La Philharmonia Orchestra e Repin all’Auditorium di Roma

11

Philharmonia OrchestraLa Philharmonia Orchestra, forse la più mitica tra le molte, prestigiosissime orchestre londinesi, fa tappa in Italia, nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Nel concerto capitolino in programma sabato 10 marzo (ore 21, biglietti dai 10 ai 35 euro), diretta dal Maestro Antonio Puccio, essa si presenterà in compagnia di un solista d’eccezione come il grande violinista russo Vadim Repin e presenterà un programma interamente dedicato al Romanticismo tedesco dell’800. Dal Coriolano di Beethoven, al Concerto per violino di Bruch, sino alla Sinfonia n.4 di Brahms.

Fondata nel 1945 da Walter Legge con il proposito di incidere dischi al massimo livello di eccellenza insieme ad artisti come Furtwängler, Guido Cantelli e soprattutto Herbert von Karajan, la Philharmonia Orchestra è stata diretta dalle più grandi bacchette del XX secolo, da Giulini a Svetlanov, da Kurt Sanderling a Vladimir Ashkenazy. Affidata, dopo Karajan (chiamato alla Filarmonica di Berlino), a Otto Klemperer, nel 1964 aggiornò il proprio nome in New Philharmonia Orchestra finché nel 1977 i professori d’orchestra, riappropriatisi dei diritti sul nome, riadottarono il nome originale. Lorin Maazel, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Christoph von Dohnanyi, Esa-Pekka Salonen ne sono stati, in sequenza, i direttori principali.