Le recensioni di S&M: L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ESTASI – Sospensiva

0

L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ESTASI

Sospensiva

Etichetta discografica: Dodicilune Edizioni Musicali e Discografiche

Anno produzione: 2016

di Stefano Dentice

 

L'insostenibile leggerezza dell'estasiUna regale melodiosità tipicamente europea che si interseca in modo alchemico con la fervida creatività jazzistica, ornata da lievi ammiccamenti alla musica brasiliana. L’insostenibile leggerezza dell’estasi è la nuova fatica discografica griffata Sospensiva, brillante quintetto costituito da Paola Arnesano (voce), Gabriele Mirabassi (clarinetto), Alessandro Galati (pianoforte e Fender Rhodes), Attilio Zanchi (contrabbasso) e Walter Paoli (batteria). I dieci brani presenti nel CD portano la firma di Arnesano, Zanchi e Galati. Lo spassoso choro Chorinando (Attilio Zanchi) è decisamente contagioso. L’elocuzione di Mirabassi è gioiosa, sinuosa e altamente trascinante. Da Cubicq (Alessandro Galati) sgorga una struggente vena di malinconia. L’incedere di Galati è raffinatamente cadenzato e arioso. Il tandem Zanchi-Paoli intesse un costrutto ritmico cangiante e stimolante. In L’insostenibile leggerezza dell’estasi (Paola Arnesano), quinta traccia, la cantante si esprime con grazia e cura la dinamica con lodevole perizia. Generato nel segno del contemporary jazz, L’Insostenibile leggerezza dell’estesi è un album da tenere in alta considerazione, in cui si alternano momenti particolarmente riflessivi a frangenti più ameni e distensivi.

 

GUARDA IL VIDEO