Le recensioni di S&M: I’M ALL SMILES – Laura Avanzolini

7

I’M ALL SMILES

Laura Avanzolini

Etichetta discografica: Koiné Records

Anno produzione: 2016

di Stefano Dentice

 

I'm all smilesAffrontare il fascinoso mondo degli standard jazz è sempre un’opera lodevole. Concepire un accurato ed elegante arrangiamento di alcune gemme compositive siglate dai grandi maestri di questo genere è una sfida assai interessante, specialmente se si tende alla ricerca di un nuova mise sonora creata in modo personale. I’m All Smiles è la realizzazione discografica partorita dalla cantante Laura Avanzolini, che per questo progetto è affiancata da Fabio Petretti (sax tenore) e Daniele Santimone (chitarra). Il CD contiene otto brani che portano la firma di alcuni intramontabili antesignani della tradizione jazzistica. In All Or Nothing At All, celebre e briosa composizione autografata da Arthur Altman e Jack Lawrence, Laura Avanzolini interpreta il brano con leggiadria e gusto, dando vita a uno scat singing altamente efficace e sgargiante. L’eloquio di Petretti è sobrio, arioso, perfettamente calibrato e mai sopra le righe. Bemsha Swing, pietra miliare dell’immenso Thelonious Monk cofirmata con Denzil Best, esalta l’agilità della vocalist, che espone il tema attraverso uno spumeggiante vocalese brillantemente contrappuntato dal sassofonista e sostenuto dal ricco comping cesellato da Santimone. I’m All Smiles è un disco dal quale trasuda dirompente la personalità di Laura Avanzolini e dei suoi due sodali, poiché non è assolutamente una pedissequa e nauseante operazione di coveraggio, bensì un album in cui è molto ben presente e definita un’idea di sound, unitamente a un interplay simbiotico.

 

GUARDA IL VIDEO