Papanosh per Suona Francese. Due concerti a ingresso libero: ecco dove

3

papanoshIl festival Suona francese, organizzato e promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia e l’Institut français Italia, ha un ricchissimo calendario che sta attraversando più di una stagione. Nei prossimi giorni propone un gruppo dallo stile inconfondibile.

La Campania e la Basilicata diventano due fertili terreni per ospitare degli interessantissimi artisti francesi al confine fra l’underground new-yorchese dei Lounge Lizzards e le reminescenze occitane di un Bernard Lubat. Si tratta dei Papanosh, un quintetto di jazz appartenente alla più bella tradizione di musicisti che amano la libertà e abitano letteralmente la loro musica e che approderà per la prima volta in Italia, nel Sud appunto, all’interno del festival Suona francese. Ad invitarli sulle terrazze, rispettivamente dell’Institut francais di Napoli e del Palazzo Le Monacelle di Matera, è stata la Fondazione Nuovi Mecenati che, in collaborazione con la Total E&P Italia in veste di “special partner” (per la data materana) intende così marcare l’attualità culturale presente in Francia diffondendo l’arte ed il talento musicale attraverso una capillarizzazione territoriale di eventi ad hoc.

All’interno di un festival musicale dalle frastagliate sfaccettature, si inserisce l’esibizione dei Papanosh, il cui stile inconfondibile è frutto di originalità, doti intrinseche e continua invenzione sul palco e che si manifesta in un repertorio acustico con suono e creazione grezzi, dimostrazione di una energia primitiva in cui si incrociano e si confondono clacsons cittadini e canti di uccelli. Quentin Ghomari, tromba, trombone; Raphaël Quenehen, sax sopranino e alto; Sebastien Palis, accordéon, piano, organo; Jérémie Piazza, batteria, Thibault Cellier, contrabbasso.

I due concerti del gruppo si terranno rispettivamente il 4 e il 5 Giugno alle ore 21 e sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Info su http://www.institutfrancais-italia.com/