È appena uscito il volume “Italo Calvino e gli anni delle canzoni”

25

Le canzoni di Calvino“Italo Calvino e gli anni delle canzoni” è il titolo di un libro straordinario, uscito per le edizioni Betelgeuse (nella collana Andromeda) a cura di Enrico De Angelis e con il patrocinio del Club Tenco. Come ci spiega il titolo, si tratta di una raccolta di canzoni che Calvino scrisse, soprattutto negli anni cinquanta, e che vennero musicate da compositori quali Sergio Liberovici, Fiorenzo Carpi, Piero Santi, Mario Peragallo, Luciano Berio. Uno degli elementi più interessanti che emerge dalla raccolta è la corrispondenza tra la scrittura dei brani e l’attività di alcuni soggetti che hanno contribuito – in modi e con risultati differenti – all’affermazione del revival delle musiche popolari italiane. Da un lato, infatti, i brani – molti dei quali sono pressoché introvabili nelle versioni originali – sono nati per le sperimentazioni romane di Laura Betti. Dall’altro sono legati (grazie soprattutto alla figura di Liberovici) al movimento del Cantacronache, che ha definito una prospettiva di canto e scrittura raccolta da molti cantautori degli anni sessanta. Al volume è allegato un cd audio con i nove brani scritti da Calvino (di cui il 19 dicembre ricorre il trentesimo anniversario della morte), interpretati da Grazia De Marchi accompagnata al pianoforte da Giannantonio Mutto.

In calce la lista delle canzoni con i relativi crediti:

Dove vola l’avvoltoio? (Calvino-Liberovici)

Canzone triste (Calvino-Liberovici)

Sul verde fiume Po (Calvino-Carpi)

Oltre il ponte (Calvino-Liberovici)

Turin la nuit o Rome by night (Calvino-Santi)

La tigre (Calvino-Peragallo)

Il padrone del mondo (Calvino-Liberovici)

Quando ricordiamo (Calvino-Berio)

Turin la nuit o Rome by night/bis (Calvino-Santi)