Sparagna e OPI interpretano le musiche tradizionali del Gargano

2

Sparagna CarpinoDomenica 17 maggio Ambrogio Sparagna sarà impegnato, con la sua Orchestra Popolare Italiana, in una serata interamente dedicata ai repertori musicali del Gargano. L’appuntamento è alle ore 18 alla Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.  L’evento, che vedrà anche la partecipazione di alcuni esponenti dello scenario delle musiche tradizionali del Gargano, è organizzato dalla Fondazione Musica per Roma, in collaborazione con Finisterre, Carpino Folk Festival e Puglia Sound. Tutti soggetti ampiamente conosciuti e che oggi rappresentano alcuni dei movimenti più dinamici nello scenario dello studio e della riproposta delle musiche popolari. I repertori del Gargano – sebbene abbiano raggiunto una certa conoscenza grazie ai Cantori di Carpino – sono ancora largamente inesplorati. O meglio non sono ancora entrati, come altri repertori non solo pugliesi, in una riproposta che ha raggiunto il grande pubblico. Questo nonostante la cultura musicale dell’area sia molto profonda, i repertori molto ricchi e differenziati, e gli strumenti tradizionali molto interessanti, anche sul piano organologico. Per quanto riguarda questi ultimi, ricordiamo soprattutto la chitarra battente, ma anche la diffusione della mandola, dell’organetto e delle zampogne. Riguardo invece i repertori, Sparagna e Orchestra ci faranno ascoltare alcuni brani delle donne di Ischitella, alcune tarantelle di Sannicanddro, fino ad alcuni canti della tradizione arbëreshë di Chieuti.

L’ingresso ha un costo di € 15. Per info qui.