32° Festival “Francesco Bande” – Suoni e colori della Sardegna – Canti, voci, musiche e balli

152

Ancora pochi giorni per la 32° edizione del concerto folkloristico denominato Festival “Francesco Bande”.
La manifestazione, patrocinata dal Comune di Sassari, si articolerà in tre appuntamenti programmati nei giorni 1 luglio, 10 luglio  e 1 agosto. Tutte le iniziative si svolgeranno presso la sede del Museo Bande in Via Muroni, 44 a  Sassari con inizio alle ore 20:30 e a ingesso libero.

I concerti si svolgeranno in ottemperanza alle normative anti covid, in locali adeguatamente sanificati, mantenendo il distanziamento sociale e indossando le mascherine che però non saranno d’ostacolo alla voglia di “normalità” e alla riprogrammazione delle attività culturali che tanto ci sono mancate a causa delle chiusure dettate dall’emergenza sanitaria. Ritroveremo, quindi, tutti gli amici ed appassionati di musica popolare che, pur distanziati, potranno riassaporare dei bei momenti improntati sulla divulgazione delle tradizioni.

Come di consueto, il festival si propone con l’intento di valorizzare la cultura sarda nelle sue più alte espressioni. Il maestro Francesco Bande, originario del Goceano, riprese fin da piccolo la passione del padre Mario, anch’egli abile cantante ed organettista, originario di Orani, che diede un importante contributo nella divulgazione delle musiche isolane. Fu, tra l’altro, autore e compositore di brani originali, esecutore di balli e canti di un genere denominato “urlato” che inventò egli stesso ispirandosi ai suoni della natura e che sottolineava con le note della sua fisarmonica diatonica che lo rese famoso anche oltre oceano. La sua prima consacrazione al pubblico avvenne nel 1955, ospite della famosa trasmissione radiofonica della Rai il “Campanile d’oro”. Francesco non mancava mai nelle più importanti feste isolane e veniva spesso invitato dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo a rappresentare l’isola nelle manifestazioni finalizzate alla promozione turistica.

Il programma del 1 luglio prevede la presentazione del romanzo storico dal titolo “L’ira del sardo”, scritto dall’originale autore sassarese Vittorio Farina, coadiuvato, per l’occasione, dalla professoressa Alessandra Scala e dall’Avvocato Cesare Boschi.
Non mancherà la sezione dedicata alla fisarmonica diatonica, strumento legato alla famiglia Bande con la figlia di Francesco, Inoria direttore artistico della serata, che eseguirà i cavalli di battaglia del padre Francesco grazie ai quali l’artista è sempre molto apprezzata in ambito locale, nazionale ed internazionale. Sarà presente anche il giovane e promettente Matteo Dore di Osilo (voce solista e chitarra) che accompagnerà le letture tratte dal libro di Farina. Il concerto terminerà con una degustazione di prodotti tipici organizzata dalla Salumeria Mangatia di Sassari.

Il 10 luglio sarà la volta dell’autore Bartolomeo Porcheddu di Ossi con il suo nuovo libro dal titolo “Roma colonia sarda” che ripercorre la storia della Sardegna dal Neolitico fino alla conquista romana.

Il programma di sabato 1 agosto sarà dedicato ai canti logudoresi con tre esecutori: Salvatore Deriu di Macomer e Gavina Fiori di Sassari alla voce, Antonello Salis di Padria alla fisarmonica e Inoria Bande alla fisarmonica diatonica e voce solista che si esibiranno in brani sacri e profani.
Eventi da non perdere all’insegna della continuità, della ricerca etnomusicologica e della promozione delle tradizioni sarde, sempre molto apprezzate anche al di fuori dei confini dell’isola.

 

Sassari – Sala Museo Bande – Via Muroni, 44 – Ore 20:30

Ingresso Libero

Direzione artistica: Dott.ssa Inoria Bande

Con il Patrocinio del Comune di Sassari

 

Circolo Culturale Folkloristico
MUSEO DEMOETNOANTROPOLOGICO “FRANCESCO BANDE”
Via Francesco Muroni, 44 – 07100 – Sassari
www.museobande.it