Marcello Paolo Guarnacci vince il Premio delle Arti 2012

6

Prestigioso riconoscimento per il Conservatorio di Latina

La settima edizione del Premio Nazionale delle Arti, Sezione Interpretazione Fisarmonica, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dalla Direzione Generale dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica e riservato agli studenti delle Istituzioni AFAM, è stata organizzata dal Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza in collaborazione con il Conservatorio di Musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Il 18 e 19 maggio, quindi, ventidue concorrenti provenienti dai Conservatori e Istituti Musicali italiani si sono confrontati sul piano del repertorio concertistico della fisarmonica, alla presenza di un pubblico attento e di una giuria internazionale composta da concertisti di chiara fama, nonché docenti universitari: la Prof.ssa Mie Miki, docente a Tokyo e all’Università di Essen-Duisburg, il Prof. Hans Maier, Università di Trossingen, il Prof. Vladimir Blagojevic, Accademia di Musica di Kragujevac. Cinque i finalisti selezionati per la prova finale del concorso: Marcello Paolo Guarnacci e Stefano di Loreto, entrambi allievi della Prof.ssa Patrizia Angeloni al Conservatorio di Latina, Ezio Ghibaudo, allievo del Prof. Ivano Battiston al Conservatorio di Firenze, Margherita Berlanda allieva del Prof. Corrado Rojac al Conservatorio di Trieste, Giuseppe Grosso allievo del M° Giuseppe Scigliano all’Istituto Musicale Pareggiato di Nocera Terinese. Il prestigioso Premio delle Arti 2012, unico e indivisibile, è stato poi assegnato a Marcello Paolo Guarnacci; mentre ad Ezio Ghibaudo è stata conferita la menzione speciale per la migliore esecuzione di un brano tratto dalla musica da tasto, intitolata alla memoria del M° Salvatore di Gesualdo recentemente scomparso. Nell’enunciare le motivazioni dell’assegnazione del Premio Nazionale delle Arti, la giuria ha evidenziato l’importanza di un concertismo fisarmonicistico basato su un alto livello tecnico e interpretativo mai disgiunto da un repertorio di valenza artistica e professionale adeguata alle più rilevanti istanze della storia della musica, contemporanea e non.

Marcello Paolo Guarnacci verrà premiato ufficialmente a Roma, nel corso di una cerimonia organizzata dall’AFAM, alla presenza delle più alte autorità ministeriali e governative.

A cura della redazione