In evidenza
qr_code

Neri Pollastri, Riccardo Tesi… “Mi aspetto una vita come quella che ho fatto”

Scritto da
/ / Scrivi un commento

“MI ASPETTO UNA VITA COME QUELLA CHE HO FATTO”

Neri Pollastri, Riccardo Tesi. Una vita a bottoni, Squilibri, 2016

 

Riccardo Tesi - Una vita a bottoniUn libro da acquistare e da conservare gelosamente sullo scaffale dedicato ai migliori lavori di critica musicale. Davvero un lavoro filologico minuzioso ed esaustivo quello di Neri Pollastri, che in Riccardo Tesi. Una vita a bottoni (Squilibri, 2016) ripercorre la carriera di un grande protagonista della musica popolare italiana. Ma anche di quella classica, del jazz, della canzone d’autore e del rock. Riccardo Tesi compie 60 anni e li dimostra tutti. Artisticamente parlando, s’intende. Nel senso che la sua maturità come compositore, strumentista e uomo di palcoscenico è sotto gli occhi – e nelle orecchie – di tutti. L’organetto di Tesi – e lo si percepisce anche solamente ascoltando il bel CD allegato al libro – trasmette vibrazioni che arrivano dirette all’anima. E senza nulla togliere ai suoi partner, si vorrebbe (anche quando al piano c’è un signore che si chiama Stefano Bollani) che i suoi assolo non finissero mai.

L’artista toscano si nutre fin dall’infanzia e dall’adolescenza di suoni e sonorità policromi e multiformi: da Bella Ciao del Nuovo Canzoniere Italiano, comprato dal padre alla Festa dell’Unità, ai Jethro Tull, che ascolta assieme agli amici di Pistoia, sua città natale, da Bob Dylan ai Deep Purple, da Francesco Guccini ai Procol Harum. Nella sua musica ci sarà spazio per tutto questo e ne ritroveremo le eco disseminate in tutto il suo percorso artistico, dai primi passi con Caterina Bueno alla sua Banditaliana, passando per le collaborazioni con Fabrizio De André e Ivano Fossati.Riccardo Tesi - Una vita a bottoni

Neri Pollastri, instancabilmente e con ricchezza di particolari, nel suo libro entra nei meandri anche meno noti e più remoti della vita musicale di Riccardo Tesi, sviscerando album, brani, collaborazioni, progetti e sogni e lasciando allo stesso Tesi la possibilità di inserirsi nella narrazione “tecnica” con ricordi, impressioni, emozioni del tutto personali, che non trascurano la vita privata e familiare. Ad aprire ogni capitolo c’è la testimonianza di un critico musicale, di un collega o di un amico. Ma le figure, qui, spesso si fondono e si confondono. Come dice Enzo Gentile nel primo di questi attestati: “[…] l’amicizia […] nel mestiere del giornalista può essere cattiva consigliera”. Particolarmente divertenti le dichiarazioni – sotto forma di note biografiche – di Ezio Guaitamacchi, che, lapidario e sintetico, stigmatizza così il nostro: “Negli anni ’60, quando tutti i ragazzi volevano essere uno dei Beatles, Riccardino si era preso una cotta per il duo di Piadena”.

Quasi superfluo dire che gli organetti di Riccardo Tesi sono tutti, rigorosamente e fin dal primo, prodotti nella “nostra” regione Marche.

A corredo del libro, ma parte essenziale di esso, una discografia con tanto di foto delle copertine degli album e un repertorio fotografico che potrebbero costituire un volume a sé. La narrazione si conclude con un’intervista dello stesso Pollastri a Riccardo, che alla domanda: “[…] come vedi i tuoi prossimi trentott’anni di musica?” risponde: “[…] mi aspetto una vita come quella che ho fatto, che sono felice di aver fatto e che non ho intenzione di cambiare. Una cosa che auguro a tutti, a cominciare da mia figlia”.

 

Neri Pollastri, Riccardo Tesi. Una vita a bottoni

Squilibri, 2016, € 22,00.

Autore: Sergio Macedone

Sergio Macedone ha scritto 60 articoli.



Gli appuntamenti

  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Bianco e Sponta i

Bianco e Sponta i "portabandiera" dell'Italia alla Coupe Mondiale 2018

Altissimo il livello di preparazione di tutti i concorrenti e non facile il compito della giuria, se[...]

Le recensioni di S&M: MAGIP – GB Project

Le recensioni di S&M: MAGIP – GB Project

Magip deriva dalle iniziali dei nomi della formazione e non è solo un espediente, una trovata per al[...]

Athos Bassissi: il tango argentino come una droga

Athos Bassissi: il tango argentino come una droga

Perdutamente innamorato del tango argentino, in possesso di una tecnica solidissima, Athos Bassissi [...]


Concorsi/Festival

Bianco e Sponta i

Bianco e Sponta i "portabandiera" dell'Italia alla Coupe Mondiale 2018

Chiuso il sipario sulla brillante edizione della 70°Coupe Mondiale CIA, la città di Osimo ha ospitat[...]

La “Nuova Coppa Pianisti” torna ad Osimo, dal 31 agosto al 6 settembre

La “Nuova Coppa Pianisti” torna ad Osimo, dal 31 agosto al 6 settembre

Grazie all’associazione “Polo Music”, con il patrocinio del Comune di Osimo (Ancona, Italia) dal 31 [...]

4° Festival della Fisarmonica di Fiemme e di Fassa - Valli dell’Avisio

4° Festival della Fisarmonica di Fiemme e di Fassa - Valli dell’Avisio

Ai nastri di partenza la quarta edizione del Festival della Fisarmonica di Fiemme e di Fassa - Valli[...]

CHIUDI
CLOSE