qr_code

Fra tradizione e sperimentazione DISPERANZA: il nuovo CD dei Parafoné

Scritto da
/ / Scrivi un commento

DisperanzaIn un’esplosione di caldi e magici suoni, nasce il secondo lavoro discografico dei Parafoné “Disperanza”, pubblicato e distribuito dall’etichetta italiana Officine della Musica. Il gruppo musicale Parafoné nasce nel 2002, in una piccola realtà del sud, con l’intento di riproporre la musica della propria terra, la Calabria, senza modificarne l’essenza primaria; compito sicuramente arduo quanto affascinante se si prende in considerazione la maggior predisposizione della civiltà odierna alla tecno-sound e alla musica commerciale. I Parafoné, attraverso l’uso degli antichi strumenti tramandati di padre in figlio, come chitarra battente, zampogna, lira, organetto, tamburelli, fischiotti etc., lottano per far emergere le identità culturali di una società che ormai, sempre più di corsa, tende a trascurare ogni valore. Avvicinarsi al mondo della cultura popolare diventa per i Parafoné una vera e propria esigenza, dettata dal profondo legame e dall’amore per la Calabria e le sue mille sfaccettature sociali e culturali. Ma la loro musica non è soltanto tradizione: l’utilizzo di strumenti come il bouzouki greco, il didjeridoo australiano, la darbuka del nord africa, e il basso elettrico, sottolineano un’apertura verso i confini della world music e del rock, che non deve essere intesa come una mera contaminazione, bensì come un supporto per esprimere al meglio le potenzialità della musica stessa. Innovazione dunque, ma la tradizione resta tradizione, e ciò si evince dalla particolare attenzione prestata alle peculiarità degli intervalli melodici utilizzati, così strettamente legati alle sole radici calabresi. Disperanza dunque, rappresenta il culmine di una ricerca, fra tradizione e sperimentazione, durata ben dieci anni, frutto di un caparbio lavoro che ha portato, non solo alla creazione di una ritmica travolgente ed incalzante, unita ad un’eccellente qualità e pulizia degli arrangiamenti, ma anche ad altissimi livelli nel riadattamento dei testi tipici della tradizione calabrese. Il noto musicologo Danilo Gatto definisce Disperanza «un capolavoro… curato nei minimi dettagli… un’eccellenza che merita di essere divulgato nel panorama internazionale».

Ma di sicuro per capire il vero valore, l’essenza e lo scopo di questo interessantissimo lavoro discografico è necessario soffermarsi sulle splendide parole del cantante del gruppo, Bruno Tassone, che si esprime così nella presentazione del CD:

«C’è una sottile linea che unisce disperazione e speranza, paradosso del presente confuso che viviamo. Una contrapposizione di riflessioni “sonanti”, che abbiamo cercato di riassumere in questo nostro secondo disco, scaturito dalle idee apportate da ognuno di noi. Antipodi musicali e letterari legati alla Calabria, terra da cui sgorgano con orgoglio le nostre radici, luogo concreto e paradiso della mente, che unisce e separa, attira e respinge» e ancora «Le nostre sono canzoni di amore e di protesta, dove mescoliamo storia e futuro secondo la nostra visione. Non ci vergogniamo certo di dire che veniamo dalla campagna, praticando una vita semplice ed essenziale, fondata su valori autentici e sinceri. Restiamo umili e questo si avverte anche nella nostra musica schietta e palpitante…».

Disperazione e speranza, un binomio che anziché contrapporsi, si unisce per esprimere sentimenti come amore e protesta; testi e melodie del passato che si fondono con colori, suoni e ritmi moderni, per raccontare, sorridere, piangere e riflettere “con ironia e raffinata semplicità” l’identità culturale della propria terra.

I Parafoné sono:
• Bruno Tassone – voce, chitarra battente, zampogna a chiave
• Angelo Pisani – lira calabrese, pipita, fischiotti, sax soprano, marranzano
• Gianluca Chiera – cori, bouzouki
• Domenico Tino – chitarra acustica, chitarra elettrica, cori
• Antonio Codispoti – organetto diatonico, tamburello, cori
• Omar Remi – basso elettrico
• Fabio Tropea – percussioni, darabouka, didjeridoo, tamburi a cornice
 
Per maggiori informazioni consultare il sito www.parafone.it

Autore: Valentina Currenti

Valentina Currenti ha scritto 15 articoli.

Valentina Currenti diplomata con il massimo dei voti in pianoforte, canto e didattica, è docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio“P.I.Tchaikovsky”di Nocera Terinese (CZ).



Gli appuntamenti

  • Nessun evento imminente
AEC v1.0.4

News


In evidenza

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna: musica senza barriere né etichette

Carmine Ioanna è uno fra i fisarmonicisti italiani più creativi ed eclettici sulla scena odierna. Vu[...]

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Un riconoscimento a Massimiliano Pitocco tra le Cento Eccellenze Italiane

Si è svolta Giovedì 29 Novembre presso la Sala della Lupa in Palazzo Montecitorio la consegna del Pr[...]

Felice Fugazza (1922 - 2007) - prima parte

Felice Fugazza (1922 - 2007) - prima parte

Nei precedenti articoli abbiamo messo in evidenza come negli anni Trenta e soprattutto Quaranta del [...]


Concorsi/Festival

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

JAF 2018 - Domenica l’ultimo appuntamento della terza edizione

AccorDuo e Beier al Jazz Accordion Festival   CASTELFIDARDO - Un matiné elegante e ritmat[...]

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Al Jazz Accordion Festival di Castelfidardo il talento di Beier

Sabato al circolo Boccascena, il francese suona con Luca Pecchia e Andrea Alessi   CASTEL[...]

Domenico Saccente apre il Jazz Accordion Festival 2018 di Castelfidardo

Domenico Saccente apre il Jazz Accordion Festival 2018 di Castelfidardo

Venerdì all’On Stage club, ingresso libero, serata di improvvisazioni e jam session Domenico Saccen[...]