Le recensioni di S&M: Vola Vola – Daniele Di Bonaventura / Michele Di Toro

95

VOLA VOLA

Daniele Di Bonaventura / Michele Di Toro

Etichetta discografica: Caligola Records

Anno produzione: 2019

di Stefano Dentice

 

Vola Vola - Daniele Di Bonaventura/Michele Di ToroUn candido e simbiotico dialogo intriso di empatia, levità, munificenza comunicativa e classe cristallina, talvolta accesso da un’impetuosità espressiva dall’effetto pervasivo. Vola Vola è la nuova opera discografica partorita dall’effusiva materia grigia di Daniele Di Bonaventura (bandoneon) e Michele Di Toro (pianoforte). Tre dei dieci brani all’interno del CD sono composizioni originali figlie dell’inesauribile ispirazione dei due protagonisti, come Ninna Nanna (Michele Di Toro), Corale (Michele Di Toro) e Sogno Di Primavera (Daniele Di Bonaventura), mentre One Day I’ll Fly Away (Joe Sample – Nils Landgren), Jeanne Y Paul (Astor Piazzolla), Blossom (Keith Jarrett), Sus Ojos Se Cerraron (Carlos Gardel – Alfredo Le Pera), Touch Her Soft Lips And Part (William Turner Walton), Vola Vola Vola (Guido Albanese – Luigi Dommarco) e Soledad (Carlos Gardel – Alfredo Le Pera) completano la tracklist. Il climax di Ninna Nanna è etereo, crepuscolare, carezzevole. Qui Di Toro e Di Bonaventura brillano per uno struggente lirismo e per la profondità del loro senso melodico. Corale è una composizione evocativa, dal mood elegiaco. Il bandoneonista e il pianista si esprimono attraverso una comunicatività narrativa e descrittiva che lascia il segno. Anche in Sogno Di Primavera si respira un’atmosfera melanconica, particolarmente toccante. Il pianismo di Michele Di Toro è colmo di grazia interpretativa, locupletato da un tocco fatato con il quale sembra quasi sfiorare gli ottantotto tasti. Vola Vola, disco pullulante di influenze appartenenti alla musica colta e di sceltezza armonica, è scevro di autoreferenzialità. Un album in cui la congiunzione delle menti e delle anime rappresenta l’apogeo dell’intero lavoro.

 

GUARDA IL VIDEO