Concerti
qr_code

Gran finale di MITO SettembreMusica a Torino con Zubin Mehta

Scritto da
/ / Scrivi un commento

Il Maestro Zubin Mehta dirige l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino per il “Concerto degli scandali”

Orchestra del Maggio Musicale FiorentinoIl pubblico è invitato ad assistere a un concerto straordinario per il gran finale di MITO SettembreMusica a Torino: sabato 21 Settembre, alle ore 21, presso l’Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto, il Maestro Zubin Mehta dirige l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino per il “Concerto degli scandali”.

Nella primavera 1913 le città di Vienna e Parigi furono scosse dai più grandi scandali della storia della musica mai avvenuti. La stampa definì “Concerto dei ceffoni” l’esecuzione di Schoenberg nella sala dorata del Musikverein di Vienna e “Le massacre du printemps” il concerto di Stravinsky al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi. A 100 anni di distanza, MITO SettembreMusica propone una sintesi degli storici programmi, eseguiti dall’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sotto la bacchetta di Zubin Mehta.

 

Sabato 21 Settembre – ore 21 – Torino
Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto – Via Nizza 280, Torino
Posti numerati euro 27, 32
 
Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino
Zubin Mehta, direttore
 
Arnold Schoenberg
Kammersymphonie op. 9
Cinque pezzi op. 16
 
Igor Stravinsky
Le Sacre du printemps, quadri dalla Russia pagana
 
 
Zubin Mehta nasce nel 1936 a Bombay e riceve un prima educazione musicale dal padre Mehli Mehta, fondatore della Bombay Symphony Orchestra. Dopo un breve periodo di studi di medicina parte per Vienna dove entra in fine nel corso di direzione d’orchestra sotto Hans Swarowsky all’Akademie für Musik. A partire dal 1961 dirige le orchestre sinfoniche di Vienna, Berlino e Israele con cui mantiene ancora stretti legami. Zubin Mehta ha diretto più di duecento concerti e tour con straordinari ensemble attraverso i cinque continenti. Nel 1978 diventa direttore musicale dei New York Philharmonic cominciando un rapporto durato 13 anni, il più lungo nella storia dell’orchestra. Dal 1985 è stato direttore principale del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze. Zubin Mehta debutta come direttore d’opera con Tosca a Montreal nel 1964. Da allora si è esibito alla Metropolitan Opera di New York, la Vienna State Opera, la Royal Opera House, il Covent Garden, la Scala di Milano, l’Opera House di Chicago così come al Festival di Salisburgo. È stato direttore musicale della Bavarian State Opera, tra il 1998 e il 2006, dove ha diretto più di 400 concerti tra cui due tour in Europa e due in Giappone. La lista di onorificenze e premi di Zubin Mehta è lunga e include il “Nikisch-Ring” lasciatogli in eredità da Karl Böhm. È cittadino onorario sia di Firenze che di Tel Aviv ed è stato nominato membro onorario della Vienna State Opera nel 1997. Nel 1999 è stato insignito del “Lifetime Achievement Peace and Tolerance Award” da parte delle Nazioni Unite. Nel 2001 gli è stato conferito il titolo di Direttore Onorario della Vienna Philharmonic Orchestra e nel 2004 la MunichPhilharmonic Orchestra gli ha conferito lo stesso titolo così come hanno fatto la Los Angeles Philharmonic e il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Alla fine della sua avventura con la Bavarian State Opera è stato nominato Direttore Onorario della Bavarian State Orchestra e membro onorario della Bavarian State Opera.
 
Dicembre 2011: l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino inaugura il Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, fra i più all’avanguardia in Europa. Fondata nel 1928 da Vittorio Gui come Stabile Orchestrale Fiorentina, è impegnata fin dagli esordi in un’intensa attività concertistica e nelle stagioni liriche del Teatro Comunale di Firenze ed è, oggi, una delle più apprezzate orchestre dai più celebri direttori e dai pubblici di tutto il mondo. Nel 1933 contribuisce alla nascita del più antico e prestigioso festival musicale europeo dopo quello di Salisburgo, il Maggio Musicale Fiorentino, di cui prende il nome. A Gui subentrano come direttori stabili Mario Rossi (nel 1937) e, nel dopoguerra, Bruno Bartoletti. Capitoli fondamentali nella storia dell’Orchestra sono la direzione stabile di Riccardo Muti (1969-’81) e quella di Zubin Mehta, Direttore principale dall’ 85, che firma da allora in ogni stagione importanti produzioni sinfoniche e operistiche e le più significative tournée e che celebra, nel 2012, il 50° anniversario del suo debutto a Firenze. Negli anni‘80-‘90, l’Orchestra stabilisce un rapporto privilegiato con Myung-Whun Chung e con Semyon Bychkov, Direttori ospiti principali rispettivamente dall’’87 e dal’92. Apprezzata nel mondo musicale internazionale, nel corso della sua storia è stata guidata da alcuni fra i massimi direttori quali: De Sabata, Guarnieri, Marinuzzi, Gavazzeni, Serafin, Furtwängler, Walter, Klemperer, Dobrowen, Perlea, Erich Kleiber, Rodzinski, Mitropoulos, Karajan, Bernstein, Schippers, Claudio Abbado, Maazel, Giulini, Prêtre, Sawallisch,Carlos Kleiber, Solti, Chailly, Sinopoli e Ozawa. Illustri compositori come Richard Strauss, Pietro Mascagni, Ildebrando Pizzetti, Paul Hindemith, Igor Stravinsky, Goffredo Petrassi, Luigi Dallapiccola, Krzysztof Penderecki e Luciano Berio hanno diretto loro lavori, spesso in prima esecuzione. L’Orchestra realizza fin dagli anni Cinquanta numerose incisioni discografiche, radiofoniche e televisive, insignite di prestigiosi riconoscimenti fra i quali il Grammy Award. Dopo i successi riportati dalla terza tournée in Giappone con Zubin Mehta sul podio, che del Maggio Musicale Fiorentino è anche Direttore onorario a vita, compie un’applaudita tournée a Varsavia, al Musikverein di Vienna, a Francoforte e a Baden-Baden. Riceve, nell’80° anniversario della fondazione e per i suoi altissimi meriti artistici, il Fiorino d’Oro della Città di Firenze. Nel 2011 il Maggio Musicale Fiorentino è nominato dal Presidente della Repubblica Ambasciatore della cultura italiana nel mondo e svolge un ruolo importante nelle celebrazioni del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Sempre nel 2011 l’Orchestra compie prestigiose tournée in più di dodici paesi (Francia, Lussemburgo, Spagna, Germania, Giappone, Taiwan, China, India, Ungheria, Russia, Austria e Svizzera), mentre nel 2012, sia il 75°Maggio Musicale che un tour in Sud America (in Cile,Uruguay, Argentina e Brasile) sono dedicati alla memoria di Amerigo Vespucci. Recentissima una tournée a Istanbul e Baku, sempre con Mehta, coronata da grande successo. Nel 2013 l’Orchestra ricorda gli 80 anni dalla creazione del Festival del Maggio Musicale Fiorentino nel 1933.
 
MITO SettembreMusica – GRAN FINALE SABATO 21 SETTEMBRE – il programma dei concerti
 

A Torino
Il Maestro Zubin Mehta dirige l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino per il “concerto degli scandali”
Sabato 21 settembre – ore 21
Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto – Via Nizza 280, Torino
Posti numerati euro 27, 32
La sensibilità dello Schoenberg di Kammersymphonie op. 9 e dei Cinque pezzi op. 16; la carica dirompente del Sacre du printemps di Stravinsky nella lettura di Zubin Mehta e dell’ Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

 

Unica Tour 2013. Antonello Venditti
Sabato 21 settembre – ore 21
Palaolimpico Isozaki – Corso Sebastopoli 123
Posti numerati euro 23, 28.50, 34.50, 40

 

A Milano
Ritmo di tango: il pomeriggio per i bambini, la sera si balla con il Tanguero Miguel Angel Zotto
Il tango per i più piccoli: una tango – fiaba piena di rospi e topi
Sabato 21 settembre 2013 – ore 17
Teatro Martinitt – Via Pitteri 58, Milano
posto unico numerato € 5
A partire dai 4 anni

 

Il tango e il topo – El tango y el sapo
Il tango è il grande protagonista della festa di chiusura del Festival MITO, anche dell’ultimo appuntamento dedicato al pubblico dei più giovani.
Il tango e il topo. El tango y el sapo è, infatti, il titolo dello spettacolo che conclude la rassegna “Piccoli MITI crescono”, sabato 21 settembre, alle ore 17, al Teatro Martinitt. Una simpatica storia a ritmo di tango liberamente ispirata ad una fiaba tradizionale argentina e prodotta dall’Associazione Musicamorfosi.
I bambini a partire dai 4 anni potranno volare con la loro fantasia dall’Italia fino in Argentina, seguendo le avventure del topino Juancito alle prese con scommesse e inganni, canzoni e sfide con rospi canterini. Una tango fiaba che attraverso danze, musiche e ritmi argentini coinvolge e diverte i più piccoli introducendoli con leggerezza a temi importanti quali l’emigrazione, le differenze culturali e la tutela del folclore locale.

 

Los MITOs del tango y mas: si balla alla festa di chiusura dedicata al tango argentino con il grande tanguero Miguel Angel Zotto
Sabato 21 settembre 2013, dalle ore 22
East End Studios Studio Novanta – Via Mecenate 90, Milano
posti in piedi € 15
Hyperion ensemble
Juan José Mosalini (senior), bandoneon
Miguel Angel Zotto e Daiana Guspero, ballerini
Gabriel Ponce e Analía Morales, ballerini
Claudio Garcés, voce
Pablo Scarpelli, presentatore
Punto y Branca, musicalizador

 

Il Festival MITO SettembreMusica saluta il suo pubblico con una grande festa di tango. Il 21 settembre agli East End Studios ballo e spettacolo si fondono in una serata pregna di atmosfere argentine: le musiche eseguite dell’Hyperion ensemble si alternano alle esibizioni di Miguel Angel Zotto, uno dei più famosi tangueros a livello internazionale, e della sua compagna Daiana Guspero, affiancati da Gabriel Ponce e Analía Morales, una delle coppie più caratteristiche della famosa Compañía internacional “Tangox2”.

A far da controcanto allo spettacolo la milonga guidata dal musicalizador Punto y Branca, che richiama pubblico e ballerini professionisti a mescolarsi sulla pista da ballo. Pablo Scarpelli, volto noto al grande pubblico grazie a Zelig, traghetta gli spettatori attraverso tutti i momenti della serata.

 

ANTONIO PAPPANO PER LA PRIMA VOLTA AL FESTIVAL MITO

Sabato 21 settembre 2013 – ore 17
Gallerie d’Italia – Piazza Scala – Piazza della Scala 6, Milano
ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
Incontro con Sir Antonio Pappano
Partecipano Francesca Colombo e Filippo Del Corno
Coordina Carla Moreni

 

Sabato 21 settembre 2013 – ore 21
Teatro degli Arcimboldi – Viale dell’Innovazione 20, Milano
posti numerati € 20, € 30, € 40
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Sir Antonio Pappano, direttore
Mario Brunello, violoncello
Antonín Dvořák
Concerto per violoncello e orchestra in si minore op. 104
Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 5 in do minore op. 67

 

Due gli appuntamenti per il pubblico di MITO per la prima volta di Antonio Pappano al Festival MITO SettembreMusica.

Sabato 21 settembre 2013 alle ore 17 alle Gallerie d’Italia Antonio Pappano incontra il pubblico di MITO per presentare se stesso, il programma del concerto e per parlare dei manoscritti verdiani relativi al Falstaff e all’Ave Maria, acquistati da Eni e Intesa Sanpaolo per iniziativa del Festival MITO ed esposti per l’occasione.

Sabato 21 settembre 2013 alle ore 21 al Teatro degli Arcimboldi dirigerà la sua Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, di cui è Direttore Musicale dal 2005, con un programma sinfonico popolare, di grande respiro, che inizia con il Concerto per violoncello e orchestra in si minore op. 104 di Antonín Dvořák, interpretato da Mario Brunello, per proseguire poi con la celeberrima Quinta Sinfonia di Ludwig van Beethoven.

Autore: Gianluca Bibiani

Gianluca Bibiani ha scritto 1108 articoli.



Gli appuntamenti

  • 24 settembre 201871° Coupe Mondiale (CIA)
  • 21 novembre 2018Strumenti&Musica Festival
AEC v1.0.4

News


In evidenza

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

Contenuti e quantità, tradizione e innovazione, eventi di nicchia e bagni di folla per la notte dell[...]

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

Tre vittorie per l'Italia, una a testa per Lituania e Portogallo. Le prime due giornate del Premio I[...]

La fisarmonica al

La fisarmonica al "Cremona Musica International Exhibitions and Festival"

Ultimi preparativi per l'edizione 2018 del "Cremona Musica International Exhibitions and Festival" ([...]

Concorsi/Festival

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

PIF 2018 - Il russo Vladimir Stupnikov si aggiudica la categoria Premio

Il russo Vladimir Stupnikov vince la categoria per concertisti più prestigiosa Contenuti e qualità:[...]

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

Premio internazionale di fisarmonica, i primi esiti del concorso

La scuola italiana in evidenza nella categoria "virtuoso" con due giovani talenti   CASTE[...]

PIF 2018 - closing party dalle 20:00 con Riccardo Tesi & Banditaliana

PIF 2018 - closing party dalle 20:00 con Riccardo Tesi & Banditaliana

Il programma di domenica: closing party dalle 20:00 con Riccardo Tesi & Banditaliana Un Premio [...]

CHIUDI
CLOSE