Claudio Abbado “Le opere e i giorni” – di Alessandro Zignani

3

CLAUDIO ABBADO

LE OPERE E I GIORNI 

di Alessandro Zignani

A un anno dalla morte, una riflessione serena, equilibrata, che svela il percorso umano e artistico di uno dei più grandi del Novecento 

 

Claudio Abbado - Le opere e i giorniRitratto dell’ultimo umanista: un maestro in lotta contro la globalizzazione delle coscienze, questo profilo di Abbado traccia la parabola di una vita spesa nell’edificare orchestre, teatri, progetti e utopie. Lungo una vicenda che riassume in sé l’intera Europa musicale del Dopoguerra – dagli orizzonti ansiogeni della Guerra Fredda alle lotte sessantottine per l’uguaglianza sociale, fino all’attuale alienazione urbana dell’homo faber – il cammino interiore del direttore diventa il paradigma di una progressiva scissione tra presente e memoria: tra il “principio di piacere” e il senso profondo delle cose. Abbado attraversa questo collasso progressivo dell’Eufonia tra culture, lingue e destini sognata dalla musica dei suoi anni giovanili con una non rassegnata visionarietà: una purezza illuminata dal rifiuto di ogni limite; qualsiasi coercizione del tempo sulla volontà umana. Al centro del libro, le partiture continuamente ripensate, riproposte, dal maestro: una mappa di ciò che eravamo; un ideale di ciò che potremmo tornare a essere, qualora riscoprissimo la magica alchimia che legava, un tempo, mente e natura, microcosmo e macrocosmo. Ponendo la musica al centro delle arti e delle scienze, Abbado qui ci insegna l’unica risorsa che ci lasci sperare in una redenzione futura: quella curiosità intellettuale senza la quale l’arte è mera esecuzione del segno.

LEGGI UN ESTRATTO DEL LIBRO

 

pagine VI+266 – collana “Grandi Direttori”, 8 – formato cm. 15×21

Prezzo al pubblico Euro 25,00

 

DISPONIBILE DAL 31 GENNAIO 2015

  

ZECCHINI EDITORE

Via Tonale, 60 – 21100 Varese

Tel. 0332 3310141 – Fax 0332 335606

www.zecchini.com   e-mail: info@zecchini.com