Domenica 9 settembre: il Pif omaggia l’eccellenza industriale e Paolo Soprani

0

Farfisa day, un viaggio nella memoria e nella storia

 

Paolo Soprani fondatore dell'industria italiana della fisarmonicaCASTELFIDARDO – Chi non ricorda l’epico film-documentario “Live at Pompei”, uno dei più importanti nella storia del rock girato nel ‘71 dai Pink Floyd? Ebbene la tastiera in bella evidenza suonata da Richard Wright è il compact duo della Farfisa e alla più grande azienda europea di strumenti acustici ed elettronici, il Pif rende omaggio. L’anteprima del Premio Internazionale di fisarmonica riunisce infatti due emblemi: la Farfisa e Paolo Soprani. All’eccellenza fondata nell’immediato dopoguerra e al fondatore dell’industria della fisarmonica Paolo Soprani è dedicato il programma di domenica 9 settembre. La settima edizione del Farfisa day promosso dall’omonima associazione culturale si svolge infatti a Castelfidardo richiamando centinaia di appassionati anche da fuori regione. “Il primo anno vi partecipò anche il maestro Gervasio Marcosignori che ne fu entusiasta e auspicò di ripetere costantemente questa esperienza – sottolinea il presidente Claudio Capponi (al cui numero 333 4987209 ci si può rivolgere per info); la Farfisa rimane nel cuore di noi tutti che ne abbiamo condiviso l’epopea per ragioni di lavoro o professionali e ne ripercorreremo le fasi con filmati ed immagini storiche al Salone degli Stemmi e con la mostra di alcuni tra i più significativi esemplari in Auditorium San Francesco“. Farfisa (foto storica)Nata nel 1946 dalla fusione delle ditte Settimio Soprani di Castelfidardo, Fratelli Scandalli di Camerano e Frontalini di Numana (ritiratosi dopo appena nove mesi), la FAbbriche Riunite di FISArmoniche, seppe esprimere il meglio della tradizione artigiana, leggendo i tempi e cogliendo le opportunità del boom economico: raggiunse picchi di 2100 dipendenti, con strumenti richiesti da 87 paesi. I prodotti di alta qualità come la fisarmonica Super VI, il Synth Accordion e il Compact duo, prima serie di organo a due tastiere, finirono nelle mani dei più grandi artisti e band dell’epoca. L’esposizione in Auditorium sarà aperta fino a martedì; alle 18:00 di domenica si esibiranno i maestri Pino Gulizia (organo elettronico Farfisa Pergamon) e Valentino Lorenzetti (fisarmonica elettronica).
In serata, alle 21:00 al teatro Astra, ingresso libero, lo straordinario spettacolo circense e musicale Fissò Armonikos – Uomini e fisarmoniche, rende invece omaggio con note leggere e lacrime amare al padre della fisarmonica Paolo Soprani nel centenario della morte (seguirà apposito comunicato).