La CIA al lavoro per la promozione della fisarmonica

305

CIA - Confédération Internationale des AccordéonistesLA CIA PENSA AL DOPO COVID
Il Covid 19 mette paura al mondo. Eppure, fra momenti di disperazione per le vittime, angoscia generata dal futuro incerto, economia che sembra bloccarsi, lo sguardo è rivolto già oltre, cercando quella spinta in grado di rigenerare le nuove linee per ridisegnare il nostro futuro.
In questo quadro certamente obnubilato la CIA, la maggiore associazione fisarmonicistica al mondo fondata nel 1935, guidata nell’attuale quadriennio dall’italiano Mirco Patarini, sta preparandosi per ridare la giusta spinta all’intero movimento.
Dopo il lockdown mondiale, in cui si sono fermati i concerti, non la musica, divenuta ancor più un motivo d’unione prima dai balconi, subito dopo on line, la CIA ha continuato a lavorare per essere pronta.

 

NEW ENTRY: COREA DEL SUD, BULGARIA, BOSNIA HERZEGOVINA e SLOVENIA
In quest’ottica di necessaria positività ci piace segnalare l’allargamento della “famiglia” della Confederation Internationale des Accordeonistes. Un lavoro certosino, quello compiuto dal direttivo della CIA, nel tentativo di integrare sempre più quanti nel mondo danno forza allo strumento ad ancia. Queste new entry arricchiranno ulteriormente la già nutrita pattuglia di nazioni che da sempre sono parte attiva del movimento fisarmonicistico mondiale.
Sono state infatti ammesse, nel corso del Congresso invernale tenutosi a Praga lo scorso febbraio, quattro importanti nazioni: la Corea del Sud rappresentata dalla “Korean Accordion Association” diretta da Haein Yujeong Jeon, giovane musicista diplomata a Mosca che da alcuni anni sta riorganizzando e implementando lo studio della fisarmonica in un Paese dove lo strumento è da sempre molto popolare; la Bulgaria con “The Academy of Music, Dance and fine Arts” della città di Plovdiv (Filippopoli), rappresentata dal concertista, compositore e professore Angel Marinov; la Bosnia ed Herzegovina con l”’Association of Artists” di Bijeljina, guidata dall’attivissimo professor Slaviša Perić tra l’altro organizzatore da molti anni di un Festival Internazionale; la Slovenia, con la “Association of Slovenian Accordionists” (Starše), guidata da Marko Štumperger.
Vogliamo far notare come i membri aderenti alla CIA siano sempre istituzioni pubbliche o private (Accademie, Conservatori, Associazioni) e non persone fisiche individuali. Da segnalare, inoltre, l’adesione per la Francia di una nuova struttura. Quella del “Centre National ed Internationale de Musique d’Accordeon”, del famoso insegnante Jacques Mornet.
In “lista d’attesa” ci sono importanti realtà musicali che vanno dal Canada alla Moldavia, le cui delegazioni, pur presentando una domanda di membership, non hanno potuto essere presenti al congresso di Praga per presentare la propria attività e i propri programmi. Se ne riparlerà dunque al prossimo Congresso.

 

CIA - Confédération Internationale des Accordéonistes - Coupe MondialeCOUPE MONDIALE AD OTTOBRE IN PORTOGALLO
Quello che per ora sembra un appuntamento ancora lontano, mancano infatti 5 mesi alla 73° Coupe Mondiale in Portogallo che si terrà dal 5 all’11 Ottobre nella città di Castro Marim, splendido centro dell’Algarve, ha richiesto invece l’approfondimento di alcune tematiche, tra le quali quella della conferma della data.
Contatti quasi quotidiani avvengono con la parte politica anche in virtù dei dati nazionali che vedono il Portogallo, come la maggioranza delle nazioni europee, uscire proprio in questo periodo dalla prima fase della crisi pandemica. Logico però che, trattandosi di un evento mondiale, sarà necessario tenere sotto controllo e capire le evoluzioni del COVID 19 anche nelle altre parti del globo.
Entro il prossimo mese – ci dice il presidente della CIA Mirco Patarini – saremo in grado di delineare nei dettagli le linee guida. Da parte di tutti c’è la volontà di realizzare anche in questa occasione una grande Coupe Mondiale. Mettendo tutti al sicuro”.

 

MIGLIAIA DI VISUALIZZAZIONI PER “LA 12° GIORNATA MONDIALE DELLA FISARMONICA”
Sono andate oltre ogni più rosea aspettativa le visualizzazioni degli appassionati di fisarmonica di tutto il mondo per i primi 2 dei 4 contributi previsti dalla CIA per la “Giornata mondiale della fisarmonica”.
Evento creato nel 2009, si rinnova ogni anno a maggio con il proposito di omaggiare la fisarmonica attraverso la diffusione di video musicali ed interviste di diverse associazioni di più parti del mondo. Non casuale la data del 6 maggio, quando nel lontano 1829 Cyrill Demian, organista e pianista di origine armena, accompagnato dai figli Karl e Guido, depositò a Vienna un brevetto per la fisarmonica.
1° collegamento (6 maggio) – Nel sito della CIA, all’apposita sezione eventi, è possibile rivedere il primo contributo aperto per l’occasione da una intervista al presidente della CIA Mirco Patarini.
Hanno fatto seguito i video provenienti dall’Italia (in questo caso un tributo voluto dall’Associazione Gervasio Marcosignori di Castelfidardo con la partecipazione dei musicisti Mirco Patarini, Valentino Lorenzetti (entrambi estimatori ed amici personali di Marcosignori), Antonino De Luca e Massimo Marconi che hanno eseguito “Bel Fiore” scritto da Pietro Frosini, un brano particolarmente amato dal poeta della fisarmonica, tanto da inserirlo in pianta stabile fra i suoi bis; dal Portogallo (prossima sede della “Coupe Mondiale”) da parte del presidente della Mito Algarvio – Associação de Acordeonistas do Algarve João Manuel Afonso Pereira e con i video dei famosi insegnanti e fisarmonicisti Nelson Conceiçao, João Barradas e João Frade; dalla Repubblica Ceka con l’intervento del professor Jiří Lukeš in diretta dal Conservatorio di Praga; dalla Polonia (Paese oggi non membro CIA) con una interessantissima intervista ai membri del famoso “Motion Trio”, con tanto di contributi musicali e dalla Cina (un vero passaggio di testimone avendo ospitato l’ultima edizione della Coupe Mondiale”), con vari interventi a cominciare dal presidente della Associazione dei Fisarmonicisti Cinesi professor Li Cong.
2° collegamento (9 maggio) – Sono visibili i contributi provenienti dalla Germania, da parte della Deutscher Harmonika-Verband e.V. (DHV) presentata dal responsabile Georg Hettmann, associazione che si sta preparando da anni per ospitare la Coupe Mondiale del 2021, anno in cui ricorrerà il suo 90° anniversario; Olanda con interventi del responsabile Vincent Van Amsterdam Nederlandse Organisatie voor Accordeon & Moundharmonica – NOVAM, Danimarca con una intervista molto interessante al professor Geir Draugsol della Royal Academy of Music di Copenaghen e al Compositore Martin Lhose con alcuni video dei suoi brani da concerto per fisarmonica, e dall’ Estonia, l’attivissima Estonian Accordion Society presentata dal giovane Mikk Langeproon.
3° collegamento (23 maggio) – Per chi avesse perso la diretta sul web sarà possibile rivedere sul sito della CIA i filmati e le interviste dalle seguenti nazioni: Austria, Finlandia, Belgio, Russia, Stati Uniti e Bosnia.
4° collegamento (in fase di realizzazione per il 6 giugno) – Ad ogni associazione, gruppo, orchestra, esecutore e insegnante (anche non appartenente alla CIA) che volessero aderire promuovendo le attività di fisarmonica nazionale e locale, potranno farlo registrandosi nell’apposito spazio eventi della CIA dedicato alla “Giornata Mondiale della Fisarmonica”.