Orientoccidente. Culture e musiche migranti, dal 4 luglio al 10 agosto

7

Canzoniere-GrecanicoScorrendo via web le tante notizie musicali che si susseguono in questo periodo estivo, ci si accorge che nel nostro paese, e non solo, i festival, le rassegne, gli incontri, gli appuntamenti dedicati alle musiche popolari e ad alcune delle loro declinazioni più interessanti sono davvero rilevanti, sia quantitativamente che sul piano della qualità. Come è ormai una tradizione di questa rubrica, le settimane estive sono dedicate ai luoghi e agli eventi nei quali convergono una programmazione culturale e musicale rivolta (anche se attraverso punti di vista spesso molto diversi) alle musiche popolari, e alcuni degli artisti più importanti di questo scenario. Trovo, inoltre, particolarmente interessante il fatto che alcune rassegne non si esauriscano in pochi giorni compressi in un fine settimana, ma attraversino tutta l’estate (o una buona parte di questa). Interessante perché questa forma di programmazione riflette, con evidenza, un ampliamento dell’interesse verso la programmazione culturale in generale. Vale a dire una convergenza di intenti, che vede gli operatori culturali e le amministrazioni seguire le stesse direzioni, organizzando appunto dei programmi più articolati che, per un periodo prolungato, interessino una città o un più ampio territorio. A questi fattori si aggiunge, nei casi più fortunati, la longevità di alcune manifestazioni. Così il cerchio si chiude con più elementi positivi. È il caso, ad esempio, di Orientoccidente, la rassegna che si svolge in Toscana, avviata quest’anno il 4 luglio e in corso fino al 10 agosto. Il sottotitolo della rassegna è “culture e musiche migranti” e tutta la programmazione sta dentro a questo binomio ampiamente inclusivo. Si sono alternati finora artisti come Massimo Zamboni, Cristiano De Andrè, Canzoniere Grecanico Salentino. Da domani sarà possibile assistere ai concerti di Casa del Vento con Francesco Moneti (a Terranova Bracciolini in provincia di Arezzo), Banda Improvvisa (sabato 25 a Reggello), Ginevra Di Marco ed Elena Ledda (mercoledì 5 agosto a Terranova Bracciolini).

Tutto il programma si può consultare qui.