“Danza in estasi” per la nuova edizione del festival Musica dei popoli

3

WamaliLo staff del Centro Flog Tradizioni Popolari ha scelto un bel gioco di parole nel dare il titolo alla trentottesima edizione del festival “Musica dei popoli”, che si svolgerà a Firenze dal 28 settembre al 1 novembre. E cioè: “Danza in estasi”, a sottolineare un riferimento diretto a tutti gli interessati e, allo stesso tempo, la mistica delle tradizioni coreutiche di tutto il mondo. Da tutto il mondo, infatti, provengono i gruppi che si esibiranno nei vari teatri e auditorium della città. E con riferimento alle danze tradizionali di varie parti del mondo si propongono stage e workshop, a cura di studiosi, musicisti e associazioni. Il 5 e 6 ottobre è in programma, all’auditorium Flog, il workshop di danza africana, a cura dell’associazione Matoké; il 13 ottobre, sempre all’auditorium, ci sarà lo stage di danza egiziana, a cura della coreografa e danzatrice Suraya Hilal; il 18 ottobre, al teatro dante (Campi Bisenzio), il gruppo I musicanti del piccolo borgo terrà una Lezione-concerto sulla musica e la danza popolare italiana.

Tra gli artisti che arricchiranno il programma dell’edizione 2013, vi sono Palsandae (Corea del Sud), Namrta Rai (India), Wamali Percussions (Guinea), “Ceremonia” con Timba Odara (Cuba), Monaci del Monastero di Tashi Lhunpo (Tibet), Quinteto ed Despues (Argentina), Canzoniere Grecanico Salentino.

Il programma completo è consultabile qui.