Nasce a Bari l’AFI (Associazione Fisarmonicistica Italiana)

138

Il 2 Gennaio 2020 è nata l’Associazione Fisarmonicistica Italiana, un ente del Terzo Settore di Promozione Sociale. L’AFI, con sede a Bari, ha il seguente Consiglio Direttivo: Presidente M° Francesco Palazzo, Vice-Presidente M° Ferdinando Muttillo, Segretario Alessandra Palazzo. L’associazione si occuperà di promuovere la cultura fisarmonicistica in senso generale e, infatti, estraendo alcuni stralci dallo Statuto dell’Associazione, leggiamo che: ART. 2 (Scopo, finalità e attività) L’associazione non ha scopo di lucro e persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, mediante lo svolgimento in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi di una o più delle seguenti attività di interesse generale, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri associati o delle persone aderenti agli enti associati, delle attività di interesse generale di cui all’art. 5 del D.Lgs 117/17 lettere i), d) e h): organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura, della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo; educazione, istruzione e formazione professionale, ai sensi della legge 28 marzo 2003 n.53 e successive modificazioni, nonché le attività culturali di interesse sociale con finalità educativa; ricerca scientifica di particolare interesse sociale. L’associazione si occuperà di qualsiasi tipo di attività sia afferente al mondo della cultura musicale ed in particolar modo alla Fisarmonica. L’associazione ha lo scopo di favorire la promozione e realizzazione di tutte quelle iniziative idonee a promuovere la crescita di un mondo in grado di contemperare la cultura e l’esperienza nazionale con quelle transnazionali: sviluppare e diffondere la cultura della musica in generale e della fisarmonica nello specifico, escluso ogni fine politico o di lucro. L’associazione vuole aggregare quanti, ispirandosi ai più alti ideali musicali, intendono contribuire alla salvaguardia della tradizione fisarminicistica italiana, partecipando ad ogni opportuna iniziativa tesa alla diffusione di tali valori. L’associazione opera e lavora nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati. È esclusa qualsiasi finalità politica, sindacale dei lavoratori o dei datori di lavoro, professionale o di categoria, ovvero di tutela esclusiva degli interessi economici degli associati. Per il perseguimento dei propri scopi l’associazione potrà collaborare con altri enti pubblici e privati aventi finalità analoghe alle proprie, mantenendo in ogni caso la propria autonomia. Nell’ambito di tale collaborazione, l’associazione potrà svolgere programmi di pubblica utilità che potranno rivestire anche la natura di attività economiche commerciali, pur sempre nel rispetto dei limiti della normativa. L’associazione svolgerà le seguenti attività, a titolo esemplificativo e non tassativo: organizzazione e realizzazione di iniziative di formazione e aggiornamento qualificato e di attività di studio rapportate a situazione concrete, creando occasioni di confronto propositivo fra esponenti del mondo accademico, istituzionale, imprenditoriale e politico; realizzazione di attività di formazione e aggiornamento professionale attraverso lo svolgimento di corsi altamente specializzati; ideazione, studio, ricerca, elaborazione e presentazione di progetti extra comunitari, comunitari, nazionali, regionali o locali mirati a realizzare nuove attività sia di sviluppo che di crescita professionale e/o economica del territorio; ideazione, elaborazione e studio di giornalini su specifici argomenti di interesse. L’associazione potrà, inoltre, svolgere qualsiasi altra attività lecita ed aderente agli scopi del sodalizio, nonché ogni altra attività complementare alle precedenti. L’associazione per lo svolgimento e la realizzazione di tutte le iniziative connesse ed annesse al raggiungimento degli scopi istituzionali potrà compiere qualsiasi attività ad essi strumentale e funzionale, inclusi in via descrittiva, ma non esaustiva, l’acquisto e la vendita di locali, macchinari, impianti ed ogni altro mezzo idoneo al proprio fine istituzionale; può altresì stipulare contratti di locazione, comodato gratuito, leasing o mutuo sempre ai fini del raggiungimento dello scopo sociale. Potrà pertanto aprire e movimentare conti correnti bancari e/o postali, ricevere elargizioni e contributi da chiunque rilasciandone quietanza, ricevere donazioni e lasciti testamentari con beneficio di inventario e compiere qualsiasi operazione nel rispetto dei vincoli della normativa. L’associazione intende avvalersi di tutti i benefici e le provvidenze a favore delle organizzazioni non commerciali previste dalle norme nazionali, regionali e comunitarie. Per raggiungere le finalità che l’associazione si propone, essa potrà: costituire gruppi sul territorio nazionale; istituire premi per soggetti meritevoli di riconoscimento; promuovere e favorire iniziative culturali, anche in forma di cooperazione, a favore difficoltà; promuovere associazioni con specifici interessi collegati e partecipare alla costituzionfederativi con associazioni aventi scopi analoghi; collaborare con organismi pubblici e privati italiani, europei ed internazionali; stipulare convenzioni con istituzioni pubbliche e private; promuovere la costituzione di enti aventi o non aventi personalità giuridica diretti alla remedesimi fini istituzionali; realizzare convegni, conferenze, dibattiti, seminari, mostre, manifestazioni culturali, sostenere iniziative educative promuovendo ed organizzando seminari, corsi e manuali; sostenere e finanziare attività culturali-formative-educative; collaborare con persone, gruppi, enti pubblici e privati, enti locali e istituti circa lo svolgimento dei suddetti indirizzi operativi; promuovere, favorire, rivalutare e far rivivere tutte le manifestazioni della cultura fisarmonicistica, da quella tradizionale/standard, alla fisarmonica classica a note singole, inclusi tutti i modelli di strumenti ad ancia e a mantice, provvisti di tastiera (a prescindere se  a bottoni, diatonici o cromatici, unifonici o bifonici: organetto, bandoneon, conceharmonium portativo, ecc.), appartenenti alla famiglia delle “fisarmoniche”, mediante corsi nelle scuole, studi, concorsi, festivals, seminari, campus, ricerche e pubblicazioni – b) curare la raccolta della documentazione demologica ed incoraggiare tutte le analoghe – c) collaborare con la Scuola, gli Enti e gli Istituti Italiani e Stranieri che si interessano della cultura fisarmonicistica – d) indirizzare e coordinare le iniziative delle Scuole, Associazioni, Gruppi ed Orchestre – e) promuovere e gestire corsi professionali inerenti le tradizioni fisarmonicistiche – f) promuovere e rendere operanti le attività legate alla cultura, in particolare quelle connesse alle tradizioni popolari, anche a fini ricreativi e di utilizzazione del tempo libero – g) la propaganda, la promozione e la gestione delle attività di valorizzazione delle tradizioni fisarmonicistiche. Il primo atto dell’associazione sarà il lancio di una grande campagna di raccolta fondi per l’acquisto di strumenti musicali per bambini dai tre ai dieci anni, di nuova concezione e con caratteristiche originali.

 

PER INFORMAZIONI

assfisarmitaliana@gmail.com