LICHTEN luci – SCHATTEN / ombre concerto monografico – dibattito

62

FESTIVAL MAUER WERKE

12 dicembre 2019, ore 19.30, Palazzo Tomelin Piazza Gavazzi 5, PergineValsugana
con Alba Nabulsi (filosofa e esperta in rigenerazione urbana), Claudia Perez Inesta (pianoforte), Gala Perez Inesta (violino), Emanuele Dalmaso (sassofoni), Margherita Berlanda (fisarmonica). Musiche di Samir Odeh-Tamimi

 

Samir Odeh TamimiFINISSAGE residenza artistica

14 dicembre, ore 20, Spazio artistico Anomalia via Cesare Battisti 11, Baselga di Pinè – evento conclusivo della residenza artistica del compositore e artista Samir Odeh-Tamimi, che esporrà alcune delle sue opere pittoriche. Con la partecipazione di Gala Perez Inesta al violino.

Presentiamo con LICHTEN luci – SCHATTEN ombre e con il FINISSAGE, gli ultimi due appuntamenti del ciclo di eventi MAUER_WERKE, ideato in collaborazione con la ricercatrice e pianista Claudia Perez Inesta. Nel trentesimo anniversario dalla caduta del Muro di Berlino, il tema della barriera, del confine, del limite non potrebbe essere più attuale. Protagonista di questi ultimi due appuntamenti è il noto compositore tedesco di origine palestinese Samir Odeh Tamimi, personalità di spicco nello scenario contemporaneo internazionale. Il concerto monografico del 12 dicembre presso Palazzo Tomelin, Piazza Gavazzi 5 Pergine Valsugana, ore 19.30 è affidato all’interpretazione sapiente delle sorelle Claudia e Gala Perez Inesta, al sassofonista Emanuele Dalmaso e alla fisarmonicista Margherita Berlanda; la serata sarà introdotta dalla filosofa e urban planner Alba Nabulisi. A Tamimi è dedicato anche l’ultimo appuntamento del ciclo Mauer Werke, il giorno 14 dicembre dalle ore 20.00 presso lo spazio artistico Anomlia, Via Cesare Battisti 11, Baselga di Pinè.
“Nel suo linguaggio contemporaneo in costante metamorfosi, dà espressione all’arcaico, al triviale. L’arcaico è qui semplicità e purezza propria di coloro che vivono a contatto con la terra, con il corpo e la mente in stretta connessione l’uno all’altra” Claudia Perez Inesta su Samir Odeh Tamimi.
Di origine palestinese, il compositore tedesco Samir Odeh-Tamimi si staglia nel panorama compositivo per l’unicità del suo linguaggio musicale, sintesi energica e sapiente tra tradizione europea e pratica musicale araba. Membro dell’Akademie der Kunste dal 2016, della quale è attualmente direttore del dipartimento musicale, viene insignito nello stesso anno del prestigioso premio GEMA.
Le sue opere sono presentate regolarmente in festival di rilievo internazionale ed interpretate da istituzioni del calibro di SWR, Zaafran Ensemble, Neue Vocalsolisten, Ensemble Moderne solo per nominarne alcune.
Il suo nuovo lavoro TIMNA sarà presentato in première da SWR per la stagione 2019/2020. Tra le altre collaborazioni, quella con la Frankfurt Radio Symphony Orchester, la Biennale di Monaco, l’Aix en Provence Festival e il Festival d’Avignon (opera di teatro musicale in première per il 2021).

 

Lo staff di Anomalia