In evidenza
qr_code

Le novità del PIF 2019 – A tu per tu con il Direttore Artistico Renzo Ruggieri

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Intervista al Direttore Artistico del Festival Internazionale della Fisarmonica (PIF)  “Renzo Ruggieri” sulle novità del 2019

 

 

Renzo RuggieriAccogliamo con piacere la Sua riconferma come AD del PIF 2019. Il successo della scorsa edizione è stato lampante e nel segno del “nuovo”. Le Sue impressioni?

Essere direttore artistico di un festival “grande” di un mondo “tutto sommato piccolo” è un compito arduo e faticoso. Sono felice della riconferma anche perché posso portare avanti il mio piano originario spalmato in 3 anni. Queste organizzazioni, credo, necessitino sempre di direttori messi in grado di lavorare per almeno un triennio. Faccio un esempio … lo scorso anno valutammo con il Sindaco Roberto Ascani l’ipotesi di ripristinare una “minima tassa d’iscrizione” perché questa operazione, secondo noi, avrebbe arricchito la reputazione della manifestazione. Ovviamente, non avrei sostenuto la proposta se avessi deciso di chiudere subito la mia collaborazione con il PIF … In sintesi, nella precedente edizione ho messo mano al regolamento e alla programmazione di concerti serali “a tema”, quest’anno proverò a lavorare per migliorare l’integrazione dei vari eventi e l’aspetto culturale della manifestazione promuovendo iniziative didattiche, seminari specializzati e un tema annuale. Il prossimo anno …

Quali sono le novità del regolamento 2019?

Come accennato il grosso sul regolamento l’ho fatto lo scorso anno e in questa edizione predisporrò solamente delle piccole ottimizzazioni. Il 2018 ha restituito un grande interesse verso la sezione World che ha contato molti iscritti per 2 sole categorie solistiche; per questo ho aggiunto le categorie student12 & student15, uniformandole alle sezioni: Classica e Virtuoso. In pratica tutti i giovanissimi, di qualsiasi genere musicale, avranno la possibilità di partecipare al prestigioso PIF di Castelfidardo.

Assistiamo, inoltre, ad un rinnovato interesse per l’applicazione dell’elettronica alla fisarmonica. Il più grande concertista di fisarmonica di tutti i tempi è stato Gervasio Marcosignori e a lui ho dedicato una categoria di fisarmonica elettronica. Rispetto al passato, ho incluso tutti i sistemi ad oggi possibili: fisarmoniche VIRTUALI (senza voci), le MIDI (acustiche con elettronica applicata) e le ELETTRICHE (con multieffetti digitali).
Per ciò che riguarda la fisarmonica Classica, ascoltando i preziosi consigli di alcuni grandi maestri, ho ottimizzato la categoria MASTER e ho ampliato la categoria COMPOSIZIONE CLASSICA che prevede anche la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica. So che avremo meno iscritti dello scorso anno in virtù della difficoltà della scrittura (nella passata edizione furono veramente tanti … 19 composizioni per Fisarmonica Classica e Orchestra d’Archi), ma questo ambito, tutto sommato, è ancora poco esplorato e il PIF ha il “dovere” di promuoverlo, tenendo conto che il brano sarà studiato e suonato in primis dai migliori concertisti del futuro … e che vinceranno anche una sostanziosa borsa di studio.

Ci parli del tema annuale: “C’ERA UNA VOLTA … la fisarmonica e il mondo delle favole”.

Il tema annuale sposta l’attenzione verso un obiettivo: “Le nuove generazioni”. Sono padre e ho constatato che i giovanissimi hanno, per la fisarmonica, meno pregiudizi di quelli che avevano un tempo i miei coetanei. Non la conoscono, ma la guardano con curiosità. Il “tema”, quindi, vuole coinvolgere e focalizzare l’interesse sulla fisarmonica, usando “la fantasia”.
Portare la fisarmonica nelle scuole primarie rappresenta il passo successivo e per questo organizzeremo un CONCORSO INTERNAZIONALE DI DISEGNO sul tema delle favole che dovrà includere almeno un’immagine della fisarmonica. Una prima selezione ridurrà a 25/50 i disegni, che saranno poi votati pubblicamente sulle nostre pagine ufficiali. Il vincitore riceverà una fisarmonica costruita a Castelfidardo. Anche i compositori sono chiamati a ispirarsi liberamente al tema, così come ai concertisti verrà chiesto di dedicargli qualcosa.

Renzo RuggieriDicevi di aver messo mano al coordinamento degli eventi del festival, ce ne parli?

Castelfidardo è una piccola cittadina e non può stanziare tutti i fondi necessari per un festival di questa portata. Tutti premono affinché vi sia gente, tutti reclamano grandi eventi, tutti consigliano e tutti criticano: in breve “Tutti vogliono tutto”. La mia strategia è di dare una logica alle cose in modo da creare connessioni fra i vari eventi e questo, credo, possa accontentare la grande maggioranza dei fruitori. Lo scorso anno abbiamo avuto un ingente aiuto dalle aziende che sono state generosissime e ci hanno consentito di programmare eventi di qualità a costi contenuti. La parte mattutina e pomeridiana però continua, a mio avviso, ad aver bisogno di coordinamento. Ho in mente di creare degli appuntamenti fissi e coordinati con ciò che accade prima e dopo, in modo da lasciare ai visitatori la possibilità di organizzarsi al meglio e, perché no, di rimanere a Castelfidardo per tutti i giorni del festival.
Il PIF è principalmente un concorso e quindi le audizioni si susseguiranno in qualsiasi ora del giorno. Parallelamente, nella mattinata, avremo “Seminari” importanti grazie alle grandi personalità presenti e, a seguire, i “Concerti Aperitivo”. Nel pomeriggio vorrei sfruttare la formula degli OPEN FESTIVAL ad un minimo gettone di presenza, in pratica, tutti gli artisti nazionali ed internazionali, avranno la possibilità di presentare le candidature per essere protagonisti al PIF 2019. Al momento posso confermare l’organizzazione dei serali: il mercoledì “Open Ceremony” in piazza, giovedì Memories (dedicato a Gervasio Marcosignori), venerdì Jazz all’Astra, sabato World Music con più ospiti in piazza, domenica orchestra sinfonica per la finale della categoria Premio e concerto di gala. Chiusura in piazza della Repubblica.

Vuoi segnalare qualcosa in particolare?

In effetti ho ampliato quest’anno la formula del PIF TALK & PLAY per dare, a chi lo vorrà, la possibilità di “dire la propria” con brevi interventi musicali o parlati sul mondo della fisarmonica. Dalla presentazione di un CD, un libro, un video, all’innovazione tecnica o musicale. Vista la grave carenza di strutture adeguate, probabilmente, la categoria più importante la faremo direttamente al teatro Astra e ci impegneremo nell’organizzazione di visite “di gruppo” alle aziende in modo da ottimizzare tempi e accoglienza.

Apparentemente poche, in realtà queste novità richiederanno un grosso lavoro che spero di portare a termine al meglio. Il secondo anno generalmente non riesce mai come il primo, mi auguro però di arrivare a un 70/80%. Mi sento infine di ringraziare pubblicamente il Sindaco Roberto Ascani e l’Assessore Ruben Cittadini che mi sostengono e mostrano una passione e un impegno lodevoli, ringrazio inoltre tutto il team che con serietà e competenza garantisce un corretto svolgimento della manifestazione.

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1181 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Nocera Umbra (PG) - Memorial Giacomo Alunni Pantaleoni

Nocera Umbra (PG) - Memorial Giacomo Alunni Pantaleoni

Nocera Umbra dopo un lungo silenzio vuole ricordare l’inventore della fisarmonica, il nocerino Giaco[...]

Le recensioni di S&M: NIGHT WINDOWS – Alberto La Neve

Le recensioni di S&M: NIGHT WINDOWS – Alberto La Neve

Nella coraggiosa dialettica che accompagna da sempre la musica e l’arte, l’improvvisazione e l’astra[...]

Aperte le iscrizioni ai corsi di fisarmonica nei Conservatori di Roma, Rieti e Teramo

Aperte le iscrizioni ai corsi di fisarmonica nei Conservatori di Roma, Rieti e Teramo

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di MASTER II Livello in Musica Contemporanea presso il Conservato[...]


Concorsi/Festival

VII Concorso Pianistico Internazionale

VII Concorso Pianistico Internazionale "Città di Spoleto" - i bandi

Dal 20 al 24 Novembre 2019 la città di Spoleto ospiterà la 7° edizione del Concorso Pianistico I[...]

Wow Folk Festival - il programma di sabato 25 Maggio

Wow Folk Festival - il programma di sabato 25 Maggio

Al Wow Folk Festival un sabato all'insegna del tango con la Juan D'Arienzo e dell'inclusione El dia[...]

Venerdì l’apertura del Wow Folk Festival con Ayom

Venerdì l’apertura del Wow Folk Festival con Ayom

Venerdì si apre la terza edizione con la contaminazione tra Forrò Mior e Jabu Morales Ayom, unione [...]