Le recensioni di S&M: ELEMENTS – Pat Battstone Sextet

7

ELEMENTS

Pat Battstone Sextet

Etichetta discografica: Leo Records

Anno produzione: 2017

di Stefano Dentice

 
Elements - Pat Battstone SextetAtmosfere surreali, a tratti larvatamente inquietanti, corroborate da un mood criptico. Elements è la nuova creazione discografica firmata Pat Battstone Sextet, singolare formazione costituita da Marialuisa Capurso (voce, ocarina, campane, elettronica e oggetti), Mariasole De Pascali (flauti e ottavino), Francesco Massaro (sax alto, clarinetti e oggetti), Pat Battstone (pianoforte e percussioni), Adolfo La Volpe (chitarra, elettronica e oggetti) e Giacomo Mongelli (batteria e percussioni). Il CD è formato da dodici brani originali scaturiti dalla vivida vena compositiva del sestetto. Still Sleeping è una composizione immersa in un’aura di mistero. Qui Massaro e De Pascali architettano traiettorie surreali, ipnotiche, locupletate da un manto sonoro magnetico tessuto dai loro partner. In Hot March, il bizzarro spoken word di Marialuisa Capurso è sottolineato da un incessante tappeto percussivo di matrice tribale. Il climax di Bankruptcy Agreement è particolarmente concitato, brano in cui i sei protagonisti vanno a briglie sciolte nel segno del free, attraverso una cerebrale improvvisazione collettiva ricca di intrecci armonici e sonori assai interessanti. Elements è un album in pieno solco avant-garde jazz, ma con palesi riferimenti alla sperimentazione più estrema, radicale. Un disco per il quale è aritmeticamente impossibile incontrare il gusto di tutti i jazzofili, bensì concepito con la volontà manifesta di esprimere una musica che non debba rappresentare, a ogni costo, un prodotto discografico di facile appeal e ascolto.

 

GUARDA IL VIDEO