In evidenza
qr_code

Strumenti in vetrina – La sostenibile leggerezza di FLY

Scritto da
/ / 5 commenti

LA SOSTENIBILE LEGGEREZZA DI FLY

Intervista a Francesco Mengascini (BELTUNA)

 

Prestige IV 96 p comp - FLY - Rame AnticoBeltuna, storico marchio di Castelfidardo, sta lanciando sul mercato un nuovo prodotto: FLY. Per presentarlo ai lettori di Strumenti&Musica, abbiamo incontrato Francesco Mengascini, che dell’azienda è il Direttore tecnico e commerciale.

Strumenti&Musica – Francesco, innanzitutto toglimi una curiosità. Perché questo nome? FLY, mosca… oppure il verbo to fly, volare…?

Francesco Mengascini – In effetti, quando pensavo ad un nome per questo nuovo strumento, cercavo qualcosa che esprimesse proprio il senso di leggerezza…

S&M – Qual è il target di riferimento per questo strumento? Professionisti affermati o giovani musicisti?

F.M. – Il problema del peso riguarda, in effetti, un po’ tutti. I giovani perché trascorrono molte ore a studiare, compromettendo, dunque, la loro postura in un’età in cui il fisico è in crescita e in formazione. I professionisti affermati perché suonano spesso anche in piedi nei loro concerti. Quindi, il nostro prodotto è indicato, in fondo, per entrambe le categorie di fisarmonicisti, ma non solo. È pensato anche per tutti gli amatori, persone non più giovanissime, che, malgrado l’età, amano ancora suonare con lo strumento con cui sono abituate, senza dover necessariamente ripiegare su fisarmoniche di dimensioni ed estensioni ridotte.

S&M – Quali generi musicali sono più consoni alle timbriche di questa nuova fisarmonica?

F.M. In realtà la Fly non è un nuovo modello di fisarmonica ma è una nuova collezione di fisarmoniche, nella quale possiamo installare qualsiasi tipo di voci e realizzare qualunque tipo di accordatura. Per questo motivo si presta a qualsiasi genere musicale.

S&M – Il bel pieghevole che illustra FLY parla di un “prodotto innovativo, ideale per chi ricerca l’assoluta padronanza tecnica”. Quali sono le caratteristiche che rendono tale questo strumento e in che cosa consiste l’innovazione?

F.M. – Si, in effetti è arrivato il momento di chiarire bene in che cosa consiste questa innovazione. Il modello Fly rappresenta un’importante novità nel panorama mondiale della fisarmonica. Con esso siamo riusciti, finalmente, a realizzare uno strumento più leggero senza alterare le qualità standard dei nostri strumenti professionali. In effetti, in precedenza, per alleggerire una fisarmonica era necessario montare voci ridotte, indebolire la struttura della cassa per alleggerirla, ridurre gli spessori del metallo della tastiera e della meccanica e ridurre le dimensioni dello strumento. Nella Fly tutto questo non è più necessario: le voci sono della normale dimensione, garantendo, quindi, le stesse sonorità dei modelli standard; le parti meccaniche hanno stesse dimensioni e quindi nessun problema relativo a tasti che vibrano o ad eventuali rotture per usura; nessuna riduzione della misura della tastiera, quindi, chi è abituato a suonare con passo 20 può continuare a farlo senza essere costretto a suonare ad un passo ridotto; non essendo necessario ridurre la dimensione della cassa armonica non si riduce neanche il volume d’aria contenuto all’interno del mantice, dunque non è necessario aprirlo e chiuderlo più spesso del normale, riducendo ulteriormente la fatica di suonare. La leggerezza del modello Fly è ottenuta grazie all’utilizzo di nuovi materiali: la fibra di carbonio, in sostituzione delle varie parti in metallo dello strumento, con l’aggiunta poi di altri nostri piccoli segreti del mestiere. La fibra di carbonio, infatti, è un materiale estremamente leggero, ma, al tempo stesso, molto robusto. Così lo strumento riesce a perdere peso senza indebolirsi e garantendo le stesse qualità degli altri strumenti standard. Come puoi facilmente intuire, con una fisarmonica di questo genere, di alta qualità e leggerezza, un grande musicista può suonare con più precisione e riuscire ad ottenere un’assoluta padronanza tecnica del suo strumento!

S&M – Per arrivare a questo risultato avete investito molto nella ricerca?

F.M. Si, oltre ai macchinari che si rendono poi necessari nel processo produttivo, noi lavoriamo anche internamente la fibra di carbonio. L’investimento, dunque, è stato anche e soprattutto nella formazione del personale: infatti, essendo appunto un materiale nuovo, non siamo partiti da una base di conoscenze consolidate, ma abbiamo dovuto sperimentare noi tutto in prima persona, testando il prodotto diverse volte prima di poter raggiungere lo strumento così come lo volevamo, con il nostro design e senza imperfezioni.

S&M – Quanto conta, ancora, la manualità e l’abilità degli artigiani di cui vi avvalete in azienda rispetto alla perfezione e alla velocità di produzione offerta dalle macchine a controllo numerico, che hanno “facilitato” il lavoro di moltissime aziende fidardensi?

F.M. – Conta ancora moltissimo perché la maggior parte del lavoro eseguito in fabbrica è proprio manuale. Proprio riagganciandomi al discorso di prima, il lavoro dei nostri operai durante la fase di ricerca, ma anche ora nella fase produttiva vera e propria, è stato ed è determinante. Certo, si utilizzano molto anche i macchinari, come quelli a controllo numerico, ma anche in questi casi è necessario un lavoro preliminare di programmazione della macchina eseguito da tecnici esperti che danno i giusti input al macchinario, che da solo, ovviamente, non potrebbe operare. Quindi, come puoi vedere, la manualità, l’abilità e le conoscenze tecniche sono ancora importantissime e ricercatissime nel nostro settore.

Francesco MengasciniS&M – FLY è disponibile in tre versioni: Prestige, Leader e Spirit. In che cosa differiscono l’una dall’altra?

F.M. – A dire il vero, sono i tre modelli Prestige, Leader e Spirit ad essere disponibili anche nella versione Fly! Prestige, Leader e Spirit sono infatti i nostri tre modelli professionali di fisarmonica con cassotto, con caratteristiche tecniche più o meno simili, ma che si differenziano per le loro sonorità: il Prestige si distingue per la potenza e l’aggressività del suono; il Leader, grazie al sistema Amplisound, si contraddistingue per il suo suono caldo e cavernoso; lo Spirit, invece, costituisce una fusione dei due suoni precedenti, frutto anche questo di una nostra interna attività di ricerca, che rappresenta il top della nostra gamma. La scelta di abbinare la versione Fly ad uno di questi modelli attribuisce, quindi, allo strumento, più leggerezza senza nulla togliere a quelle che sono le caratteristiche standard della fisarmonica in termini di suono, di dimensione e di robustezza.

S&M – Che tipo di voci montate su questa nuova fisarmonica? Si tratta, comunque, di uno strumento “chiuso” oppure adattabile alle esigenze degli eventuali acquirenti?

F.M. – Come avrai ormai capito, si tratta di un modello adattabile e personalizzabile nel rispetto di ogni esigenza dei nostri clienti. Comunque, le voci che montiamo sono, come su tutti i modelli professionali, voci a mano della migliore qualità.

S&M – Il mercato, italiano ed internazionale, come sta reagendo di fronte a questa nuova proposta?

F.M. L’anno scorso abbiamo lanciato questa nostra novità in occasione della Fiera di Francoforte con il nostro primo prototipo e l’interesse del pubblico è stato notevole. Ora abbiamo ampliato la gamma, ma, ovviamente, il prezzo di lancio è ancora poco accessibile. Confidiamo, comunque, sul fatto che, in breve tempo, riusciremo ad ottimizzare i tempi e i costi di produzione, riducendo il prezzo per rendere questo tipo di strumento veramente alla portata di tutti.

S&M – Le fisarmoniche Beltuna si sono sempre distinte, oltre che per l’indubbia qualità sonora, anche per il design veramente raffinato… Chi è, se è lecito saperlo, il “creativo” dei vostri bellissimi strumenti?

F.M. – È difficile dirlo perché in realtà si tratta, per lo più, di un lavoro di squadra. Spesso, le idee vengono a me o a mio padre che, ovviamente, siamo i più stimolati anche perché più a contatto con la clientela e con le sue problematiche ed esigenze. Ma è grazie al lavoro dei nostri 25 tecnici altamente specializzati se poi queste nostre idee possono realmente concretizzarsi.

 

SCARICA LA PRESENTAZIONE DELLO STRUMENTO

Autore: Sergio Macedone

Sergio Macedone ha scritto 62 articoli.



Gli appuntamenti

  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Strumenti&Musica Festival X edizione - Mercoledì 21 la giornata inaugurale

Strumenti&Musica Festival X edizione - Mercoledì 21 la giornata inaugurale

Si apre Mercoledì 21 Novembre, alle ore 09.00, la X edizione di “Strumenti&Musica Festival” organizz[...]

Il mondo della fisarmonica piange la scomparsa di Eliana Zajec

Il mondo della fisarmonica piange la scomparsa di Eliana Zajec

Il mondo della fisarmonica piange la scomparsa di Eliana Zajec. È una frase che mi è difficile scriv[...]

6° Concorso Pianistico Internazionale

6° Concorso Pianistico Internazionale "Città di Spoleto" - Il calendario

Stop alle iscrizioni del 6° Concorso Pianistico Internazionale "Città di Spoleto" ... Il Direttore A[...]


Concorsi/Festival

1° Concorso Internazionale di Fisarmonica

1° Concorso Internazionale di Fisarmonica "Tienno e Iller Pattacini" a Bibbiano

È in corso a Bibbiano, in provincia di Reggio Emilia, il 1° Concorso Internazionale di Fisarmonica "[...]

Strumenti&Musica Festival X edizione - Mercoledì 21 la giornata inaugurale

Strumenti&Musica Festival X edizione - Mercoledì 21 la giornata inaugurale

Si apre Mercoledì 21 Novembre, alle ore 09.00, la X edizione di “Strumenti&Musica Festival” orga[...]

6° Concorso Pianistico Internazionale

6° Concorso Pianistico Internazionale "Città di Spoleto" - Il calendario

Stop alle iscrizioni del 6° Concorso Pianistico Internazionale "Città di Spoleto" ... Il Direttore A[...]