Goldberg Variations – la magica interpretazione di Philippe Thuriot

14

Philippe ThuriotTra gli scaffali dei negozi discografici potete trovare il frutto dell’ultimo lavoro di Philippe Thuriot, “Johan Sebastian Bach – Goldberg Variations”.
L’idea di registrare un CD esibendosi in “Goldberg Variations” di Bach, per fisarmonica, è nata nel corso del tour di “Pitié” del 2008.
Proprio per questo spettacolo di danza, Fabrizio Cassol ha riscritto “St Matthew Passion” di Johann Sebastian Bach per tre cantanti e una orchestra contemporanea. Philippe Thuriot, al tempo, era membro di questa oschestra e rimase incantato dalla musicalità del genio tedesco e dalle sue melodie.
Da quel momento il suo scopo divenne quello di interpretare e decifrare ogni passaggio del “Goldberg Variations” e si dedicò a questo studio per la durata dell’intero tour, durato due anni, e che terminò con il primo “Goldberg Concert”.
Spesso Philippe Thuriot si chiedeva se poteva e come poteva cambiare lo spartito e rielaborarlo per renderlo fruibile dai fisarmonicisti. Può la fisarmonica lasciare intatto questo capolavoro, sia tecnicamente, che musicamente che in termini di musica?
La conclusione a cui Philippe giunse fu che l’appassionato temperamento della fisarmonica e del fisarmonicista deve essere plasmato sulle linee guida della musica di Bach. Per questo vi consigliamo di ascoltare questo CD  e di comprendere come Philippe ha coniugato la musica di Bach con la fisarmonica.