Ritmi, Percorsi e Note – i “segreti” di KOSMOS

82

Kosmos - Ritmi, Percorsi e NoteCome sviluppare la capacità di muoversi agevolmente sulla tastiera? Anche in questo caso, la interconnessione di diversi elementi risulta fondamentale. Abbiamo quindi bisogno di una percezione sensomotoria attiva, di una esperienza che conduca ad interiorizzare ogni tastiera come uno spazio in cui imparare ad orientarsi cinesteticamente e a percepire tutte le dimensioni sensibili legate al corpo, configurando le successioni di suoni come successioni di movimenti organizzati nello spazio e con una precisa connessione con l’orecchio, i parametri e la qualità del suono, oltre che con il pensiero musicale.

Come abbiamo già visto, i vari volumi di Kosmos sono costituiti da sezioni differenti mirati ad obiettivi differenti che, tutti insieme, agiscono in rete attivando la sinergia delle competenze strumentali e musicali.
Nelle sezioni Ritmi, Percorsi e Note in Kosmos I e Percorsi e Ritmi in Kosmos II troviamo una serie di materiali musicali ed un piano di studio utili a costruire queste capacità, esposti a livelli diversi di approfondimento nei due differenti libri. Quanto era stato esplorato nelle sezioni Creazioni, viene ora riproposto in altre forme e modalità, lavorando in modo circolare e ricorsivo.
Vediamo come.

Ritmi, Percorsi e Note in Kosmos I
A partire dalla organizzazione delle direzioni del movimento nello spazio – tastiera, si costruisce una geografia che è tattile e cinestetica allo stesso tempo e che solo dopo essere stata interiorizzata attraverso l’esperienza va ritrovata nella pagina scritta, o da scrivere. Il libro per l’insegnante, nella sezione Direzioni, offre infatti una guida al lavoro sensomotorio di base da svolgere senza leggere, mentre nei libri rivolti agli allievi si trovano materiali musicali e percorsi utili nella fase immediatamente successiva a questa esplorazione sensomotoria.

La struttura di ogni tastiera viene quindi interiorizzata connettendo la geografia con i suoni, uno dopo l’altro. Ogni suono viene proposto in notazione grafica per rendere più agevole la lettura ai bambini più piccoli, prima con durate “lunghe”, libere (per permettere la attenzione percettiva sulla collocazione spaziale, sulla presa del dito sul tasto, sul movimento in generale) e poi viene tradotto in cellule ritmiche, chiedendo all’allievo di improvvisare e poi scrivere sequenze ritmiche di propria creazione.

Così ogni suono ha una sua collocazione tattile e cinestetica, una sua altezza prima che un nome, una sua materia di suono, una sua durata e una serie di relazioni cinestetiche, sensoriali e ritmiche che lo legano agli altri suoni, fino a costruire le basi per l’utilizzo delle tastiere anche nella loro interazione.
I materiali musicali sono organizzati in modo da permettere l’utilizzo con diverse tipologie di tastiere, previste nelle diverse configurazioni: tastiera destra “a pianoforte” o “bottoni” per la tastiera destra e con diversi sistemi di distribuzione dei suoni; la tastiera sinistra è proposta nelle varie configurazioni delle note singole (per sole terze minori, per quinte) e anche in quella dei bassi e accordi precomposti.

Allo stesso modo si muove Percorsi e Ritmi in Kosmos II, proponendo un percorso simile (per orientamento, coordinazione, lettura ritmica e articolazioni) ma a livelli di maggiore differenziazione e complessità, adatto come prosecuzione del primo volume o come prima esperienza condotta da allievi non più piccolissimi.

La tastiera sinistra è, per il fisarmonicista, territorio di grandi risorse e complessità che in fase di prima formazione può costituire anche un grande “mistero”. Kosmos II presenta una intera sezione Per la sinistra: brevi sequenze ritmiche e melodiche per il consolidamento delle abilità esecutive specifiche con materiali espressamente dedicati alle caratteristiche di tastiere differenti.

I temi dell’orientamento, della lettura ritmica, della coordinazione tra le due mani sulle diverse tastiere e sulla differenziazione della articolazione del suono e delle dita, viene poi ripreso e di nuovo approfondito in alcune sezioni di Kosmos III che osserveremo da vicino più avanti.

 

Nessuna parte di questo articolo può essere riprodotta senza il preventivo assenso dell’autrice.

 

Angeloni Patrizia, 2018, KOSMOS per fisarmonica. Percorsi integrati per la prima formazione. 5 voll., Youcanprint.
KOSMOS I materiali e percorsi musicali per musicisti fino a 11 anni
KOSMOS II materiali e percorsi musicali per musicisti fino a 11 anni
KOSMOS III materiali e percorsi musicali per musicisti dagli 11 anni in poi.
KOSMOS IV repertorio dalla tradizione europea
KOSMOS Libro per l’insegnante

Su Amazon, Libreria Universitaria, Ibs, Feltrinelli, Mondadori

 

———————————————————————

 

Kosmos - Ritmi, Percorsi e NoteThe secrete of “KOSMOS” Rhythms, Paths and Notes

How to develop the ability to move easily on the keyboard? Here too, the interconnection of several elements is crucial. We therefore need an active sensomotor perception, an experience that leads to interiorize every keyboard as a space in which to learn to orient kinesthetically and to perceive all the sensitive dimensions related to the body, configuring the sound sequences as sequences of movements organized in space and with a precise connection with the ear, the parameters and the quality of the sound, as well as with the musical thought.
As we have already seen, the various volumes of Kosmos are made up of different sections aimed at different objectives that, all together, act in network activating the synergy of instrumental and musical skills.
In the sections  Ritmi, Percorsi e Note (Rhythms, Paths and Notes) in Kosmos I and Percorsi e Ritmi (Rhythms and Paths) in Kosmos II we find a series of musical materials and a study plan useful to build these abilities, exposed to different levels of depth in the two different books. What was explored in the Creazioni (Creations) section is now proposed in other forms and modes, working in a circular and recursive way.
Let’s see how that works.

Ritmi, Percorsi e Note in Kosmos I
Starting from the organization of the directions of movement in space – keyboard, you build a geography that is tactile and kinesthetic at the same time and that only after having been internalized through experience must be found in the written page, or to be written. The teaching book, in the Direzioni (Directions) section, offers a guide to basic sensomotor work, to be carried out without reading. In the books addressed to the students there are musical materials and useful paths in the phase immediately after this sensomotoria exploration.

The structure of each keyboard is then internalized by connecting the geography with the sounds, one after the other. Each sound is offered in graphic notation to make it easier for children to read, first with free and “long” durations (to allow perceptual attention on the spatial placement, on the finger grip on the button, on the movement in general). Each sound is then translated into rhythmic cells, asking the student to improvise and write rhythmic sequences of his own creation.
So each sound has its own tactile and kinesthetic placement, its own height before a name, its own sound matter, its duration and a series of kinesthetic, sensorial and rhythmic relationships that bind it to other sounds, until to construct the bases for the use of the keyboards also in their interaction.

The musical materials are organized in order to allow the use with different typologies of keyboards, provided in the different configurations: right “piano” keyboard or “button” keyboard for the right keyboard and with different systems of distribution of sounds; the left keyboard is available in the various configurations of the single notes (for only “minor thirds”, or for “fifths”) and also in that of the bass and pre-composed chords (S.B. keyboard).

In the same way moves Percorsi e Ritmi (Rhythms and Paths) in Kosmos II, proposing a similar path (for orientation, coordination, rhythmic reading and articulations) but at levels of greater differentiation and complexity, suitable as a continuation of the first volume or as a first experience conducted by students no longer very young.

The left keyboard is, for the accordionist, a territory of great resources and complexity that during the first formation can also constitute a great “mystery”. Kosmos II presents an entire section Per la sinistra (for the left keyboard): short rhythmic and melodic sequences for the consolidation of specific executive skills with materials expressly dedicated to the characteristics of different keyboards.

The issues of orientation, rhythmic reading, of the coordination between the two hands on the different keyboards and the differentiation of the articulation of sound and fingers, is then resumed and again deepened in some sections of Kosmos III  that we will look closely in the next article.

 

No part of this article may be reproduced without the prior consent of the author.

 

The collection:

Angeloni Patrizia, 2018, KOSMOS per fisarmonica. Percorsi integrati per la prima formazione. 5 voll., Youcanprint. (KOSMOS For accordion. Integrated instrumental training)
KOSMOS I musical material and training plan for musicians up to 11 years old
KOSMOS II musical material and training plan for musicians up to 11 years old
KOSMOS III musical material and training plan for musicians from 11 years old onwards (English/italian text)
KOSMOS IV traditional european repertoire
KOSMOS teaching book (English/italian text)

On-line stores:  Amazon, Libreria Universitaria, Ibs, Feltrinelli, Mondadori, Youcanprint