Ci ha lasciato T-Model Ford, il “bad man” del blues ruvido e vecchio

7

T Model T-Model Ford, vero nome James Lewis Carter Ford, ci ha lasciato a una veneranda età, ma nessuno al mondo sa bene quale esattamente. Difatti, oltre ai suoi trascorsi biografici, ciò che ha contribuito a definire l’aurea epica di un musicista borderline e ha soprattutto alimentato negli anni la sua leggenda, il suo mito, è certamente la notizia che nemmeno lui ha mai saputo con certezza – come tutti noi cioè – quanti anni abbia mai avuto. Sembra, infatti, che il grande James venne registrato agli anagrafi solo diversi anni dopo la sua nascita e che chiunque l’abbia fatto non sapesse proprio quanti anni avesse. Si stima comunque che sia morto tra gli 89 e i 94 anni. Si trovava in Mississippi, in una casa di riposo. Altro aspetto più che singolare: Ford è divenuto un bluesman in età molto avanzata, più o meno verso i sessant’anni. Anche qui la leggenda trasuda di elementi significativi: sembra che la sua quinta moglie, lasciandolo, gli abbia regalato una chitarra e da lì il vecchio T, analfabeta e disperato, ha iniziato a cantarci la sua vita, fatta ovviamente di blues, bad feelings e tutto il resto.

Ci lascia una discografia ricca, prodotta dalla Fat Possum, tra le più interessanti etichette discografiche al mondo, che oggi annovera Black Keys e Iggy Pop.