Le recensioni di S&M: Solo – Felice Clemente

49

SOLO

Felice Clemente

Etichetta discografica: Crocevia Di Suoni Records

Anno produzione: 2020

di Stefano Dentice

 

Solo - Felice ClementeUna conversazione interiore, profonda e mutevole, che fotografa stati d’animo e sensazioni contrastanti attraverso una comunicatività ora serafica ora ardente, in alcuni frangenti contemplativa e in altri suadente. Prende vita così Solo, nuovo album del sensibile ed estroso sassofonista, clarinettista e compositore Felice Clemente. Tredici i brani che formano la tracklist, di cui solo Bá – Bá, Moods e Free Improvisation sono  frutto del rigoglioso cerebro di Clemente. Mentre Harlem Nocturne (Hearle Hagen), A Secret Place (Fabio Nuzzolese), Princess Linde (Michel Godard), Blues For One (Brandford Marsalis), Nuovo Cinema Paradiso (Ennio Morricone), La Nani (Javier Pérez Forte), Rapsodia Temperante (Fabio Nuzzolese), Sarabande From Cello’S Suite N.5 (Joahann Sebastian Bach), Song For Clarinet (Daniele Di Gregorio) e Notturno N.2 (Daniele Di Gregorio) completano il CD. Bá – Bá è una composizione ammaliante. Qui, alle prese con il sax soprano, Felice Clemente si esprime costruendo un discorso improvvisativo cantabile, materico, dalla forte intensità espressiva, locupletato da alcune finezze armoniche. Il bluesy mood di Moods è particolarmente ammiccante, contagioso. In questo brano al tenore, l’eloquio del sassofonista è sinuoso, avvolgente, adornato da un suono riscaldante. In Free Improvisation il climax è evocativo. Al sassofono soprano, Clemente si destreggia brillantemente spremendo il suo sax dal punto di vista timbrico e architettando un’elocuzione policromatica, intrisa di inebrianti inflessioni bluesy. In orbita contemporary jazz, Solo è un album che esalta i tratti distintivi dell’opulenta musicalità di Clemente, sovente protagonista di un playing dalle floride coloriture mediterranee e influenzato dalla musica colta.

 

GUARDA IL VIDEO