizione che affonda saldamente le radici nella musica classica. Un disco costruito sotto forma di suite in cui i brani sono collegati armonicamente tra loro generando un filo conduttore tra gli stati d’animo dell’essere umano.

  • 13 agosto Knup Trio

I Knup Trio ovvero Fabrizio Boffi al pianoforte, Francesco de Palma al contrabbasso ed Emanuele Tomasi alla batteria saliranno sul palcoscenico del Sabina Music Summer dove presenteranno il loro primo disco dall’omonimo titolo pubblicato nel maggio 2016 dall’etichetta Emme Record Label. Un progetto decisamente trasversale caratterizzato da composizioni a tratti minimali, a tratti dal carattere più esplosivo incastonate all’interno di strutture che guidano con disinvoltura i momenti solistici. Non a caso Knup è un disco trasversale dalle sonorità jazz-rock e dalle mille sfaccettature in cui i giri armonici si alternano e si fondono con potenti groove di batteria e riff di basso e pianoforte.

  • 14 agosto Enrico Zanella Quartet

Chitarrista versatile, compositore raffinato e abile arrangiatore Enrico Zanella sarà alla testa del suo quartetto e porterà in scena la sua ultima opera Mappamondo, pubblicata da Emme Record Label nel maggio 2016. La formazione per l’occasione sarà composta da Giovanni Po alla chitarra, Matteo Zucconi al contrabbasso e Adriano Pancaldi al sax. Un progetto trasversale in cui il jazz stringe la mano alla world music e alle atmosfere orientali, collegando luoghi, culture e destinazioni che diventano sempre più vicine. Una commistione di stili, di universi e di tradizioni. Mappamondo è un disco caratterizzato di un sound unico ed avvincente ricco di molteplici sfaccettature, espressioni di culture e tradizioni.

 

Ufficio Stampa e promozione

Carlo Cammarella

tel. 320 4112176

carlocammarella80@gmail.com

produzioni@emmerecordlabel.it

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1102 articoli.



Gli appuntamenti

  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Giosi Cincotti: passione e curiosità al centro di tutto

Giosi Cincotti: passione e curiosità al centro di tutto

Musicista morbosamente curioso, dalle mente elastica, sempre orientato verso nuovi territori sonori [...]

Videoclip n. 9 sulla tecnica della Fisarmonica Diatonica

Videoclip n. 9 sulla tecnica della Fisarmonica Diatonica

Questo videoclip sulla fisarmonica diatonica è dedicato ad una esercitazione sugli accordi per la ma[...]

Le recensioni di S&M: LA VITA SEMPLICE – Marco Tuma

Le recensioni di S&M: LA VITA SEMPLICE – Marco Tuma

Raffinate melodie che rimangono impresse nella mente di primo acchito e placidità comunicativa rappr[...]

Concorsi/Festival

Il Santa Cecilia è la sede del Premio delle Arti sottosezione Fisarmonica

Il Santa Cecilia è la sede del Premio delle Arti sottosezione Fisarmonica

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca direzione Generale per lo studente, lo[...]

Al

Al "Santa Cecilia" la 5° edizione del Festival Contemporaneamente Fisarmonica

Il Conservatorio di Musica "Santa Cecilia" presenta la 5° edizione del Festival della Fisarmonica Co[...]

Bianco e Sponta i

Bianco e Sponta i "portabandiera" dell'Italia alla Coupe Mondiale 2018

Chiuso il sipario sulla brillante edizione della 70°Coupe Mondiale CIA, la città di Osimo ha ospitat[...]

CHIUDI
CLOSE