Popolare
qr_code

La Third Man Records pubblica il back catalogue della Paramount

Scritto da
/ / Scrivi un commento

White Fondation“C’è gente che per lavoro cerca di preservare la storia della cultura afro-americana, come la Libreria del Congresso, e imprese private, come la Paramount, a cui non fregava assolutamente nulla. A loro importava vendere dischi, e venderli entro il fine settimana: la prospettiva di archiviazione non faceva parte della loro visione. Ai loro occhi una canzone serviva solo per essere stampata e venire venduta. E così facendo, senza averne la minima idea, sono diventati uno dei più grandi archivi nella storia della cultura americana”.

Con questa riflessione, Dean Blackwood, il cofondatore della Revenant Records, che ha prodotto, tra gli altri, “Screamin’ and hollerin’ the blues: the worlds of Charley Patton” e il quarto capitolo della “Harry Smith’s anthology of american folk music”, ci introduce alla nuova operazione della Third Man Records, l’etichetta discografica di Jack White. Si tratta della riedizione, ovviamente in vinile, del back catalogue della Paramount Records, label che fino agli anni Trenta del Novecento ha prodotto maestri del jazz e del blues come Louis Armstrong, Ma Rainey, Fletcher Henderson, Blind Lemon Jefferson, Jelly Roll Morton, King Oliver e Ethel Walters. La prima uscita del catalogo è prevista per il 29 ottobre e si intitolerà “The rise and fall of Paramount Records, Volume one (1917-27)”. Nel cofanetto saranno compresi sei vinili da 180 grammi, duecento immagini restaurate prese dagli archivi della Paramount e una chiavetta USB con l’indice consultabile dei brani. Il numero successivo è previsto per novembre.

 

Autore: Daniele Cestellini

Daniele Cestellini ha scritto 752 articoli.

Questo post è disponibile anche in: Inglese



Gli appuntamenti

  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Le recensioni di S&M: LA BELLEZZA DELL’ESSENZIALE – Nello Mallardo

Le recensioni di S&M: LA BELLEZZA DELL’ESSENZIALE – Nello Mallardo

La sceltezza della cantabilità che si interseca in modo simbiotico con un senso melodico di pregevol[...]

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna è uno fra i fisarmonicisti italiani più creativi ed eclettici sulla scena odierna. Vu[...]

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Si è svolta Giovedì 29 Novembre presso la Sala della Lupa in Palazzo Montecitorio la consegna del Pr[...]


Concorsi/Festival

Samuele Telari vince il 26°

Samuele Telari vince il 26° "Arrasate Hiria" International Accordion Competition

Un altro successo per il musicista Spoletino che si conferma uno dei più attivi e poliedrici fisarmo[...]

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

AccorDuo e Beier al Jazz Accordion Festival   CASTELFIDARDO - Un matiné elegante e ritmat[...]

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Sabato al circolo Boccascena, il francese suona con Luca Pecchia e Andrea Alessi   CASTEL[...]