Fisarmonica
qr_code

Il Gaucho della Pampa Renato Borghetti torna in Italia

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Renato Borghetti e Arthur Bonilla

Il Gaucho Renato Borghetti torna ad esibirsi in Italia. Questa volta in compagnia del virtuoso della chitarra brasiliana a sette corde, Arthur Bonilla. La prima tappa sarà a Torino il 3 dicembre (ore 21:30) presso il Folkclub di via Perrone (prenotazioni). Il giorno successivo, invece, il duo brasiliano si esibirà – in concomitanza con il Praemium Spilimbergo di armonica diatonica – presso il Teatro Miotto di Spilimbergo (ore 21). I biglietti dell’evento organizzato dall’Associazione Culturale Folkgiornale e sostenuto dal Comune di Spilimbergo e dalla Banca di Credito Cooperativo di San Giorgio e Meduno, sono in vendita sui circuiti Ticketone e Azalea Promotion o sul sito della manifestazione.

Il concerto tra il fisarmonicista e il chitarrista è un dialogo a quattro mani sulla peculiare, e poco nota, musica del sud del Brasile, fortemente influenzata dai ritmi latini dei vicini Uruguay, Paraguay e Argentina. La musica dei gaucho, appunto. Borghetti e Bonilla, due artisti unici nel loro genere, trasmetteranno al pubblico italiano, attraverso la loro dinamica interazione, tutto il colore e la profondità di questa musica evocativa e ineguagliabile che annovera ritmi complessi e accattivanti come chamamé, vanerao e rancheira.

Borghetti è il massimo rappresentante di queste particolari sonorità tipica della regione del Rio Grande do Sul, che confina con l’Argentina. A questo genere di musica il fisarmonicista aggiunge un tocco personale tra la polka il tango e la samba che contribuiscono a creare un sound unico e straordinario. Nella sua ventennale carriera, il Gaucho della Pampa, si è esibito con artisti del calibro di Stephane Grapelli, Ron Carter e Hermeto Pascoal. E’ stato il primo musicista brasiliano a ricevere un Disco d’Oro per un cd interamente strumentale e ha ricevuto due nomination al Grammy Latino.

Arthur Bonilla, invece, allievo del maestro argentino Lucio Yanel, nonostante non sia ancora trentenne, ha già ottenuto numerosi riconoscimenti e ha già collaborato con alcuni dei più grandi musicisti brasiliani come Hamilton de Holanda, Gabriel Grossi, Dominguinhos, Osvaldinho do Acordion, Waldonys, Alessandro Kramer, Yamandú Costa e Arthur Moreira Lima.

Autore: Filippo Consales

Filippo Consales ha scritto 125 articoli.



Gli appuntamenti

  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Le recensioni di S&M: THE SHINING OF THINGS – Spedicato/Andrioli

Le recensioni di S&M: THE SHINING OF THINGS – Spedicato/Andrioli

Un climax rarefatto, etereo, a tratti onirico, locupletato da sonorità magnetiche, tensive, che crea[...]

Tutte le classifiche dei concorrenti della Coupe Mondiale CIA 2019

Tutte le classifiche dei concorrenti della Coupe Mondiale CIA 2019

È tempo di bilanci a Shenzhen per la 72° Coupe Mondiale CIA che ha visto il russo Rusinov Kirill agg[...]

Le recensioni di S&M: NADIR – Note Noire Quartet

Le recensioni di S&M: NADIR – Note Noire Quartet

Istanti particolarmente energici e frizzanti che si alternano a frangenti assai più placidi e intris[...]


Concorsi/Festival

Tutte le classifiche dei concorrenti della Coupe Mondiale CIA 2019

Tutte le classifiche dei concorrenti della Coupe Mondiale CIA 2019

È tempo di bilanci a Shenzhen per la 72° Coupe Mondiale CIA che ha visto il russo Rusinov Kirill agg[...]

Otto giorni consecutivi a suon di jazz a Francavilla Fontana

Otto giorni consecutivi a suon di jazz a Francavilla Fontana

Dal 1° all’8 settembre la VI edizione del Francavilla è Jazz con musicisti di caratura internazional[...]

72° Coupe Mondiale CIA - Shenzhen (Cina): un'edizione da record!

72° Coupe Mondiale CIA - Shenzhen (Cina): un'edizione da record!

Si apre oggi a Shenzhen in Cina la 72° edizione della Coupe Mondiale (CIA) organizzata dalla Accordi[...]

CHIUDI
CLOSE