Le recensioni di S&M: RELAZIONI CLANDESTINE – Antonangelo Giudice e Bruno Tommaso

5

RELAZIONI CLANDESTINE

Antonangelo Giudice e Bruno Tommaso

Etichetta discografica: Notami Jazz

Anno produzione: 2017

di Stefano Dentice

 

Relazioni clandestineFocalizzare l’attenzione sulla cantabilità, sul senso melodico, con gusto e attraverso un’espressività di pregevole fattura. Relazioni Clandestine è il nuovo capitolo discografico firmato Antonangelo Giudice e Bruno Tommaso, che si avvalgono dell’eccellente presenza di Massimo Morganti (trombone), Riccardo Fassi (pianoforte e piano elettrico), Fabio Zeppetella (chitarre), Gabriele Pesaresi (contrabbasso e basso) e Massimo Manzi (batteria). La formazione è completata da Antonangelo Giudice (clarinetto, sax soprano e sax alto) e da Bruno Tommaso (pianoforte in Alter Ego). I nove brani che costituiscono la tracklist sgorgano dall’estro compositivo di Bruno Tommaso, ad esclusione di Some Other Step e Alter Ego autografate da Giudice. La sottile vena melanconica di The Third One? The Best One è struggente. L’eloquio di Antonangelo Giudice è descrittivo, colmo di un maliardo senso narrativo. Bassossessivo è un brano ingemmato da un pathos evocativo particolarmente toccante. Qui il lirismo di Zeppetella deborda di classe cristallina. In Alter Ego Giudice e Bruno Tommaso dialogano in perfetta simbiosi, attraverso un trasporto emotivo che conquista all’istante. Relazioni Clandestine è un album intellettualmente profondo, ricco di svariate colorazioni stilistiche, a metà tra modern jazz e contemporary jazz, in cui non vi è minima traccia di solipsismo, poichè tutto il contesto musicale ruota attorno a una vocazione comunicativa di alto livello.

 

GUARDA IL VIDEO