Le recensioni di S&M: RECUERDO – Le Valentine

4

RECUERDO

Le Valentine

Etichetta discografica: Alfa Projects

Anno produzione: 2018

di Marco Gemelli

 

Recuerdo - Le ValentineCreatività è inventare, sperimentare, crescere, assumersi dei rischi, rompere regole….
Mai frase fu più veritiera ed esplicativa per riassumere al meglio il primo lavoro discografico del duo Le Valentine.
Formato da due “valenti” artiste: Valentina Cesarini, virtuosa fisarmonicista e Valentina Rossi, luminoso e flessibile soprano che propongono una playlist di ben 11 brani.
In primo luogo, a destare interesse, sono i brani inediti, tra i quali non possiamo non citare Milonga del Aura (musica della Cesarini e parole della Rossi), composizione gioiosa, fresca a dal ritmo “latineggiante”.
Non mancano sperimentazioni sul tango tradizionale; ad essere riproposto, di fatto, è un particolare arrangiamento del brano “Por una Cabeza” del celeberrimo cantante Carlos Gardel.
In ogni lavoro discografico che si rispetti non può mancare un serio tributo all’inventore del cosiddetto “Nuevo Tango”… l’innovatore Astor Piazzolla.
Vengono personalizzate alcune pietre miliari della sua novecentesca arte compositiva come Oblivion, colonna sonora del film Enrico IV e Yo soy Maria, aria di punta dell’operita Maria de Buenos Aires.
Interessantissime risultano il famosissimo “Jealousy”, scritto curiosamente da un danese, Jagob Gade nel 1925 e una rilettura tanguera del classico napoletano “Indifferentemente”.
Dulcis in fundo, per la categoria assumersi dei rischi, la scelta di una composizione del grande fisarmonicista francese Richard Galliano, la conosciutissima Tango Pour Claude; la loro esecuzione, sul cui tema Valentina Rossi ha scritto delle liriche in lingua argentina, trascende la tradizionale partitura originale scritta per fisarmonica e pianoforte, trasformandosi in una vera e propria “chanson” in lingua spagnola.
Tale coraggiosa modifica ha comunque ottenuto l’approvazione ed il plauso dell’autore, come documentato e riportato sul booklet.
L’album Recuerdo è un lavoro all’insegna dell’originalità in cui si intersecano alla perfezione improvvisazione, invenzione e sperimentazione strizzando l’occhio al passato e tendendo la mano verso il futuro.
La voce di Valentina Rossi è prorompente, chiara e fluttuante.
Le note di Valentina Cesarini sono sempre molto discrete ed intime nei momenti in cui la fisarmonica si limita ad accompagnare il canto, mentre diventano istrioniche e sgargianti nelle diverse introduzioni e soli proposti.

 

GUARDA IL VIDEO

GUARDA IL VIDEO