“Un armadio pieno di voci”. Ciclo di seminari al circolo Gianni Bosio

2

Cantori-di-CarpinoA partire da giovedì 31 ottobre, il Circolo Gianni Bosio di Roma presenta “Un armadio pieno di voci”, un ciclo di seminari di ascolto guidato attraverso le fonti orali e musicali dell’archivio sonoro “Franco Coggiola”.

Gli incontri, previsti in un numero di dodici, avranno una cadenza quindicinale e si svilupperanno principalmente in due direzioni. Da un lato l’ascolto dei numerosi materiali sonori dell’archivio. Dall’altro lato un dibattito coordinato da esperti che gestiranno gli appuntamenti a seconda dei temi che si tratteranno. Il primo sarà a cura di Alessandro Portelli, animatore del Bosio ma soprattutto studioso di storia orale e cultura americana, il quale presenterà “Le voci delle donne: l’espressività vocale femminile dalla tradizione epico-lirica al canto di protesta”. L’intero percorso di “scoperta” e riflessione sui materiali dell’archivio Coggiola si snoderà, invece, tra repertori e temi molto vari. Dalle “canzoni e storie di vita degli immigrati nei borghetti e nelle borgate romane degli anni Settanta, alla tradizione musicale del Lazio, dell’Umbria, della Campania, della Calabria, dell’Abruzzo. Dalle lotte sindacali dei minatori del bacino carbonifero degli Appalachi alla Resistenza romana e all’eccidio delle Fosse Ardeatine. Le storie di quartiere, la rivolta di Reggio Calabria, le lotte per la terra nel Fucino, nei Castelli Romani, nel crotonese e nella piana di Gioia Tauro, l’ottava rima e l’improvvisazione poetica, gli operai delle acciaierie di Terni, i templi del Ladakh e di Delhi, lo stornello, il gospel e il blues”.

I due successivi seminari, previsti per giovedì e 14 giovedì 28 novembre, verteranno sui seguenti temi: “L’Abruzzo nelle registrazioni dell’Archivio Sonoro “Franco Coggiola”. Dalle raccolte storiche alle ricerche in corso” e “They say in Harlan County. Musiche e storie americane raccolte da Alessandro Portelli”.