Un giorno a Castelfidardo – le emozioni di “un amico della fisarmonica e di Strumenti&Musica”

156

Alviero Piccioni - Castelfidardo Gennaio 202013 Gennaio 2020

Con l’amico musicista Gianluca Bibiani abbiamo combinato una giornata a Castelfidardo, vera patria della fisarmonica.
Gianluca, editore insieme a Mirco Patarini del bel portale on-line “Strumenti&Musica”, ha raccolto interviste e interessi di comunicazione anche commerciale presso alcune tra le migliori ditte costruttrici e intanto a me è stato consentito di visitare i reparti di produzione degli strumenti.
In queste piccole imprese, che impiegano mediamente dieci dipendenti, tutto il lavoro viene svolto artigianalmente, così vi è un laboratorio per ciascuna fase di lavorazione, dalla falegnameria, alla costruzione e sistemazione delle meccaniche, all’impiallacciatura, per citare solo tre passaggi di un unico ciclo produttivo nel corpo del quale veri artisti costruiscono strumenti riconosciuti in tutto il mondo come i migliori marchi in assoluto.
Queste fisarmoniche, esposte nelle sale mostra delle ditte e altrove in città, costituiscono la mirabile prova del genio e delle sapienti mani di tutti coloro che contribuiscono alla loro realizzazione.
La giornata a Castelfidardo è stata una splendida esperienza, che mi ha anche rassicurato del fatto che le professionalità legate alla fisarmonica si stanno tramandando, giacché molti degli artigiani che ho incontrato sono giovani.
Per me, appassionato fisarmonicista, è stato come entrare nell’anima segreta di un’invenzione sonora che ha connotato la storia della musica, innanzitutto popolare, del ventesimo secolo, ma che da qualche anno viene finalmente insegnata anche nei conservatori.
In bocca al lupo a tutti e grazie dell’accoglienza.

 

Alviero Piccioni